Allievi Lega Pro, la Reggina con forte impronta campana rappresenterà il Sud in finale

Allievi Lega Pro, la Reggina con forte impronta campana rappresenterà il Sud in finale

E’ tempo di finali, dopo il Torino campione d’Italia venerdì saranno emanati altri due verdetti. Non c’è solo Roma-Empoli, finale del campionato Allievi Nazionali Serie A e B ma anche Novara-Reggina, che decreterà la squadra vittoriosa nella categoria Allievi Lega Pro. Il Novara scende in campo per il double, può portare a casa un altro successo dopo il titolo Berretti. Sarebbe una stagione straordinaria per il club piemontese neopromosso in Serie B, che sabato inizierà anche la final eight Giovanissimi Nazionali, affrontando nel proprio girone Inter, Milan e Chievo Verona. La Reggina, invece, dopo un’annata difficile in cui ha evitato ai play-out contro il Messina una triste retrocessione, può considerare la cavalcata degli Allievi una speranza per il proprio futuro. Nel gruppo a disposizione di mister Zito, infatti, ci sono tre ragazzi che hanno già collezionato delle presenze in Lega Pro con la prima squadra: il centrocampista Lorefice, assente alla final eight per un infortunio, gli attaccanti Gjuci, a segno anche contro il Martinafranca, e Cataldi. Tre ragazzi del ’98 che, con il centrocampista Di Napoli e altri elementi, arricchiscono una rosa formata da ben diciassette ’99 che nel proprio cammino ha sconfitto anche formazioni con un’età media più alta. Il gruppo ha una marcata impronta calabrese, tanti sono i ragazzi del territorio cresciuti al Sant’Agata sin da piccoli a cui sono stati aggiunti l’italo-albanese Gjuci prelevato due anni fa, i campani Di Napoli, Alfano, Napolitano e Silvestri e il portiere siciliano Loria, preso dal Città di Trapani.

La Reggina rappresenterà in finale il Sud che nel campionato Allievi Lega Pro ha ben figurato. Tre semifinaliste su quattro si sono affermate nel girone F, quello meridionale: Lecce, Salernitana e Reggina. La formazione salentina capolista nel gruppo ha perso ai rigori contro il Novara fallendo ben tre match-point dal dischetto con Lezzi, Pasculli e il portiere Foscarini, è stato fatale poi l’errore di Mangione. Il Novara ha vinto 9-8 dopo i calci di rigore riuscendo a prevalere al termine di una partita infinita. La Reggina ha chiuso il girone F al quinto posto a pari punti con Matera e Barletta e ha superato ai play-off l’Ischia e la Pistoiese qualificandosi così alla final eight in Toscana. Dopo la sconfitta all’esordio per 2-1 contro il Sudtirol, la Reggina le ha vinte tutte, superando Lecce, Cremonese e Salernitana in semifinale. La vigilia della semifinale si è caratterizzata per un bel gesto di entrambe le squadre che si sono ritrovate di fronte alla piscina dell’hotel che le ospita e hanno cantato “Reggio e Salerno, amore eterno” rinnovando così il gemellaggio esistente tra le due tifoserie. La Reggina ha vinto 3-1 grazie alle reti di Puntoriere e Gjuci che nella ripresa hanno sbloccato l’1-1 di fine primo tempo. I due attaccanti amaranto sono anche i migliori marcatori della squadra di Zito alla final eight, Gjuci ha realizzato quattro reti in altrettante gare, andando a segno in tutte le sfide tranne quella all’esordio con il Sudtirol, e Puntoriere due. Il Novara è un’ottima squadra, ha dominato nel girone A collezionando cinquantanove punti, ben dieci in più rispetto al Monza secondo in classifica, ha superato ai play-off il Barletta e il Gubbio e sta ben figurando anche in Toscana avendo totalizzato nove punti nel proprio girone con tre vittorie contro Salernitana, Como e Pordenone prima di superare il Lecce ai rigori. “E’ una finalissima, una partita aperta ad ogni risultato. Abbiamo realizzato un percorso importante, in un girone difficile come dimostra il dato per cui tre delle quattro semifinaliste provenivano dal nostro gruppo. Ce la giocheremo alla pari”, ci ha rilasciato queste dichiarazioni Salvatore Laiacona, responsabile dell’attività di base della Reggina. Venerdì alle 19 a Montepulciano il calcio d’inizio, per chi vince una doppia soddisfazione: oltre al tricolore, anche il diritto di giocare la Supercoppa di categoria domenica a Chianciano contro la vincente di Roma-Empoli, la finale del campionato Allievi A e B.

Fonte: Ciro Troise per lagiovaneitalia.net

 


Ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in “Televisione, Cinema e New Media” presso l’Università IULM di Milano, dopo il percorso triennale di studi concluso con la lode a Napoli al Corso di Laurea “Culture Digitali e delle Comunicazioni” all’Università Federico II. Editorialista de “Il Corriere del Pallone”, è giornalista pubblicista da Gennaio 2010. Lavora nell’Ufficio Comunicazione di Reach Italia Onlus.

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google