ESCLUSIVA- Vigliotti: “La sfida contro il Dnipro presenta molte insidie”

ESCLUSIVA- Vigliotti: “La sfida contro il Dnipro presenta molte insidie”

A 24 ore dalla sfida di Europa League contro il Dnipro, match a questo punto decisivo per le sorti del cammino europeo del Napoli, la Redazione di IamNaples.it intervista il collega Gianluca Vigliotti, esperto di calcio internazionale, sul cammino degli azzurri in Italia ed in Europa.

Quali sono le insidie che il Napoli incontrerà in Ucraina contro il Dnipro?

“Le difficoltà saranno tante, loro in campionato hanno sempre vinto in casa, in Europa League lo hanno fatto nei preliminari e contro il Psv. Gli ucraini giocano in uno stadio che si trova addosso al campo, la “Dnipro Arena” contiene 31.000 posti e si preannuncia il tutto esaurito. Sarà un match difficile, oltre tutto gli azzurri saranno costretti a fare risultato positivo per non compromettere il cammino in Europa”.

Il cosiddetto Napoli 2 può fare strada in Europa League?

“Contro l’Aik Solna sembrava una formazione ben messa in campo da Mazzarri, mentre ad Eindhoven è accaduto l’esatto opposto, sconfitta senza attenuanti. E’ vero che gli olandesi sono scesi in campo con l’atteggianento della gara della vita dopo la sconfitta a Dnipro, però, non si è visto lo stesso Napoli della gara del San Paolo. Domani sarà una partita difficile per il clima che gli azzurri troveranno alla “Dnipro Arena” dove farà molto freddo e per il valore degli ucraini, però, mi aspetto una prova di carattere di alcuni calciatori. Oltre ai giocatori poco impiegati nel campionato, rispetto al Psv vedremo Behrami e Gamberini. Capisco anche il pensiero di Mazzarri, puntare sui titolarissimi in Serie A e valutare gli altri nelle gare di Europa League”.

Dopo gli episodi di razzismo a Torino e Livorno, Tosel non ha preso provvedimenti seri. Perché secondo te?

“Dovremmo chiederlo a lui (ride n.d.r.). Io mi domando come mai Tosel sia ancora lì nonostante tutte queste sentenze a dir poco discutibili. Faccio molta fatica a comprendere le sue decisioni, non sono eque e spesso sembrano seguire il classico “due pesi e due misure”“.

Come esce il Napoli dalla sconfitta di Torino?

“Ne esce benissimo, è una sconfitta che non cambia nulla, questa partita ha lasciato l’amaro in bocca per la grande attesa che si era creata attorno all’evento e anche per le modalità del risultato finale. In caso di pareggio si sarebbero dette altre cose, secondo me basta riprendere il ritmo interrotto sabato scorso e già contro il Chievo la possibilità di riscatto è dietro l’angolo. E’ sempre una partita insidiosa ma l’avversario è alla portata di questo Napoli che sarà protagonista fino alla fine”.

A gennaio ti aspetti acquisti e in quali reparti?

“Siamo ad ottobre e non si possono fare ipotesi di alcun genere, la squadra sta andando bene e poi sarà importante anche il cammino in Europa League ai fini di tali scelte . So che la società sta monitorando diversi calciatori nei campionati esteri, però, ora è giusto pensare ai vari impegni stagionali e poi una volta arrivati a gennaio si tireranno le somme”.

Come giudichi il momento altalenante del cileno Edu Vargas?

“Dovremmo chiederlo a lui (ride n.d.r.), molto bene contro l’Aik Solna dove sembrava essersi sbloccato dal punto di vista realizzativo, meno bene contro Il Psv. Credo di interpretare il suo pensiero, vorrebbe giocare con continuità e avere poche occasioni non gli dà la giusta carica sul terreno di gioco. Vorrei aspettare ancora qualche gara prima di emettere un giudizio, però, dopo un anno non si sono visti grandi progressi. Comunque c’è tempo fino a gennaio per dare un giudizio definitivo”.

Da esperto della serie B, dopo giocatori come: Insigne, Verratti e Immobile che si sono messi in evidenza la scorsa stagione, quest’anno ci sono altri calciatori promettenti per il futuro?

“La serie B è diventata una vera e propria fucina di campioni, anche quest’anno ce ne sono tantissimi. Non faccio nomi ma sono certo che la serie cadetta ci regalerà altri calciatori promettenti che potranno poi confrontarsi con la massima serie”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google