Champions League, le novità in atto dal 2024/25

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, nella stagione 2024/25 la Champions League subirà delle modifiche sostanziali, sia nel format che nelle modalità di qualificazione che nei ricavi. Ecco quanto scrive il quotidiano:

“La grande rivoluzione è che le 36 finaliste (non più 32) saranno inserite in una classifica unica che impedirà di fare troppi calcoli. Queste 36 squadre saranno divise in quattro fasce al momento del sorteggio. Ognuna dovrà affrontare 2 squadre di ogni fascia (anche della propria). Non più andata e ritorno, ma quattro partite in casa e quattro fuori con rivali tutte diverse. La classifica sarà “collettiva”, quindi diventerà difficile gestirsi con un pareggio qui e un successo in casa là, come ora. Solo le prime 8 saranno qualificate agli ottavi. Quelle dal 9° al 24° posto si affronteranno invece in un playoff di andata e ritorno: le 8 vincenti raggiungeranno così le altre, disegnando la fase a eliminazione diretta, dagli ottavi alla finale, senza più divieti di derby.

Dal 2024 serviranno 15 partite, oppure 17 per chi passa dai playoff (più eventuali preliminari estivi). Aggiornato anche il calendario: sempre 6 turni entro dicembre, 2 a gennaio (i playoff). Si giocherà anche il giovedì, non solo martedì e mercoledì.

Intanto, il diritto di qualificare le prime 4 del campionato sarà esteso anche alla quinta nazione del ranking Uefa. Gli altri 3 posti andranno ai campioni di un torneo minore (dall’11° posto del ranking) e a due club dei due campionati che l’anno prima hanno avuto il miglior ranking. Il rischio? Che i posti vadano sempre a Premier e Liga.

Dal 2024 il sistema prevede tre tornei “uguali”, tutti a 36 squadre, tutti con classifica unica, per un totale di 108 club (la Conference avrà però 6 partite nel gruppo, non 8). L’obiettivo è portare il fatturato totale dai 3,2 miliardi all’anno di oggi a 5 miliardi, il 78% dei quali diventa montepremi (il 16% va a tutto il calcio, il resto all’Uefa)”.

 

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.