BpMed Napoli: Il cuore non basta. Ferentino espugna il PalaBarbuto

Dopo otto vittorie consecutive, la BpMed Napoli incassa la prima sconfitta stagionale(e la prima della sua storia) cadendo sotto i colpi di una incessate Ferentino che si è dimostrata una squadra molto importante e completa. Il pubblico è quello delle grandi occasioni, quasi 2000 i spettatori, e la pressione di giocare contro la squadra la più forte di tutta la conference sud, nonché diretta rivale di division, è tanta. Le condizioni di Iannilli e di Gatti non sono le migliori e infatti coach Bartocci preferisce partire con Rotondo nello starting five, insieme a Lenardon, Musso, Rizzitiello e Gatti per rispondere al buon quintetto degli ospiti composto da Guarino, Bonfiglio, Ihedioha, Ianes e Carrizo.

I ragazzi di coach Gramenzi aggrediscono subito la partita con canestri veloci dei suoi interni e alla mano educatissima dell’argentino Carrizo che portano Ferentino sullo 0-12 al ‘4. Gli azzurri provano a scuotersi e i canestri di Rotondo e Musso sbloccano il punteggio. Napoli riesce ad andare a canestro con più continuità ma il tiro di Carrizo è implacabile. Il primo periodo si chiude sul 10-23. Nel secondo periodo la BpMed è più grintosa i canestri di Rizzitiello e dell’ottimo Bastone infliggono un break di 8-0 agli ospiti. Pongetti interrompe con un canestro dalla media, ma al ’16 il canestro del capitano Gatti, su assist di Musso, riporta i napoletani sul 22-29. Ferentino, però, non ci sta e allontana i partenopei ancora una volta con i punti di Parrillo e del solito Carrizo al ’18 è nuovamente -12 (22-34). Nel finale Ferentino allunga ancora e le squadre vanno al riposo sul 27-44.

 

Il ritorno in campo sembra prospettare un finale molto doloro per la BpMed. Le triple di Bonfiglio e di Carrizo, condite dal canestro di Ihedioha, portano gli ospiti al ’23 sul 31-51. Sembra finita ma c’è la solita reazione d’orgoglio della BpMed. Musso si sblocca finalmente da tre e la grande intensità difensiva, attuata per bloccare uno scatenato Carrizo, da la carica giusta agli azzurri che trascinati dal capitano Gatti tornano sotto di 11. La tripla allo scadere di Musso sigla il -8 Napoli al ’30 (51-59). L’inerzia della partita è totalmente nelle mani di Napoli, considerata anche l’uscita per falli di Iannuzzi e Ianes, e infatti gli azzurri ne approfittano per farsi nuovamente sotto con la tripla di Rizzitiello al ’32 ma, soprattutto, ancora con la gran difesa su Carrizo. Difesa bucata, però, al ’35 dall’argentino da tre punti. La difesa su di lui aumenta e i partenopei si dimenticano di difendere sugli interni che vanno a per due volte di fila. La BpMed, però, non molla e si fa nuovamente sotto con i tiri liberi di Musso. Al ’38 il punteggio è solo 64-69. La rimonta sembra compiuta prima di un brutto errore difensivo che consente il gioco da quattro punti a Parrillo. E’ il canestro della staffa seguito dal tiro libero di Ihedioha. Napoli decide comunque di crederci ma i continui tentativi da tre punti degli azzurri non vanno oltre il ferro. Napoli esce sconfitta con il punteggio di 73-86.

 

Arriva dunque la prima sconfitta in campionato per gli uomini di Bartocci contro una delle squadre più forti della conference sud. Non bisogna, ovviamente, pensare di poterle vincere tutte però questa era una partita importante per determinare gli equilibri del campionato. Ferentino ha dimostrato di essere più cinica ma soprattutto di poter contare su una panchina più profonda. Tuttavia, però, laBpMed non ha demeritato mostrando, ancora una volta, il suo grande carattere e la determinazione di cambiare le sorti di una partita che sembrava segnata fin dai primi minuti.
Gatti e compagni dovranno mettersi a lavoro fin da subito per mettersi alle spalle questa sconfitta e pensare alla prossima impegnativa gara in casa di Capo d’Orlando, sconfitta questa sera a Fabriano, con il grosso interrogativo riguardo alla presenza di Andrea Iannilli.


Servizio a cura di Enrico De Pompeis

Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.