Sanità e Centro Storico insieme in nome del “fare”, dei giovani e della musica

Sanità e Centro Storico insieme in nome del “fare”, dei giovani e della musica

La Finale dell’Apogeo Spring Contest

Giovedì, 25 giugno dalle 21.00

presso il Kestè, in Largo san Giovanni Maggiore Pignatelli

sul palco Ormanni Quartett, Novaffair, Bludiklein, Padu a contendersi una produzione discografica

L’ “Apogeo Spring Contest”, concorso musicale per le giovani band campane, lanciato da Apogeo Records, etichetta discografica “sociale”, figlia dell’associazione L’Altra Napoli Onlus del rione Sanità, è partito questo inverno e ha visto svolgersi le eliminatorie nel Kestè, storico luogo di incontro e di cultura di Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli che ha co/prodotto il contest. Ed è presso il Kestè che, giovedì 25 giugno dalle 21.00, si svolgerà la Grande Finale che rientra nelle iniziative di Giugno Giovani, kermesse promossa dall’ assessorato ai Giovani del Comune di Napoli. E’ una finale, che rappresenta però l’inizio di un percorso condiviso tra due realtà, il Centro Antico e il Rione Sanità che hanno voglia di riemergere attraverso la bellezza, la cultura e l’impegno sociale.

Apogeo Records è una giovane ed importante etichetta discografica sociale, nata nell’ambito dal progetto “Musica e Nuove Tecnologie” di L’Altra Napoli ONLUS, avviato nel 2010 grazie al finanziamento della Fondazione Telecom ed al sostegno di IBM, con il quale è stato possibile realizzare uno studio di registrazione all’avanguardia, nel cuore del Rione Sanità: il Sanità Music Studio, collocato nella suggestiva cornice seicentesca della Basilica di San Severo, messa a disposizione dall’Arcidiocesi di Napoli. Apogeo Records e di Sanità Music Studio sono diventate il “core” delle attività sociali dedicate alla musica di L’Altra Napoli Onlus, impegnata da 10 anni nel piano sociale “Rione Sanità, ieri oggi e domani” finalizzato a creare nuove e più sane opportunità di crescita e aggregazione per i giovani a rischio del quartiere Sanità.
Il contest: Dall’incontro del Kestè con Apogeo Records è nato il contest concepito per dare voce e spazio alle giovani realtà musicali campane, “molte, moltissime e di grandissimo valore che hanno solo bisogno di un megafono. Insieme al Kestè speriamo di riuscire a raggiungere questo obbiettivo e diventare uno strumento per le molte band che stanno emergendo!”, dichiara Andrea de Rosa, presidente di Apogeo Records.
Il contest vedrà come premio una produzione discografica curata dal Sanità Music Studio per Apogeo Records e la realizzazione di un videoclip professionale per il lancio del prodotto discografico, corredato di un servizio fotografico. Insomma il pacchetto completo necessario a lanciare la band vincitrice tra le grandi realtà cittadine e nazionali.

Sul palco di Largo San Giovanni maggiore Pignatelli, allestito dal Kestè, a contendersi la prestigiosa produzione ci saranno: Ormanni Quartett, Novaffair, Bludiklein, Padu. Quattro band molto differenti tra loro, ma dal valore tecnico e creativo altissimo. Il programma della serata prevede 4 live da 30 minuti l’uno, con inizio alle 21.00.
La giuria è composta da: Fabrizio Caliendo, Rock Events, Claudio Poggi di Cla-po records ( storico produttore discografico che ha scoperto e prodotto Terra Mia di Pino Daniele e dunque esperto del settore discografico), Andrea De Rosa di Apogeo Records.
E’ inoltre previsto un premio assegnato dal pubblico che consisterà in un concerto presso il Kestè e 200 euro. L’evento del 25 giugno è realizzato anche grazie al sostegno dell’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, nell’ambito della kermesse “Giugno Giovani”.
La manifestazione rappresenta, inoltre, l’inizio di una collaborazione tra L’altra Napoli ONLUS, connessa visceralmente ad Apogeo Records, e l’associazione Artéteka, emanazione “social” del Kestè e del suo fondatore, Fabrizio Caliendo, che dal 2004 lavora costantemente per la riqualificazione dell’area del Decumano del Mare.

Il concerto è quindi anche un’occasione di mettere in sinergia le forze positive della città. Il sodalizio vedrà in futuro l’organizzazione di eventi e manifestazioni culturali per il sociale, in primis l’incontro pubblico “Decumano del Mare, ieri oggi….e domani?” che si terrà a luglio nella Basilica di San Giovanni Maggiore e che verterà proprio sullo sviluppo del neonato Decumano battezzato “del mare” proprio da Fabrizio Caliendo, idea accolta dal territorio e dalle Istituzioni. “Il Decumano del Mare- afferma Fabrizio Caliendo- , così come il Rione Sanità, sono spazi dal valore storico e culturale immenso. Rappresentano delle “periferie” all’interno dello stesso centro storico mentre dovrebbero essere il vero cuore pulsante della cultura. Questo gemellaggio vuole lavorare proprio su questa trasformazione, in sinergia con il territorio e con le istituzioni”.

Info: www.kestè.it, www.apogeorecords.com – www.sanitamusicstudio.com, www.faicentro.org


Giornalista pubblicista e operatore sociale.Laureato in sociologia è uno degli Speaker di Radio Siani: autore e conduttore de "Gli Incorreggibili" programma di informazione e intrattenimento in onda il venerdi dalle 19 alle 20 su www.radiosiani.com. Addetto Stampa dell'associazione culturale Karma- Arte Cultura Teatro. Ama il lato "Sociale" della vita e la Cultura.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google