Michu e Bony, stelle di uno Swansea che dopo il Galles vuole stupire anche l’Europa‏

Michu e Bony, stelle di uno Swansea che dopo il Galles vuole stupire anche l’Europa‏

Swansea, detta anche Abertawe in gallese. Città di circa 230mila abitanti, situata nella parte meridionale del Galles, quella più tradizionalista, da secoli restia all’influenza inglese. Città conosciuta ai più per aver dato i natali al’ex centravanti della Juve John Charles e all’attrice hollywoodiana Cathrine Zeta-Jones. Almeno fino ad un paio di anni fa, quando cominciò l’ascesa dello Swansea, omonima squadra cittadina, prossima avversaria del Napoli.

I “Cigni del Galles” (sebbene Swansea non derivi come si crede da “mare dei cigni”, ma dal nome di un re vichingo, un tale Sweyn), dopo aver passato gran parte della loro storia nelle serie minori inglesi, riescono nel 2011 ad ottenere una storica promozione in Premier League. Il fatto che una squadra gallese militi nel campionato inglese non è un qualcosa di inusuale, ma fino a quel momento a tenere altro il blasone calcistico dei piccolo paese britannico ci aveva pensato quasi esclusivamente la squadra della capitale: il Cardiff. Ma anche le gerarchie del calcio gallese sono mutevoli, e così lo Swansea si propone ben presto come l’unica squadra gallese ad essere in grado di lottare con le corazzate inglese. A due campionati di buon livello si aggiunge anche la Coppa di Lega Inglese nel 2013. È la seconda volta nella storia (dopo la vittoria dell’FA Cup 1927 da parte del Cardiff) che un club gallese riesce a vincere un trofeo inglese. E con la Coppa di Lega arriva anche l’altrettanto storica partecipazione in Europa League.

Tutto merito di una rosa definita da molti “latineggiante”, vista la grandissima quantità di spagnoli presenti in rosa. Un po’ come il Napoli, insomma. Ed infatti la stella degli Swans è proprio uno spagnolo: Miguèl Perez Cuesta, conosciuto come Michu. Classe ’86 di Oviedo comincia a muovere i primi passi nel club della sua città. Inizialmente è un buon centrocampista, con la propensione per il gol. Lo spazio però e poco, almeno fino a quando il destino non decide di dargli una mano. Il Real Oviedo fallisce, i giocatori abbandonano la squadra e ciò che resta della dirigenza decide di promuovere in blocco la “cantera” per affrontare la Tercera Division (quarto livello del campionato spagnolo). Quella formazione assemblata in fretta e furia si rivelerà invece un’incredibile macchina da vittorie. Il primo anno la promozione sfuma ai play-off. L’anno successivo, con Michu sempre più protagonista, l’Oviedo riesce invece a centrare il passaggio in Segunda Division B. Nonostante la promozione, l’Oviedo è sempre sommerso dai debiti. Michu, grazie anche ai suoi 6 gol, riesce a salvare la squadra per due anni consecutivi. Il fallimento è però dietro l’angolo, così mentre l’Oviedo fallisce per la seconda volta in quattro anni, Michu vola in Galizia, al Celta Vigo. In quattro stagioni collezione 25 gol e una promozione in Segunda Division (la nostra Serie B). Ed ecco che arriva la grandissima occasione, il contratto con il Rayo Vallecano, terza squadra di Madrid. Per la prima volta Michu viene impiegato anche da attaccante, collezionando ben 15 gol, di cui 2 nel derby contro il Real Madrid. Uno score non indifferente che gli vale l’attenzione di diversi club europei. E sarà proprio l’ambizioso Swansea ad ingaggiarlo. Fino al recente infortunio Michu non ha deluso le aspettative, collezionando 20 gol in 47 presenze,  una di media di quasi 0,5 a partita. Mica male.

Accanto alla colonia spagnola è numerosa anche al rappresentativa olandese e quella francese. Unica eccezione l’ivoriano Bony. Dall’Africa al Galles, con il record di essere il migliore marcatore dello Swansea nelle competizioni europee, con 5 reti. In passato accostato anche al Napoli, Bony deve buona parte della sua esplosione all’ex Inter Cyril Domoraud. È lui a notarlo e a farlo crescere nella sua Accademy, prima di cederlo all’Issa Wazi con cui vince una coppa ivoriana. Da lì il salto in Europa, prima allo Sparta Praga e poi al Vitesse, dove avviene la sua definitiva esplosione.  Quest’estate il passaggio allo Swansea, nella campagna di rafforzamento in vista dell’Europa League. E Bony subito ripaga la fiducia accordatagli dai gallesi. Fino ad ora 7 reti in campionato e ben 5 in Europa. Record, come precedentemente detto. Ed è anche grazie ai suoi gol che gli Swans possono presentarsi alla sfida con il Napoli.

Servizio a cura di Giancarlo Di Stadio


Iscritto alla Facoltà di Scienze della Comunicazione, presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, collabora con Iamnaples.it dal 2011. In particolare cura la rubrica settimanale “I Temi dela Serie A” e il format inedito di Iamnaples .it “Scugnizzeria in the World”. Durante le sessioni di calciomercato inoltre si occupa di fare un panoramica sul mercato della Serie A e Serie B con la rubrica “I Temi del Mercato”.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google