G Factor: la rivincita di Salsano nella sfida con il Napoli al torneo Arco di Trento…

Il calcio giovanile saluta l’inverno che se ne va a suon di tornei. Non ci sono solo le formazioni Primavera e il torneo di Viareggio, per lo scouting del calcio moderno prima si arriva su un talento meglio è. Le competizioni che raggruppano in pochi giorni tanti prospetti interessanti sono ciò che bramano gli osservatori pronti con taccuini e ipad ad annotare i punti di forza e debolezza dei giovani calciatori seguiti. L’Italia dei tornei è ben distribuita da Sud a Nord, nelle ultime settimane tre competizioni hanno attirato l’attenzione degli addetti ai lavori. Esordienti, Giovanissimi ed Allievi Nazionali le categorie d’appartenenza delle manifestazioni, Puglia, Abruzzo e Trentino le regioni del giro d’Italia del calcio giovanile. La mappa ha come punto di partenza Gallipoli e il magico Salento per l’undicesima edizione del torneo di Carnevale tenutasi dal 28 Febbraio al 4 Marzo. Si sono sfidati i ragazzini del ‘2001 in partite con due tempi di venti minuti in cui i giovani calciatori hanno sfoderato le qualità e l’entusiasmo che li contraddistingue.

La griglia delle prime quattro classificate ha visto un testa a testa tra l’Italia e le formazioni straniere presenti. La finale per il primo posto e quella di consolazione contrapponevano rispettivamente Napoli e Manchester City e Inter, sconfitta in semifinale proprio dagli azzurrini, e Bayer Leverkusen. Hanno trionfato le italiane, il Napoli dell’allenatore Gennaro Sorano ha battuto i citizens ai calci di rigore, l’Inter ha sconfitto per 2-1 i tedeschi.

I nerazzurri hanno portato a casa anche il premio per il capocannoniere: il ghanese Ishmael Opoku che ha realizzato sette gol e si è messo in mostra come talento da tenere d’occhio per il giusto mix tra qualità tecnica e forza esplosiva. In campionato gioca sotto età nei giovanissimi regionali, con i compagni classe ‘2000 e si è visto, infatti, il suo strapotere fisico durante il torneo di Gallipoli. Anche gli azzurrini campioni del torneo hanno fatto collezione di premi, portando a casa il titolo di miglior portiere con Giovanni Evangelista, eroe nella lotteria dei rigori in finale, miglior allenatore con Gennaro Sorano e premio fair play al centrocampista Nunzio Brandi. L’immagine in cui il numero 8 azzurro si ferma dopo aver vinto la semifinale contro l’Inter per consolare il nerazzurro Guedegbe, il più giovane del torneo, un classe ‘2002, ha fatto il giro del web e testimonia l’isola felice che rappresenta ancora in larga parte il calcio dei più piccoli.

Risalendo la penisola, dalla Puglia ci spostiamo in Abruzzo, precisamente a Montesilvano, dove ogni anno si disputano le fasi nazionali della Nike Premier Cup, torneo organizzato sotto l’egida del Manchester United. Si affrontano in questa competizione le formazioni campioni d’inverno nel campionato Giovanissimi Nazionali, quello riservato ai ragazzi del ’99. In finale sono arrivate Roma e Inter, probabilmente le squadre più forti d’Italia in questa categoria. Hanno vinto 2-0 i giallorossi di Coppitelli vendicando anche la sconfitta nella finale scudetto di categoria della scorsa stagione. Il trascinatore è stato Gianluca Scamacca, attaccante classe ’99 che Bruno Conti ha strappato alla Lazio. Si tratta di un attaccante di grande prospettiva che si è messo in mostra sotto età nella final eight lo scorso giugno segnando due gol contro il Milan. I giallorossi hanno dominato il torneo, eliminando Empoli, Verona, Sassuolo e battendo in finale l’Inter in un percorso realizzato senza subire nessun gol. I Giovanissimi Nazionali della Roma sono ancora imbattuti nel girone G in campionato e hanno messo in mostra il grande valore del proprio gruppo anche contro gli ottimi avversari affrontati a Montesilvano, riuscendo a trionfare e a staccare il biglietto per le fasi internazionali di Manchester. Sono imbattuti in campionato anche gli Allievi Nazionali di Roberto Muzzi che oggi dovranno conquistare contro l’Atalanta, avendo a disposizione due risultati su tre, la semifinale del torneo Arco di Trento dove incontrerebbero la Juventus. I bianconeri nella scorsa stagione persero in finale contro il Verona. La rivincita è già arrivata, i gialloblù erano nel girone dei ragazzi di Ivano della Morte che li hanno sconfitti ed eliminati. La sorpresa del torneo è finora il Chievo Verona che ha già staccato il pass per le semifinali battendo il Napoli e l’Inter. Contro gli azzurrini è finita in goleada, i ragazzi di Fioretto, terzi in campionato nel girone B, hanno vinto 6-1 in una partita a senso unico. Una grande soddisfazione per il portiere del Chievo Verona Matteo Salsano, bocciato dal Napoli che lo cedette alla Juve Stabia prima del passaggio alla formazione veneta. Il Chievo attende lo “spareggio” del girone D tra Fiorentina e Milan per capire chi affronterà in semifinale, con il Torino che, invece, dovrebbe battere l’Arco 1895 e sperare in un pareggio tra viola e rossoneri per affidarsi alla classifica avulsa. In Trentino si continua, il giro d’italia del calcio giovanile non è ancora terminato. Nel weekend le prossime tappe con semifinali e finali del torneo “Beppe Viola”, gli osservatori si preparano. Taccuini pronti, ci sono i talenti da non farsi sfuggire nella vetrina degli Allievi Nazionali.

 

Fonte: Ciro Troise per gianlucadimarzio.com

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.