L’Avversario – BpMed Napoli: Alla scoperta dell’Assigeco Casalpusterlengo

L’Avversario – BpMed Napoli: Alla scoperta dell’Assigeco Casalpusterlengo

Nella penultima gara della regular season (ed ultima tra le mura amiche) di Divisione Nazionale A, la BpMed Napoli è pronta ad accogliere laAssigeco CasalPusterlengo. Società nota ai più anche per aver avuto tra le proprie file il talento NBA Danilo Gallinari, oltre che Mario Boni ed altri ancora. Il Presidente Curioni ha affidato la sua creatura, ad inizio stagione, a Simone Lottici(con passato anche con la maglia di Napoli), coadiuvato dagli assistenti Riva e Carrea. I lombardi vengono dall’ultima sconfitta interna contro la Romana Chimici Anagni che ha sbancato il Campus con il risultato finale di 89-96. I prossimi ospiti sulle tavole del PalaBarbuto sono guidati in cabina di regia dal duo Venuto – Contento. Il primo, classe 1985 di 190 cm di S.Vito Tagliamento, realizza 6.3 ppg in 25 minuti di utilizzo con il 71% dalla linea della carità e 2.6 assist dispensati ai compagni per partita. Il secondo, classe 91 di Trieste, va a bersaglio con 6.2 ppg in quasi 20 minuti di impiego, conditi da 1.4 assist a contesa. E’ nel reparto guardie che il roster lombardo presenta molte bocche da fuoco e temibili giocatori, soprattutto dal perimetro. Tra questi Roberto Prandin, play-guardia dell’86 ex Ozzano, Fidenza e Venezia, in grado di scrivere a referto 14.8 ppg ad allacciata di scarpe in 29.6 disputati a partita e risultando il 6° nella categoria per media punti realizzati. Alle sua spalle, un’altra bocca da fuoco cui Musso & co dovranno opporsi con la solita aggressività difensiva è Federico Loschi, guardia – ala classe 90 di Treviso che in 23.4 minuti di impiego segna 10.3 ppg facendo registrare un ragguardevole 85% dalla lunetta. Altro elemento dai valori tecnici e numeri importanti per l’Assigeco è Riccardo Castelli, guardia – ala del 1988 che mette in cascina 6.3 ppg in 18.1 minuti di utilizzo catturando 3.6 rimbalzi a disputa, risultando un supporto importante dal punto di vista difensivo per i suoi con 2 palle recuperate a gara per i suoi. Sempre aldilà dell’arco dei 6.75 m troviamo Riccardo Casagrande e Alberto Chiumenti. Si tratta di due ali piccole pure, il primo dell’88 e l’altro dell’87. Casagrande in 22.2 minuti di parquet realizza 8.2 ppg e prende 4 rimbalzi a gara, conditi dal 79% dalla linea della carità; Chiumenti, natìo di Schio, dall’alto dei suoi 203 cm insacca 12.5 ppg in 25.5 minuti di campo e ricoprendo il 17° nella categoria rimbalzi con 6.91 catturati a gara. Sotto le plance non troviamo pivot di ruolo ma due giocatori atletici e dalla mano educata, oltre che giovani, come Paul BilighaGianpaolo Ricci. Il primo, coloured perugino di 200cm del 1990, che scrive 5.9 ppg in 20.5 di impiego e e 5 catturati per ogni palla a due. Ricci è un classe 91 altrettanto prolifico e dalle ottime qualità prospettiche visti i suoi 7.2 ppg in 20 minuti giocati, abbinati ai 7.2 conquistati a partita. In una serata che si vuole preannunciare di festa per i play-off raggiunti con largo anticipo, la banda Bartocci sospinta dal solito, encomiabile ed insostituibile pubblico partenopeo proverà a portare a casa un altro match, a testimonianza della mentalità da battaglia che i leoni azzurri hanno acquisito nel corso di questa regular season e per ristabilire la legge del PalaBarbuto, ultimamente violato da S.Severo, che in questi play-off dovrà pesare in maniera determinante e sospingere gli azzurri verso i lidi che Società e città meritano.

Servizio a cura di Mariano Santoro


La redazione di IamNaples.it

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google