Il Napoli si ricompra Cavani: 4 milioni e contratto più lungo

I procuratori del Matador oggi incontrano Bigon il nodo i diritti d’immagine

Per fermare quelli del Chelsea, del Manchester City e della Juventus dovrebbero bastare le rassicurazioni che Cavani fa in prima persona dal ritiro di Montevideo: «Il mio futuro è a Napoli, dove sto molto bene». Ma il Napoli non si fida e passa ai fatti: per scongiurare ulteriori assalti al proprio gioiello, il club partenopeo ha deciso di «ricomprare» il Matador, senza badare a spese. E senza altre esitazioni. Finalmente, dopo un lunga tira e molla, si dovrebbe tenere quest’oggi a Milano l’atteso incontro tra i procuratori del Matador, Claudio Anellucci e Pierpaolo Triulzi e il direttore sportivo della società azzurra, Riccardo Bigon per tornare a discutere dell’adeguamento dell’ingaggio che tanto a cuore sta più a chi cura gli affari di Edi che a Cavani stesso.
Dopo tanti rinvii, il Napoli si prepara a blindare il suo fenomeno uruguaiano. L’esborso per la trattativa è già previsto: l’innalzamento dell’ingaggio dai 2,4 milioni di euro l’anno attuali a 4 e il prolungamento di un anno del contratto, fino al 2017. Questa dovrebbe essere l’offerta base di De Laurentiss per i manager del fuoriclasse sudamericano. Fonti azzurre sostengono che l’accordo per il rinnovo sia praticamente cosa fatta, fonti vicine a Cavani smentiscono. Anche perché non basterà proporgli solo il sostanzioso aumento dello stipendio. Il Napoli, per chiudere i giochi, dovrebbe essere disponibile a cedere parte della gestione dei diritti d’immagine: almeno il 50 per cento. Cosa poca gradita a De Laurentiis. Insomma, situazione delicata, anche se la grande abilità di Bigon dovrebbe evitare che la faccenda diventi una polveriera. Ovvio che a questo punto, i club interessati al giocatore seguano l’evolversi della trattativa con enorme interesse.
A sei giorni dal raduno di Castelvolturno e dell’inizio della stagione ufficiale, per Mazzarri, che dell’aspetto economico della vicenda Cavani non si occupa, il rinnovo di Cavani (che comunque prima di metà agosto non si aggregherà al gruppo) sarebbe sicuramente una bella notizia in questo scorcio di estate che di notizie di mercato non ne ha regalata nessuna. Il sogno resta Stevan Jovetic, che però, se anche dovesse lasciare Firenze, dovrebbe venire travolto da offerte milionarie da parte di top club, Chelsea in testa, con cui il Napoli non può fare aste.
Domani o venerdì il direttore sportivo del Napoli incontrerà Pastorello per il rinnovo di Morgan De Sanctis che, per sua stessa ammissione, preferirebbe iniziare la stagione senza avere il contratto in scadenza (adesso è a giugno del 2013). In agenda c’è anche un incontro con il manager di Campagnaro, Mazzoni. Napoli in pressing su Behrami: contatti quasi quotidiani, nonostante l’allenatore della Fiorentina, Montella, sia contrario all’operazione. Il punto è che il centrocampista svizzero è sul punto di rottura con i viola. Tutta colpa, ha ammesso il c.t. della nazionale Svizzera olimpica, del veto dei Della Valle a farlo partecipare ai Giochi di Londra (mentre, come è noto, Cavani è stato autorizzato da De Laurentiis). Behrami pare molto contrariato dalla decisione e avrebbe chiesto ai suoi manager di interrompere la trattativa per il rinnovo del contratto. Il Napoli è in agguato: offre 8 milioni ed è pronto a mettere sul piatto anche Dossena, nella lista di sbarco di Mazzarri. Solo un sondaggio per Schelotto (Atalanta). Sfuma, intanto, Gamberini (sempre dei viola). «Non credo verrà a Napoli», dice il suo manager Ciccio Romano. Secondo la stampa tedesca il Napoli si è messo tra l’Amburgo e il ritorno del centrocampista Rafael Van der Vaart che il Tottenham ha messo in vendita. Nel Regno Uniti certi del corteggiamento di Meireles, ma se ne riparlerà ad agosto. Aly Cissokho (Lione) non va via per meno di 10 milioni. Offerti 15 milioni all’Udinese per Armero e Benatia. Pozzo avrebbe rifiutato. Martin Skrtel, 27enne difensore del Liverpool, accostato al Napoli nega su Twitter: «Non mi muovo». Per Pereira il Porto vuole 18 milioni.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.

Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.