Il Napoli tenterà fino all’ultimo per arrivare a Nainggolan

Il Napoli tenterà fino all’ultimo per arrivare a Nainggolan

Sarà una giornata campale. Il Napoli fino all’ultimo proverà a piazzare la zampata decisiva; fino all’ultimo cercherà di mettere le mani sull’oggetto dei desideri della società, dello staff tecnico, dei tifosi: Radja Nainggolan, il centrocampista del Cagliari che completerebbe e rinforzerebbe un reparto così importante. De Laurentiis ha già tentato diversi abboccamenti con Cellino.

IL PRES MANAGER – Presentando argomenti più che validi. Soldi cash come prima tranche. Contropartite valide ed interessanti quali Dzemaili ed Uvini. Un contratto allettante per il calciatore. Ma la situazione non si sblocca e chissà se in queste ultime ore di calciomercato riesca a ricevere un impulso decisivo. De Laurentiis ci riproverà, ormai al calciomercato si districa come il più navigato dei direttori sportivi: manda in avanscoperta i suoi collaboratori, traccia la strategia e poi quando è il momento di concludere entra in azione in prima persona. Lo ha fatto per Armero, poi per Calaiò, quindi per Radosevic, infine con Rolando. Ancora un po’ di esperienza e poi il patron della Filmauro sa lui come muoversi in un ambiente così contorto. Del resto, il colpo migliore, resta quello di Cavani con Zamparini, un calciatore acquistato a rate che poi Mazzarri ed il suo staff hanno reso un top player. 

NEL MIRINO – Il Napoli aveva realizzato da tempo che bisognava sfoltire la rosa, ringiovanirla per quanto possibile a gennaio, e poi puntare su quattro-cinque calciatori di sicura resa. Ecco quindi le uscite di Aronica, Dossena, Vargas, Fernandez, forse Uvini, i parcheggi di Dumitru, Hoffer, Fideleff. Una rivoluzione, o quasi. L’idea di ricorrere anche ad un altro centrocampista era presente da tempo. Vani i tentativi di trovare una collocazione a Donadel. Appena Dzemaili ha lasciato intendere che preferiva andar via, il problema è stato riaffrontato con più decisione. Nonostante l’arrivo di un giovane quale Radosevic, l’obiettivo era quello di puntare su un centrocampista più collaudato. Prima Kucka, il venticinquenne slovacco del Genoa che Preziosi ha immediatamente provveduto a ritirare dal mercato, quindi Flaminì e Nocerino (idee altrui più che obiettivi mirati), infine il desiderio di sempre, Radja Nainggolan, classe 88, maturato attraverso quattro campionati nel Cagliari. 

L’ULTIMA MOSSA – Cellino, però, non ha mai voluto prendere in considerazione una proposta del Napoli, seppure concreta ed appetibile. Ma De Laurentiis non si è arreso. Oggi farà l’ultimo tentativo, magari disperato (pur sapendo che in lista Uefa non potranno essere inseriti più di tre elementi nuovi e per quello è saltato lo scambio di portieri con la Fiorentina, Rosati-Neto) ma lo farà. E se Cellino dirà di nuovo di «no», il Napoli proverà a bloccare il giocatore per giugno. Come, del resto, è stato fatto per Benatia. Guardare sempre avanti, con un occhio al presente, questa la filosofia di casa-azzurra.

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.


La redazione di IamNaples.it

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google