Rubin Kazan, Berdyev elogia Sarri: “Lo considero più forte di Guardiola, è un grande intellettuale e lo volevo in Russia”

"La sua forza sta nei dettagli, non c'è un piccolo dettaglio che non sia sotto il suo sguardo"

Kurban Berdyev, tecnico del Rubin Kazan e grande ammiratore di Sarri, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Russian Football News, parlando anche del tecnico del Napoli: “Sono rimasto molto colpito da Marcello Lippi e Maurizio Sarri. Lippi è un grande allenatore, un campione del mondo, ed è stato interessante vedere come lavora in Cina. Ho fatto visita anche a Maurizio Sarri, all’epoca era il manager di Empoli. Non molte persone sapevano chi fosse, e ora è il manager del Napoli. Ma ho visto una potente organizzazione quando ho guardato le partite di Empoli. Ho intravisto le sue doti. Era un ragioniere! Non ho capito come sia stato possibile! All’inizio, ho pensato che si affidasse ad assistenti competenti e quindi sono venuto da lui. Ed era un uomo molto semplice, aperto, in tuta da ginnastica”.

Qual era il suo segreto?

“La sua forza è nella sua organizzazione. Non ha mai giocato a calcio, ma parliamo di un vero intellettuale: ha una mente analitica che può sistematizzare tutto e organizzare il gioco. Quando Sarri era a Empoli, Spalletti, che era senza lavoro, lo chiamò e disse: “Chiamami quando tieni un allenamento tattico, verrò”. Queste sessioni di allenamento sono davvero interessanti, con attenzione ad ogni dettaglio. Giudico Sarri più forte di Guardiola. La sua forza sta nei dettagli, non c’è un piccolo dettaglio che non sia sotto il suo sguardo. Anche Guardiola presta attenzione a tutto, ma Sarri scava ancora più a fondo. Questa è la sua forza. E quando l’ho visto, volevo invitarlo immediatamente a Rubin”

Davvero? Per sostituirti dopo essere stato licenziato?

“Sì! Ne ho parlato con lui ed il suo assistente mi ha detto: “Andiamo, andiamo”. Quando sono arrivato da lui, ho capito che questo era l’uomo che poteva far crescere il Rubin. Sarri è un manager molto forte e i suoi risultati a Napoli lo attestano”.

Stai nominando solo allenatori italiani. Perché sei così interessato a loro?

“Mi piacciono gli italiani: capisco la loro filosofia e Sarri è qualcosa di nuovo. Questo tecnico ha portato qualcosa di nuovo nel calcio. Anche Arrigo Sacchi ha detto che Sarri rappresenta il prossimo livello di sviluppo del calcio”.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.