FOCUS – Alla scoperta della Dinamo Kiev di Rebrov. Lo stadio evoca un drammatico precedente…

FOCUS – Alla scoperta della Dinamo Kiev di Rebrov. Lo stadio evoca un drammatico precedente…

Il Napoli pesca un girone di Champions abbordabile dopo gli ultimi due sorteggi decisamente più complicati. Benfica, Dinamo Kiev e Besiktas. Portogallo, Ucraina e Turchia per gli azzurri, andiamo a scoprire la Dinamo Kiev, tra le squadra più blasonate dell’Ucraina.

UN PO’ DI STORIA – Il Futbol’nyj Klub Dynamo Kyïv, nota come Dinamo Kiev, è la squadra più titolata dell’ex URSS. Squadra della capitale ucraina, è stata fondata nel 1927, ha vinto ben 13 campionati sovietici, 15 campionati nazionali ucraini, 9 Coppe sovietiche, 3 Supercoppe sovietiche, 11 Coppe d’Ucraina e 5 Supercoppe d’Ucraina a livello nazionale. Questo il palmares internazionale: 2 Coppe delle Coppe, 1 Supercoppa UEFA e 5 Coppe della CSI.

L’ALLENATORE – La squadra è allenata da Serhij Stanislavovyč Rebrov, ex calciatore ucraino e primatista di gol, 31 per la precisione con la stessa Dinamo Kiev nelle competizione della UEFA. Da calciatore ha avuto una discreta carriera (Shakhtar, Dinamo e Arsenal Kiev), Inghilterra (Tottenham e West Ham), Turchia (Fenerbahce) e Russia (Rubin Kazan). Da allenatore Rebrov ha cominciato nelle giovanili della Dinamo nel 2009, per poi diventare vice della Dinamo 2 nel 2010, dell’Ucraina nel 2011 e della prima squadra della stessa Dinamo dal 2011 al 2014, prima della promozione in prima squadra nel 2014, con la quale ha vinto due campionato, una Supercoppa e due Coppe d’Ucraina.

GLI ULTIMI RISULTATI – La Pari-Match League, il campionato ucraino, è cominciata il 22 luglio ed è alla sesta giornata. La Dinamo Kiev e lo Shakhtar Donetsk sono prime in coabitazione con 15 punti e cinque vittorie in altrettante partite. La squadra di Rebrov ha battuto l’Oleksandriya 5-1 alla prima giornata, il Karpaty L’viv 0-2, il Dnipro con il risultato di 1-0, lo Stal Kamianske 1-2 e infine il Volyn Lutsk 2-1. Il prossimo impegno è in programma sabato alle ore 18.30 contro il Vorskla. Questo il 4-1-4-1 che ha battuto il Volyn Lutsk: Shvkovsky; Morozyuk, Danilo Silva, Dragovic, Antunes; Korzun; Yarmolenko, Sydorchuk, Garmash, Gonzalez; Gladky.

LE STELLE – Tra i giocatori più forti della squadra ci sono il difensore Domagoj Vida, l’esterno Yarmolenko, ma anche gli attaccanti Gladky e Moares.

STADIO – Lo Stadio Olimpico di Kiev (Complesso Nazionale Sportivo Olimpico) è stato inaugurato nel 1923 e ha una capienza di 70.050 posti. Ha preso il nome attuale nel 1996 ed è stato ristrutturato cinque volte, l’ultima in occasione di Euro 2012 quando ha ospitato cinque partite tra cui il quarto di finale dell’Italia vinto ai rigori contro l’Inghilterra e la finale persa dagli azzurri contro la Spagna. Lo stadio è molto caldo e sarà sicuramente il punto di forza della squadra di Rebrov, si aspetta un clima molto acceso e passionale.
IL DRAMMATICO PRECEDENTE – Il 13 maggio 2015, poco più di un anno fa, come tutti ricorderanno, allo Stadio Olimpico il Napoli uscì dalla semifinale di Europe League contro il Dnipro. Una tremenda delusione in un ambiente molto caldo.
A cura di Dario Gambardella


Laureando in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, diplomato al Liceo Classico Jacopo Sannazaro. Dal 2011 collabora con la Redazione del programma TV Golden Gol di Mario Cacciatore, visibile su Tele A+ e Tv Capital e con IamNaples.it, cura l’organizzazione del torneo universitario di calcio a 8 “UniConfederation League”. Appassionato di tutti gli sport, in particolare calcio, tennis e pallacanestro, ama particolarmente il calcio minore, soprattutto quello campano. Il suo obiettivo massimo è formarsi nel giornalismo sportivo.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google