Il punto sulla serie D: l’Arzanese sembra un rullo compressore

E’ doveroso iniziare dal girone H dove l’Arzanese sembra un rullo compressore e conquista il quarto successo su altrettante partite. Questa volta a soccombere sotto i colpi di Montaperto e compagni è stato il Sant’Antonio Abate, sconfitto per 1-2 tra le mura amiche grazie alla doppietta del succitato bomber Montaperto, che ha risposto al vantaggio siglato dall’ex Casertana Bencardino. La squadra di mister Fabiano vola e stacca Boville e Gaeta ferme a 9 punti. A quota 8 punti nel girone H troviamo il Pomigliano vittorioso con il punteggio di 1-2 in terra pugliese sul campo del Trani. Grande l’impresa dei ragazzi cari a mister Corino che con le reti di Ciotti e Auricchio si sono imposti facendo un bel balzo in avanti in classifica. Un po’ più giù, a quota 5, è posizionata l’Ischia che si è dovuta accontentare del pareggio in casa contro il tignoso Nardò.  Dopo essere passati in vantaggio con una rete di Sogliuzzo gli Isolani si sono visti rimontare grazie ad un rigore (per giunta dubbio) realizzato da Pereyra. A 4 punti, nelle zone già “tiepide” della classifica si trovano Battipagliese,Angri e Sant’Antonio Abate. Già abbiamo detto della sconfitta del Sant’Antonio in casa con la capolista Arzanese ed ora ci soffermiamo sulle due formazioni della provincia di Salerno.

La Battipagliese è stata sconfitta in casa dal Boville Ernica in una partita mal giocata. Al Sant’anna di Battipaglia la formazione ciociara si impone per 0-1 con la rete siglata da Cerrani sancendo il passo falso dei campani. L’Angri a sua volta si arrende al Fortis Murgia con il punteggio di 1-2. I salernitani dopo essere passati in vantaggio sul campo dei pugliesi si sono fatti prima raggiungere e poi sorpassare con i goal di De Santis e Petruzzella. E’ la seconda sconfitta su 4 partite per l’Angri che adesso ha l’obbligo di svegliarsi per abbandonare le posizioni meno tranquille della classifica.

Passiamo ora al girone G, dove la Sibilla guadagna la vetta della classifica a quota 10 punti grazie alla vittoria per 2-1 sul campo del Fidene. A Roma sono i goal di Manzo e Poziello a sancire la vittoria dei campani. L’allenatore Carannante si è detto soddisfatto della reazione della squadra dopo l’1-0 del Fidene ed ora punta a mantenere il primato in classifica. L’altra campana impegnata nel girone G è la Viribus Unitis, balzata  a quota 5 punti dopo la vittoria casalinga contro l’Aprilia con la rete di Sibilli al 9′ del secondo tempo. Soddisfatto il bomber Checco Ingenito che sta scontando una squalifica e non può quindi dar man forte ai compagni con la sua esperienza.

Passiamo al girone I che in questa settimana ha visto disputare ben 2 turni. In virtù di turno infrasettimanale e classica partita domenicale la classifica ha subito uno scossone. In vetta non ci sono più Casertana e Turris ma Ebolitana e Valle Greganica. L’Ebolitana in queste due partite conquista ben 6 punti andando prima a vincere per 2-1 a Marsala e confermandosi  4 giorni dopo in casa contro l’ex capolista Sambiase sconfitta 1-0 con il goal di de Sena. Per la Casertana di mister Cioffi questi due turni di campionato invece regalano solo un misero punto conquistato nella giornata di domenica tra le mura amiche contro l’Hinterreggio. La partita finisce a reti inviolate con i rossoblù spreconi sotto porta con ben 2 pali all’attivo. Nel turno infrasettimanale i casertani erano andati a Lamezia in casa del Sambiase e lì avevano perso la prima gara del loro campionato per 2-1 dopo essere anche passati in vantaggio con il goal del giovane Pontillo in apertura di match (tra l’altro sul goal il giovane centrocampista rossoblù ha subito un calcione in faccia dal portiere calabrese che gli ha causato perdita di sensi e rottura del setto nasale…e l’arbitro non ha preso provvedimenti…). L’altra ex capolista, ossia la Turris fa 2 volte 2-2, prima in casa con il Sapri e poi in trasferta a Messina. A quanto pare funziona bene l’attacco dei torresi mentre è da registrare la difesa che ne prende 4 nel giro di altrettanti giorni. A quota 8, a pari punti con la Casertana, troviamo il Sapri, che prima si va a prendere il punticino sul campo della Turris e poi sbeffeggia il Marsala, così come avevano fatto i falchetti casertani solo 2 giornate prima, rendendogli 3 goal di scarto (doppietta per il capocannoniere Alessandrì). A 7 punti ci sono i beneventani del Forza e Coraggio che dopo aver riposato mercoledì hanno avuto ragione del Noto tra le mura amiche nel turno domenicale con il punteggio di 2-1 grazie alla doppietta siglata da Tortora. Potenzialmente potrebbero essere primi, visto il turno in meno, ma non va dimenticato che la capolista attuale (il Valle Greganica) ha già riposato nel primo turno. Sorride il Real Nocera di mister Montalbano che si defila dalle retrovie totalizzando 6 punti in 2 partite. I campani hanno prima avuto la meglio del Modica in casa per 2-1 e sono poi andati a vincere a Rossano Calabro per 1-0 conquistando 2 vittorie importantissime. Piange ancora il Nola che negli ultimi 2 turni raccoglie altrettante sconfitte rimanendo a quota 0 punti. E’ in netta crisi la squadra bianconera che deve darsi una mossa se non vuole finire anzitempo il campionato. I napoletani dopo aver ceduto per 1-0 in casa contro il Messina si sono ripetuti in trasferta a Melito Porto Salvo (sede del Valle Greganica) soccombendo per 4-1 sotto i colpi efferati di Niscemi,Borghetto e Tiscione (2 volte). E’ notte fonda per i nolani.

Per questa settimana è tutto. Nel prossimo turno la partita di cartello sembra essere la sfida a Torre del Greco tra Turris e Valle Greganica. Con il resoconto di questo match e di tutti gli altri che vedono le squadre campane impegnate vi do appuntamento alla prossima settimana.

Nicola Ruggiero

 

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google