Mesto, ok al Napoli ma Preziosi blocca il trasferimento

Mesto, ok al Napoli ma Preziosi blocca il trasferimento

Una giornata intera all’inseguimento di Mesto, affare poi bloccato dal Genoa che ha già ceduto Tomovic alla Fiorentina ed è rimasto con un solo esterno destro difensivo. Ma oggi si ritornerà all’assalto del genoano. Dopo il passaggio di ieri mattina di Maicon al Manchester City e l’impossibilità di arrivare a Jonathan, il direttore sportivo Bigon si è fiondato sull’esterno del Genoa. Già perchè fino a ieri mattina il Napoli non aveva ancora deciso se stringere su un nome o sull’altro, Mesto o Jonathan. Maicon era stato convocato mercoledì per la sfida di Europa League contro il Vaslui, poi nella metà mattinata di ieri si è concretizzato il suo passaggio al City e a quel punto Jonathan è diventato incedibile ed è sfumata la possibilità di un suo passaggio al Napoli.
Bigon è stato impegnato ieri all’Ata Hotel di Milano una giornata intera per assicurarsi l’esterno destro, l’alternativa a Maggio. Prima l’incontro con il direttore sportivo Capozucca del Genoa, poi con Moreno Roggi, il procuratore dell’esterno, trent’anni, che Mazzarri ha avuto con sè alla Reggina. Vari gli intoppi da superare. Il primo sulla formula del trasferimento e sulle cifre. Il Napoli lo voleva in prestito, il Genoa al massimo in comproprietà e su questo si è superato il primo ostacolo (accordo sulla comproprietà). L’altro era relativo alla cifra dell’operazione. Quindi, l’intesa da raggiungere tra il club azzurro e Mesto. Poi la fumata che sembrava azzurra è diventata grigia ed è arrivato lo stop. A un certo punto è stato proprio Preziosi, il presidente del Genoa, a bloccare la cessione di Mesto perchè Tomovic, altro genoaano, è passato alla Fiorentina. Quindi se non arriva un altro esterno al Genoa (c’è stato anche un tentativo a vuoto per Zaccardo), Mesto non può andare via, questa la decisione del club rossoblù. Si è ripetuta, quindi, più o meno la stessa situazione dell’Inter, ceduto Maicon è stato bloccato Jonathan. Congelato Mesto e in attesa che la situazione possa ancora sbloccarsi oggi e in questo senso il Napoli è ancora fiducioso perchè si è continuato a lavorare fino a tarda ora, il direttore sportivo Bigon ha dovuto pensare ad altre alternative per il ruolo di vice Maggio, al momento ci sono ancora in piedi Schelotto dell’Atalanta, Zambelli del Brescia e il tedesco Bech dell’Hoffenheim.
Ufficializzato invece l’acquisto di Uvini: il difensore brasiliano ha firmato per cinque anni con il Napoli, resta in gruppo e verrà girato a un’altra squadra a gennaio. Si allenerà con gli altri azzurri, mesi di studio dell’universo Napoli, poi andrà altrove, nel gruppo di quest’anno comunque non rientra perchè le pedine sono tutte occupate. L’ufficializzazione è arrivata sul sito del San Paolo, club brasiliano che ha ceduto il difensore che ha partecipato alle Olimpiadi con la nazionale verdeoro. «La trattativa andava avanti da tempo. Si è risolto tutto bene. È stato un buon affare sia per me che per il San Paolo. Mi piacciono le sfide e sono pronto per questa nuova avventura. Spero di fare bene e di avere successo. Voglio ringraziare tutti i tifosi del San Paolo che mi hanno sempre sostenuto. Non è facile per me lasciare questo club», ha detto Uvini. Cessioni: Bariti è passato all’Avellino, resta da sistemare il difensore Rinaudo.
Il presidente De Laurentiis arriverà oggi a Castelvolturno, un saluto alla squadra e la carica a tutti alla vigilia dell’esordio di campionato al San Paolo contro la Fiorentina. E magari l’occasione potrebbe essere anche quella per sancire ufficialmente la firma di Cavani e l’annuncio. Con il Matador nei giorni scorsi è stato raggiunto l’accordo sul rinnovo del contratto, adeguamento economico (da 2.9 a 5 milioni compresi i bonus), prolungamento per un altro anno fino al 2017 e introduzione della clausola rescissoria da 55 milioni.
Gli altri movimenti di giornata. Il Milan ha preso De Jong, centrocampista olandese del City, triennale da 3.5 milioni a stagione. Bendtner è il nuovo centravanti della Juve. Accordo con l’Arsenal per un trasferimento con la formula del prestito, con diritto di riscatto fissato a 6 milioni di euro. La Fiorentina ha preso Migliaccio dal Palermo e Savic, il Torino ha concluso con Barreto e Pasquale.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google