Under 16, Napoli-Sampdoria 1-2: le pagelle di IamNaples.it

Under 16, Napoli-Sampdoria 1-2: le pagelle di IamNaples.it

Termina l’avventura dell’Under 16 del Napoli che, dopo sette vittorie consecutive con cui ha conquistato il terzo posto nella regular season, si è fermata al primo turno dei play-off contro la Sampdoria cinica e capace di sfruttare gli errori difensivi degli azzurrini.

BAIETTI 6: Qualche errore con i piedi e poi il fuorigioco di Donato lo grazia al 15′ della ripresa, quando non trattiene il tiro-cross di Pedicillo.

SOMMA 5,5: Deve credere più in se stesso, dovrebbe spingere di più sulla sua corsia, quando lo fa crea pericoli alla difesa della Sampdoria. (Dal 24′ s.t. Matrone 6,5: Ottimo spezzone di gara, vince tanti uno contro uno, recupera palloni e talvolta cerca anche di dare il suo contributo in fase di spinta)

CIRILLO 6: Sbanda nel primo quarto d’ora, poi prende le contromisure ed è uno dei più attenti, nell’uno contro uno non si fa saltare mai ed è uno dei pochi ad arrivare quasi sempre sulle seconde palle.

BARBA 6: Tiene in gioco Pedicillo in occasione del gol del vantaggio della Sampdoria, poi è più volte efficace in tanti interventi difensivi, nell’uno contro uno, abbastanza bene nelle letture. (Dal 24′ s.t. De Simone 6: Rende l’attacco più incisivo e, infatti, è lui a subire il fallo da rigore, dal dischetto poi ci ha pensato Umile)

SEPE 5,5: Se la cava nel gioco aereo, commette l’errore in uscita che porta al gol del vantaggio della Sampdoria e purtroppo ha un peso specifico rilevante nella sua prestazione e soprattutto nella partita.

IACCARINO 6,5: Alterna buone giocate ad errori nel palleggio soprattutto nel primo tempo, ha il merito di essere l’uomo più pericoloso con le sue punizioni insidiose, una al 18′ del primo tempo si stampa sulla traversa. L’azione del rigore dell’1-2 anche passa per i suoi piedi, la sua conclusione dalla distanza mette in difficoltà Rossi, sulla respinta viene steso De Simone da Campaner.

DE MARTINO 5: Non è brillante nel palleggio, perde parecchi duelli in mezzo al campo e commette il doppio errore che porta al gol del momentaneo 2-0 della Sampdoria, che si è rivelato determinante nell’economia della partita.

VERGARA 5: Solo qualche triangolazione con Umile e poco più, soffre la fisicità e l’aggressività del centrocampo avversario, non riesce a produrre spunti determinanti che con le sue qualità tecniche sono nelle sue corde. (Dal 1′ s.t. D’Angelo 5,5: Nei primi dieci minuti della ripresa trasforma la partita, realizza due spunti importanti, nella seconda occasione Rossi respinge di piede, poi esce dalla gara, non riesce a trascinare la squadra quando il suo talento potrebbe determinare la rimonta)

ACAMPA 6: A lungo è uno dei più presenti sul fronte offensivo, a provarci con gli uno contro uno, a rientrare sul suo sinistro, gli manca solo l’acuto vincente.

D’AGOSTINO 5,5: Prova ad uscire dalle marcature della Sampdoria, a cercare il fraseggio con i compagni ma non riesce ad incidere, nella ripresa all’11’ sul calcio di punizione di Umile respinto da Rossi calcia a lato a porta vuota da posizione defilata, in maniera affrettata.

UMILE 5,5: Trasforma il rigore, con un calcio di punizione impegna Rossi all’11’ ma fa poco altro. Gli manca più volte la forza in certe situazioni nell’area avversaria che potevano essere decisive.

SORANO 5,5: Il Napoli soffre la maggiore fisicità del centrocampo della Sampdoria come avvenne contro la Juventus nella semifinale Under 15 della scorsa stagione. L’interpretazione del primo tempo non è l’ideale, il Napoli paga l’errore difensivo che porta al gol dello svantaggio e riesce a rendersi pericoloso soltanto con le punizioni di Iaccarino. Buone le scelte d’inserire D’Angelo nell’intervallo e sullo 0-2 di giocarsi anche la carta De Simone ma la squadra ha messo in mostra i limiti sotto il profilo della mentalità, non è bastato l’avvicendamento in panchina per risolverli. La delusione per la gara di oggi non offusca, però, la svolta che comunque ha dato alla squadra nel percorso che ha portato il Napoli con sette vittorie consecutive.

Ecco il tabellino del match:

NAPOLI (4-3-3): Baietti 6; Somma 5,5 (dal 24′ s.t. Matrone 6,5), Cirillo 6, Iaccarino 6,5, Barba 6 (dal 24′ s.t. De Simone 6), Sepe 5,5, Acampa 6, De Martino 5, D’Agostino 5,5, Vergara 5 (dal 1′ s.t. D’Angelo 6), Umile 5,5. Panchina: Pinto, Carannante, Maciariello, Natale, Visconti,  Assalve. All. Sorano 5,5

SAMPDORIA (3-5-2): Rossi 6,5, Vigliani 5 (dal 33′ s.t. Sanguinetti s.v.), Alesso 6,5, Canovi 6,5, Chiarlone 6,5, Campaner 5,5, Malagrida 6, Bertozzi 5,5, Donato 6 (dal 35′ s.t. Riccio s.v.)), Dolcini 6,5, Pedicillo 6,5 (dal 35′ s.t. Ozuna Mejia s.v.). Panchina: Spagnulo, Chiodi, Pozzato, Migliardi,  Riccio, Ravera, Prrocka. All. Alessi 6,5

Marcatori: 6′ p.t. Alesso (Sa), 22′ s.t. Canovi (Sa), 32′ s.t. Umile su rig. (Na)

Ammoniti: Bertozzi (Sa), Dolcini (Sa)

Note: espulso Vigliani per proteste al 32′ s.t.

Dai nostri inviati al Kennedy Ciro Troise e Francesco Russo

 


Ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in “Televisione, Cinema e New Media” presso l’Università IULM di Milano, dopo il percorso triennale di studi concluso con la lode a Napoli al Corso di Laurea “Culture Digitali e delle Comunicazioni” all’Università Federico II. Editorialista de “Il Corriere del Pallone”, è giornalista pubblicista da Gennaio 2010. Lavora nell’Ufficio Comunicazione di Reach Italia Onlus.

Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google