Vargas, quale futuro?

Nonostante i gol fatti in Sudamerica Benitez non è convinto del suo rendimento in maglia azzurra

Dodici milioni: avete (ri)letto bene. E’ un’enormità. E’ una fortuna. E’ un patrimonio da tutelare, perché bisogna aver rispetto dei talenti ma anche di se stesso, di quel danaro faticosamente accumulato e poi investito. Dodici milioni di euro, che nel gennaio del 2012 Aurelio De Laurentiis ha versato all’Universidad de Cile per portare a Napoli un genietto che a quei tempi incantava. Un’incognita, ovviamente, come può esserlo qualsiasi calciatore da manipolare con cura, da lasciar ambientare, da far inserire non solo all’interno d’un calcio diverso ma anche di un Continente così distante per usi, costumi, abitudini, lingua e persino alimentazione. Eduardo Vargas è rimasto un (amabile e disperato) interrogativo, perché è pur vero che i soldi nella vita non sono tutto ma è altrettanto indiscutibile che dodici milioni di euro possano aiutare qualsiasi club a supportare meglio il proprio progetto: magari con Vargas o anche senza, però sapendolo.

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.