Allegri: ”Abbiamo 19 partite per prendere il Napoli: aspettiamo il passo falso”

Allegri: ”Abbiamo 19 partite per prendere il Napoli: aspettiamo il passo falso”

Dopo il successo conquistato in casa dell’Hellas Verona, Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni di Premium Sport:

Gara complicata ma che ha restituito Dybala?
“E’ importante che sia tornato al gol, siamo contenti tutti, dopo il primo gol tgià ha giocao meglio perché sapeva che era un momento delicato, oggi ha tirato meglio anche le punizioni, come sempre la condizione psicologica è tutto nel calcio. Siamo contenti ma sappiamo che la squadra non ha fatto una buona partita, i ragazzi lo sanno, abbiamo messo a rischio la gara dopo un inizio bello, abbiamo rallentato, abbiamo sbagliato tantissimi passaggi e su questo dobbiamo migliorare. Fortunatamente siamo usciti con i tre punti, non possiamo permetterci di lasciare punti per strada, oggi era importante vincere per staccare le altre e restare in scia al Napoli che ha fatto un anno straordinario”:

Le altre sono staccate, per lo Scudetto è una questione Juve-Napoli?
“Le altre non sono da tirare fuori dalla corsa, noi dobbiamo guardare chi sta davanti e adesso è il Napoli ma noi abbiamo un periodo complicato, fino alla gara di campionato col Torino avremo cinque trasferte e due in casa e vincere in trasferta non è mai semplice, per noi sarà il momento decisivo. Queste sono le gare più facili da preparare ma anche le più importanti”.

Il cambio all’intervallo?
“Con più ampiezza c’era più sfogo, il gol lo abbiamo preso in modo fortuito, giocando con i tre davanti, Khedira doveva sacrificarci facendo la mezzala esterna e faceva fatica, non raddoppiavamo con Lichtsteiner, loro portavamo più uomini quindi nel secondo mi sono messo con un 4-4-2 normale, dopo il gol abbiamo reagito bene e portato a casa una vittoria importante ma dopo l’1-0 nostro fino all’1-1 la prestazione non è stata all’altezza”.

Con il centrocampo a tre facevate più fatica?
“Perché giocando con Dybala-Manduzkic e Higuain che di fatto faceva il quarto centrocampista, siamo rimasti spesso con due contro due dietro e abbiamo concesso tante ripartenze, il Verona ha fatto una buona gara, lo avevo detto prima della sfida che è una squadra in salute, veniva da ottime prestazioni, sia per risultati, che per la velocità, la tecnica, non vincevamo qui dal 2001 quindi era una gara importante”.

Cosa si augura per il 2018?
“La Juventus deve cercare di restare in corsa per i tre obiettivi, mercoledì avremo il derby di Coppa e dobbiamo andare avanti, il campionato si risolverà nelle ultime gare, il Napoli ha fatto 99 punti nel 2017, cose straordinarie, gioca un bel calcio, sfrutta al meglio le caratteristiche dei giocatori che ha, è un’antagonista importante ma noi stiamo lì e aspettiamo il passo falso, non c’è fretta, non si scappa: abbiamo 19 partite”.

Prima del gol di Dybala lo stava per sostiuire?
“No doveva uscire Mandzukic, in queste serate, inizia bene poi secondo lui si mette facile e va in risparmio energetico”.

Dybala cambiato dal gol?
“La testa è tutto, nella vita in generale, quando sei a posto psicologicamente le cose vanno meglio, il consiglio è pensare solo a fare e fare, inutile pensare. Basta vedere Higuain, ha tirato con cattiveria nelle prime due occasioni, sul terzo che pensava facile ha sbagliato, in campo bisogna avere sempre cattiveria. Dybala è un ragazzo che sta crescendo, deve pensare solo al suo percorso senza ascoltare i paragoni, gli fanno del male, con Neymar sarà uno dei più forti al mondo. Non deve pensare a Messi e Ronaldo, deve migliroarsi e lavorare, il futuro è dalla sua parte senza farsi prendere dalle ansie”.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google