L’angolo del calcio estero: lo United frena, il Dortmund vola. Barca da record

Un pareggio guadagnato per i Reds, gli uomini di Klopp vincono ancora, i blaugrana incantano


Premier League

Al  Britannia Stadium va di scena una sfida fra due squadre che sognano l’Europa, lo Stoke City ospita il Bolton. Al 37’ passa lo Stoke: su un cross di Tuncay è Higginbotham a siglare la rete del vantaggio nonostante la deviazione decisiva di Jaaskelainen. Nella ripresa l’arbitro Oliver sanziona con un penalty il fallo commesso da Knight su Etherington. E’ proprio quest’ultimo a siglare dai quindici metri. Tra Wigan e Fulham i gol arrivano nella ripresa, precisamente al 57’ con l’attaccante colombiano Rodallega che, direttamente dal rilancio del suo portiere Al Habsi, beffa Stockdale con un bel pallonetto. E’ il sesto centro stagionale per l’attaccante bianco blu. La reazione del Fulham è affidata ad un gran destro di Andy Johnson che piega le mani al portiere dell’Oman (non segnava dal 14 marzo del 2009 il centrocampista inglese in premier). Il West Bromwich ospita il Blackpool, che passa in vantaggio con un gran sinistro di sinistro da fuori area del centrocampista gallese Vaughan all’11’.  Ma al 37’ la difesa ospite si distrae ed è Odemwingie ad approfittarne per riacciuffare il pareggio. Nella ripresa la squadra di Di Matteo cerca la vittoria, che al 52’ su un tiro-cross di Thomas è Morrison a concludere in rete. Non demorde il Blackpool, che con  Taylor-Fletcher all’80’ pareggiano dinuovo in conti su assist di Phillips. Ma il gol che decide la partita è di ancora di Odemwingie all’87 minuto, siglando così la sua seconda doppietta stagionale. Al City of Manchester c’è una grande cornice di pubblico per dare il benvenuto al neo acquisto Dzeko. I citizens ospitano il Wolverhampton. Gli ospiti  subito cercano di rovinare la festa, infatti al 12’ minuto segna ancora Milijas (dopo aver segnato anche all’andata).  La reazione da parte della squadra di Roberto Mancini è devastante: al 40’ minuto è  Kolo Tourè che segna di destro su un’azione viziata da un colpo di testa di Kompany su calcio d’angolo di Tevez, poi è Carlitos Tevez al 49’ minuto a battere il portiere Hennesey dopo aver dribblato ben tre difensori arancioni, poi con  Yaya Toure che di sinistro sfrutta la meglio un bel passaggio filtrante di Dzeko, ed ancora con Tevez al 66’ che di testa  sigla il suo 14esimo gol in premier su cross di Zabaleta. Si rilassa un po’ la squadra di Mancini, e al 68’ minuto è Doyle a siglare il gol del 4-2 su rigore (dopo esserselo procurato su fallo di Lescott). Nel finale c’è spazio anche per un gol fantasma siglato dal difensore francese Zubar all’86 minuto  di testa su un calcio d’angolo ospite. Il Chelsea, dopo il 7-0 contro l’Ipswich Town in FA Cup, si vuole sbloccare anche in campionato contro il Blackburn Rovers. I blues dopo un difficoltoso primo tempo, nella ripresa apre le marcature con Ivanovic al 57’ minuto su un calcio d’angolo di Malouda deviato di testa dal capitano Terry. Ancora su un calcio d’angolo di Malouda, è il difensore russo a staccare di testa  verso rete ma è Nikolas Anelka con uno tocco vincete a siglare il raddoppio per i suoi. L’Arsenal di Arsene Wenger vuole la vittoria al Boleyn Ground contro il West Ham ultimo in classifica. Al’ 13 minuto Teo Walcott dalla destra mette in mezzo per Robin Van Persie che conclude in rete di destro.  Al 41’ minuto i due si scambiano i ruoli per siglare il raddoppio. Nella ripresa dilagano i gunners, infatti su un fallo di Bridge sullo scatenato Walcott è ancora Van Persie a siglare il suo terzo gol in premier. Derby numero 215 fra Liverpool ed Everton.  I reds nella nuova gestione Kevin Dalglish cercano subito una vittoria scaccia crisi. Al 29’minuto è  Raul Meireles a siglare il suo  primo gol in Premier dopo una doppia parata di Howard su Kuyt. Nella ripresa nel giro di pochi minuto la musica del match cambia, infatti al 46’ è il difensore Distin di testa a sfruttare una cattiva uscita di Pepe Reina (capitano per l’occasione). Poi al 51’ bell’azione di Osman che serve Beckford che si coordina in maniera eccellente per  tirare sul palo lontano e portare i toffiees in vantaggio. Reagisce il Liverpool che al 68’ guadagna un calcio di rigore con Maxi Rodriguez che viene abbattuto da Howard. Sul discetto Kuyt che sigla il suo quinto gol in un derby di campionato, il suo terzo su rigore. Al White Hart Line la capolista Manchester United sfida il Totthenham di Redknapp.  La squadra di Ferguson tiene lo 0-0 in 10 nonostante le numerose azioni avute dai padroni di casa con Crouch, Van der Vaart e Bale, e mantiene l’imbattibilità che in campionato ormai dura dallo scorso aprile. La difesa del Manchester United si è conferma imperforabile anche dopo l’espulsione di Rafael per somma di ammonizioni al 74’ minuto di gioco.

Manchester City – Wolves = 4-3



Chelsea – Blackburn = 2-0



West Ham – Arsena = 0-3





    



Bundesliga

La prima gara del 2011 del campionato tedesco si gioca alla Bayer Arena,il Bayer Leverkusen sfida la capolista Borussia Dortmund. Dopo un primo tempo alquanto equilibrato, nella ripresa sono i gialli a passare in vantaggio con Kevin Großkreutz, che al 49’ e 53’ minuto, sigla la sua personale doppietta che lo fa salire quota 6 gol in Bundesliga. Due minuti più tardi è Mario Gotze che ne approfitta della traballante difesa dei padroni di casa per battere con un diagonale l’incolpevole Adler. Il gol della bandiera del Bayer lo mette a segno Kießling che sfrutta al meglio un bel cross dalla destra di Schawaab. Gli uomini di Kloop in questo modo si prendono la rivincita dopo la sconfitta subita all’andata. Finisce 2-2 la sfida fra St.Pauli e Friburgo: dopo un rigore sbagliato per gli ospiti con il senegalese Cisse all’11’, è la squadra di casa a passare per due volte in vantaggio con due colpi di testa prima con l’attaccante Ebbers al 13’ e poi con Asamoah all’68’. Ma gli ospiti riagguantano in entrambe le circostanze il pareggio con l’attaccante senegalese Cisse che si riscatta al 61’ minuto con un gran destro a volo e poi con un pregevole pallonetto al 75’. Vittoria di misura per il Borussia M’gladbach sul campo del Norimberga con la rete di Neustädter su assist di Hanke all’8. Il pareggio sfuma per gli uomini di Hecking con un calcio di rigore sbagliato all’86 minuto dal difensore argentino Pinola. Di misura anche la vittoria dello Stoccarda in casa contro il Mainz con Harnik al 79’ minuto. Vittoria importantissima Bruno Labbadia che con questa vittoria non sprofonda all’ultimo posto in classifica. Torna a vincere anche il Wender Brema per 2-1 contro l’Hoffenheim. Il primo gol è di Pizarro, che su un bel passaggio di Arnautovic,  disorienta un difensore e viola la porta difesa da Starke al 36’. Il pareggio per gli ospiti è messo a segno da Boris Vukcevic, che dopo un bell’aggancio, di destro batte Wiese all’87. Ma i il Wender non demorde, infatti ci pensa il capitano Torsten Frings che con una grande punizione regala la vittoria ai suoi al 92’ dopo 3 giornate. Al Gelsenkirchen si affrontano le due grandi delusioni del girone di andata, ovvero Shalke 04 contro l’Amburgo. La sfida è decisa dall’esperienza di un immenso Ruud Van Nistelrooy che al 53’, su una svista dell’arbitro, segna di mano su un cross di Demel. Sesto gol in campionato per l’olandese, il terzo allo Shalke, e chissà se questo potrebbe esser l’ultimo gol in Bundesliga per lui visto l’interesse del Real di Mourinho. Alla Volkswagen Arena un Wolfsburg orfano di Dzeko affronta il Bayer Monaco. Quest’ultimi partono subito bene con una traversa di Mario Gomez su un cross di Pranjic. Ma al 7’ è il portiere del Wolfsburg Benaglio che per rinviare centra in pieno Thomas Muller che come all’andata sblocca il match. Gli uomini di van Gaal potrebbero chiudere la partita al 21’ grazie ad un rigore procurato, ma il capitano Lahm prende il palo. Al 45’ minuto la sfortuna assiste anche i padroni di casa, che sbagliato un rigore al 45’ con Grafite sul quale Kraft (che sostituisce Butt) si esalta. Nel finale di partita, all’86’, sbaglia Schweinsteiger in difesa regalando il pallone a Schafer che crossa in mezzo per Riether che sigla con questo gol il settimo pareggio consecutivo per i suoi in campionato. A Francoforte l’Eintracht ospita l’Hannover che continua a stupire anche in questo 2011. Al 15’ apre le marcature Mohammed Abdellaoue che approfitta della lentezza della difesa dei padroni di casa e con il destro batte Nikolov e sigla il suo quinto gol in campionato. Al 21’ è il difensore Schulz di testa a raddoppiare con un colpo di testa da calcio d’angolo. La difesa dell’Eintrach lascia tanto spazio agli avversari, che all’89 minuto chiudono i conti con Ya Konan su assist di Stindl. Con questa vittoria gli uomini di Slomka volano al secondo posto in classifica. Al Fritz Walter Stadion il Kaiserslautern pareggia 1-1 contro il Colonia. Fenomeno in negativo per i padroni di casa è il difensore brasiliano Rodnei, su un semplice passaggio dietro per il suo portiere Sippel, prende il palo della sua porta, la palla arriva all’astuto Podolsky che a due passi sigla il gol del momentaneo vantaggio. Al 51’ il difensore però si rifà, servendo con un assist di testa Moravek che pareggia. 


    


Bayer Leverkusen – Borussia Dortmund = 1-3



Wolfsburg – Bayern Monaco = 1-1



Wender Brema – Hoffenhaim = 2-1




Liga

Il Barcellona è la squadra dei record.  Il 4-1 sul Malaga con reti di  Iniesta,Villa (doppietta per lui) e Pedro, ha laureato i blaugrana campioni d’inverno della Liga con 52 punti: ecco il primo record. Le partite senza subire una sconfitta sono 28: primato storico del club (superato il Barcellona 1973-74 di Michels). Il terzo exploit nei gol segnati: 61. In Spagna non succedeva da ben 70 anni. I blaugrana  chiudono il girone d’andata con 52 punti su 57 disponibili. Sono tre i punti in più rispetto lo scorso giro di boa che poi ha portato gli uomini di Guardiola al trionfo con 99 punti. In base a ciò avrebbe torto il portoghese Josè Mourinho, che ad inizio campionato dichiarò che per vincere la Liga sarebbero bastati 100 punti al suo Real Madrid. Le merengues si fermano sull’1-1 allo stadio Mediterraneos contro l’Almeria nonostante l’aver condotto le redini del gioco per quasi tutta la partita. Al vantaggio dei padroni di casa di Ulloa al 60’ che finalizza una bella azione di Piatti bloccata da Xabi Alonso. Risponde il pirata Granero a 76’ con un gran destro su assist di Benzema. Finisce in pareggio ed ora il gap dalla capolista è a +4, evidentemente 15 vittorie, 3 pareggi e 1 sconfitta non sono sufficienti per l’allenatore portoghese per affermarsi come capolista. Il Villarreal, tra le mura amiche del Madrigal batte 4-2 l’Osasuna grazie alle reti di Ruben (22′), Cani (50′), Capdevilla (65′) e Rodriguez (84′). Di Vadocz al 47′ la rete del provvisorio pareggio, mentre è Calleja al 71′ ad accorciare le distanze. Vittoria che fa consolidare per la squadra di Josè Garrido il terzo posto in campionato. Vittoria dell’Athletic Bilbao per 2-1 sul Racing Santander. Nel primo tempo i padroni di casa avevano chiuso sul 2-0 grazie ai centri di Martinez al 7′ e di Muniain al 10′. Nella ripresa la reazione del Santander che va a segno al 29′ con Bolado. Gli ospiti terminano il match in 10 per l’espulsione di Munitis al 45′ della ripresa. In classifica il Bilbao sale, così. a quota 29 in zona Europa League. L’Espanyol espugna il campo del Siviglia per 2-1. Decide il match Callejòn, a segno con una doppietta al 41′ e al 78′. Inutile la rete di Alvaro Negredo al 90′. Il Real Sociedad vince per 4-0 fuori casa contro il Getafe, i gol sono di Prieto su rigore, Griezmann e Aranburu, a segno con una doppietta. Lottano per non retrocedere Real Saragozza e Levante, con i primi che s’impongono per 1-0 grazie alla rete di Gabi al 45′, mentre, sempre nella parte bassa della classifica, lo Sporting Gijon batte a sorpresa l’Hercules per 2-0. Apre le danze Barral al primo minuto, ci pensa Nacho Cases al 31′ a chiudere il match.

    

Barcellona – Malaga = 4-1



Almeria – Real Madrid = 1-1



Valencia – Deportivo la Coruna = 2-0



 

Gilberto D’Alessio

 

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.