Analisi Tattica Napoli Calcio

Empoli-Napoli, l’analisi tattica: padroni di casa dinamici e solidi in fase difensiva, azzurri assenti sul goal di Di Lorenzo

L’Empoli si presenta con quasi tutti i calciatori nella propria metà campo, ma dimostra di saper ripartire bene in contropiede

VERSO LA GARA – Dopo la vittoriosa trasferta di Roma, il Napoli di Ancelotti affronta l’Empoli al “Castellani” nell’ambito della trentesima giornata del campionato di Serie A: il tecnico azzurro deve fare ancora a meno di Insigne, con Hysaj e Mertens che vanno in panchina, ma non sono al 100%. Ancelotti conferma dunque Meret tra i pali, con Malcuit e Mario Rui sulle corsie laterali e Luperto e Koulibaly centrali difensivi. In mezzo al campo, Zielinski va ad affiancare Allan, con Callejon e Younes esterni di centrocampo; infine, Ounas affiancherà Milik in attacco. Andreazzoli, tecnico dell’Empoli, imposta un 3-5-2 che vede Maietta, Silvestre e Veseli al centro della difesa, con Traore, l’obiettivo azzurro Bennacer e Krunic nel ruolo di interni di centrocampo e Di Lorenzo e Pajac sulle corsie laterali. In attacco, il tecnico dell’Empoli si affida al tandem composto da Farias e Caputo.

LE CHIAVI DEL MATCH – I ritmi della gara si dimostrano alti fin da subito: entrambe le squadre attuano un pressing alto sul portatore di palla avversario e provano a gestire con rapidità la circolazione di palla. In fase di copertura, l’Empoli si presenta con quasi tutti i calciatori nella propria metà campo – soltanto Caputo e talvolta Farias restano in posizione più avanzata; d’altra parte, i padroni di casa dimostrano anche buonissima personalità, dinamismo e soprattutto si propongono spesso in avanti, costringendo gli azzurri ad abbassare il proprio baricentro. Al 28’ è proprio l’Empoli a portarsi in vantaggio con Farias, che batte Meret con una conclusione di destro dalla distanza: in questo caso una deviazione di Zielinski in area risulta a dir poco decisiva, poiché spiazza completamente il portiere azzurro. Al 40’ Andreazzoli è costretto a sostituire l’infortunato Krunic con Brighi. Il Napoli prova ad abbozzare una reazione e mette in mostra le proprie qualità di palleggio, ma l’Empoli si difende in maniera ordinata e impedisce agli azzurri di rendersi pericolosi in area. In tal senso, le conclusioni da fuori area diventano vitali per la squadra di Ancelotti: al 44’ Zielinski trova il goal del pareggio proprio con un tiro dalla distanza – in verità piuttosto centrale – che sorprende Provedel (non impeccabile nel suo intervento). Nei minuti successivi al goal del pareggio, i partenopei crescono in termini di intensità e soprattutto di convinzione, alzando progressivamente il proprio baricentro. D’altra parte, l’Empoli non si disunisce ad inizio ripresa, tornando a giocare come prima del goal di Zielinski, e trovando anche il goal del 2-1 con Di Lorenzo, che su calcio d’angolo si inserisce tra Milik e Allan, battendo di testa Meret. Al 57’, Ancelotti corre al riparo, inserendo Mertens e Fabian al posto di Ounas e Younes, con Zielinski che si sposta dunque sulla fascia sinistra. Il Napoli prova ad accelerare anche grazie alla qualità dei neoentrati, ma l’Empoli si chiude nella propria metà campo per poi sfruttare il contropiede sui non pochi errori commessi dai partenopei. Al 76’ Ancelotti spende l’ultimo cambio a sua disposizione per inserire Verdi al posto di Malcuit: Callejon indietreggia sulla linea dei difensori, lasciando dunque il proprio posto a Verdi. Nonostante i reiterati tentativi del Napoli di rimontare il risultato, l’Empoli si dimostra molto abile in fase di copertura e riesce a controllare il risultato – anche grazie all’ottimo lavoro degli attaccanti, che fanno salire la squadra e guadagnano minuti – fino al triplice fischio arbitrale.

 

A cura di Mariano Menna

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.