Curiosità – Antonio Conte ai media inglesi: “Il Lecce mi comprò per otto palloni”

Clamoroso retroscena svelato dall'attuale mister del Chelsea riguardo gli inizi della sua carriera da calciatore

Il Pogba-day fa discutere. Era inevitabile vista la cifra mostre che ha raccolto la Juventus. 110 milioni è costato al Manchester United e a commentare questa operazione di mercato è stato anche l’ex commissario tecnico della Nazionale. “Quando ero piccolo giocavo per il club di mio padre Cosimino, la Juventina Lecce (un segno del destino, ndr): lui era il proprietario , l’allenatore e tutto il resto”. A parlare èAntonio Conte, ex tecnico della Juventus e attuale allenatore del Chelsea sulle colonne del Sun. “Poi, all’età di 13 anni , il Lecce ha mi comprò, insieme a uno dei miei compagni di squadra. Fummo pagati otto palloni, tre dei quali erano sgonfi! Però erano palloni costosi, valevano 200mila lire – ha aggiunto sorridendo – Mio padre era molto duro, soprattutto con me. Spesso mi urlava contro, mentre con gli altri bambini non lo faceva”.

Fonte: raffaeleauriemma.com

Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.