Di Natale: ”All’Udinese sto bene, nella vita non contano solo i soldi”

"La chiave è essere umili e cominciare con l'idea di conquistare la salvezza"

Il capitano dell'Udinese Antonio Di Natale ha parlato aMarca. Queste le sue parole riportate da tuttoudinese.it: "Il segreto della mia longevità? Forse l'aria di Udine. Ho imparato a giocare in strada, a Pomigliano d'Arco, tutto è partito da lì. Poi è arrivato il mio primo contratto da professionista con l'Empoli e nelle categorie inferiori ho sempre giocato con ragazzi più grandi di me. Ho sviluppato la mia tecnica senza avere dei modelli di riferimento ma cercato di sfruttare al massimo le mie caratteristiche naturali. Montella è stato un modello chiave nella mia crescita, mi ha aiutato tantissimo, dentro e fuori dal campo. Dopo Empoli è arrivata l'Udinese di Pozzo, col quale c'è quasi un rapporto padre-figlio, ci sentiamo al telefono quasi ogni giorno, è un tifoso e l'Udinese è la sua vita. A Udine sto alla grande, qui ho trovato una società preparata come poche in Italia, un club all'avanguardia nelle infrastrutture e importante nel panorama calcistico italiano. Non posso chiedere niente di più. Sono molto felice così, ho rinunciato a grandi squadre e ricchi contratti per rimanere a Udine e non mi sono mai pentito di nulla. Nella vita non contano solo i soldi e in Friuli ho trovato l'affetto da parte di tutti sin dal primo giorno. E poi, comunque, ho avuto la fortuna di vivere esperienze come la finale di Euro2012 o il Mondiale del 2010. I risultati dicono che abbiamo fatto delle buone stagioni in uno dei campionati più difficili del mondo. La chiave è essere umili e cominciare con l'idea di conquistare la salvezza. Lo Scudetto è impossibile ma questa squadra deve proseguire con la sua filosofia, puntando sui giovani talenti, lavorando senza mai abbassare la testa davanti a nessuno, è l'unico modo per ottenere grandi soddisfazioni. La politica societaria è sempre quella di valorizzare i giovani e far quadrare i conti perchè l'Udinese non può permettersi debiti, sarebbe pericoloso. E poi sarebbe assurdo e dannoso trattenere i calciatori che vogliono andare via".

 

Fonte: calciomercato.com

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.