Gomez e Jovetic no all’azzurro. Il Napoli vira su Damiao

Il tedesco si è promesso al club viola: imminente l’annuncio E De Laurentiis si lancia sul brasiliano dell’Internacional

La Fiorentina è vicina a Mario Gomez e di sicuro molto più vicina di quanto lo sia il Napoli. Dopo l’inserimento dei giorni scorsi del club di De Laurentiis, la società dei Della Valle ha fatto passi importanti verso il centravanti tedesco che ieri ha fatto sapere al club viola di aver scartato l’offerta del Napoli. Questo è considerato a Firenze un elemento decisamente a suo favore. Insomma, se per caso era iniziata la corsa a Gomez, oggi i viola hanno messo dietro il Napoli e puntano rapidi sul traguardo.

ENTRO META’ SETTIMANA – L’altro aspetto positivo è che la trattativa per il centravanti del Bayern si potrà chiudere in pochi giorni, forse già all’inizio di questa settimana o al più tardi a metà. Non siamo ai dettagli, ma la vicenda è arrivata allo sprint finale dopo gli ultimi colloqui fra il diesse Pradé e i Della Valle. I più ottimisti sperano che Gomez possa presentarsi già nel pre-ritiro di Montecatini Terme.

I DIRITTI D’IMMAGINE  – Cominciamo dal giocatore. La Fiorentina, col permesso del Bayern Monaco e tenendolo costantemente informato, ha trovato da tempo un accordo con Gomez, accordo che prevede un ingaggio di 3 milioni e mezzo all’anno per 4 anni, più bonus legati alle presenze, ai gol e ai risultati della squadra, più uno sponsor (che salterà fuori al momento opportuno), più tutti i diritti d’immagine che restano nelle mani del bavarese. De Laurentiis, invece, vuole i diritti d’immagine a favore della società.

COL BAYERN – La distanza fra la richiesta del club di Rummenigge e quello dei Della Valle adesso è ridotta a 4 milioni di euro, ma con una novità: questa differenza economica può essere negoziata con i bonus, cosa che Bayern e Fiorentina stanno già facendo. I tedeschi vogliono fissare un premio a traguardi facilmente raggiungibili (come il numero delle presenze di Gomez in campionato), mentre i toscani vogliono alzare il livello qualitativo degli stessi bonus (traguardo in Europa League o ammissione alla zona-Champions League). Si può chiudere a 16-17 milioni più 2-3 di bonus.
Col sì di Gomez alla Fiorentina è arrivato il no di Jovetic al Napoli. Il montenegrino sta proseguendo la sua personale battaglia per arrivare alla Juventus. In queste ore ha bloccato sul nascere la trattativa col Napoli che aveva offerto 27 milioni di euro alla Fiorentina. E’ la conferma di uno scontro in atto.

QUI NAPOLI – Si entra nella settimana che decide. Prima c’è l’operazione-Cavani e una cessione ch’è nell’aria e danza su distanze inconsistenti per un affare da 63 milioni (e passa) di euro. L’arrivederci a domani è nelle corde di una trattativa complicata e che avrà bisogno, probabilmente, di qualche altro giorno. Però, intanto, il Napoli ha cominciato muoversi come mai prima: il contatto con Gomez e con il Bayern, una perlustrazione dell’universo offensivo, il sondaggio con il procuratore di Dzeko – avendo percezione delle difficoltà opposte dal City – e poi un rilancio verso il Brasile, per Leandro Damiao. Il riassunto delle puntate più recenti, quelle d’una domenica trascorsa da Bigon in giro per l’Europa, prima di atterrare a Milano, si racchiudono in fumate per ora grigie: Gomez è la tentazione forte, con una disponibilità a dialogare ricevuta dal Bayern e spiragli però legati alla volontà del panzer; e allora, contromosse: la prima ha ricondotto di slancio a interpellare l’Internacional de Porto Alegre per aver delucidazioni su Leandro Damiao (24), il bomber moderno da 25 milioni sul quale si può puntare con immediatezza, a Cavani ceduto. La virata è divenuta inevitabile e però il Napoli s’è lasciato una porta socchiusa per Edin Dzeko (27), che il City non ha ancora sistemato sul mercato e per il quale servirebbe una cifra ritenuta sproporzionata da De Laurentiis, per nulla incline ad avvicinare quei 35 milioni di euro che sembrano costituire il desiderio degli sceicchi di Manchester.

PORTA GIREVOLE – Il mercato è altro ancora: è un valzer sulla linea di porta, dove s’allunga l’ombra di Julio Cesar (34), l’erede (più o meno) designato di Morgan De Sanctis, corteggiato in maniera veemente dalla Roma. Il week-end è andato e da stamani si riparte con la solita lena: i 4 milioni chiesti da Qpr sono un’enormità, si può discutere di un prestito con riscatto.
Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione
L.D.M.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.