VIDEO – Koulibaly: “Il razzismo va combattuto, a Napoli amano gli stranieri e li amo anche io”

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, ha rilasciato un’intervista a Onze Mondial: “La mia reazione a una persona razzista? Se sei razzista, hai una motivazione, non puoi odiare una persona per niente. Allora proverò a ragionare con lui. Dopo, se vedo che è una causa persa, gli dirò: “Vai per la tua strada, io vado per la mia strada”. La mia idea principale è cercare di capire prima le persone. Io, cerco costantemente di portare amore nelle persone. La mia educazione è così, io sono così. Amo tutti, sono tollerante con tutti. Alla fine ognuno fa quello che vuole. Il razzismo è un flagello, è qualcosa che dobbiamo combattere! E oggi sta diventando un tabù, è questo che mi infastidisce di più! (…) Siamo nel 2022 e c’è ancora molto razzismo. Voglio chiarire che il razzismo è multiplo. C’è razzismo contro il colore della pelle, ma c’è anche il razzismo contro la terra, per esempio. (…) Le persone devono capire che siamo tutti uguali, siamo tutti esseri umani. Sono solo la personalità e il carattere delle persone che cambiano. Sai perché mi piace il Napoli, è perché la gente è tollerante. Amano davvero gli stranieri. Sono arrivato come una persona di colore tra virgolette, ma non ho avuto problemi, la gente mi ammira, sono molto popolare qui. E li amo anche io”.

 

Su Marine Le Pen alle elezioni presidenziali: “È preoccupante perché è estremo, lei rappresenta l’estrema destra. Per me, qualsiasi cosa estrema è pericolosa. L’estrema destra dà voce e parola al razzismo. Quando vedi così tante persone votare per lei, mi rattrista. Dopo, ognuno ha le proprie idee. Ha anche altre idee anche se penso che il suo partito politico sia essenzialmente basato sul razzismo. E fa male vedere tutte queste persone che la supportano. Anch’io sono francese. E fa male che persone così non accettino che sono francese. Fa male vedere così tante persone votare per lei, ma penso che così tante persone votino per lei perché vogliono il cambiamento. Ma non è questo cambiamento che porterà soluzioni alla Francia”.

 

Sulla vittoria col Senegal: “Vincere un titolo con il tuo Paese, la tua patria, per milioni di persone che ti seguono, è indescrivibile. Durante il nostro viaggio, il paese si è fermato per noi. È difficile fermare un intero paese. Quando l’intero Paese si ferma a guardare la finale, e a fine partita, vede i colori della bandiera sul tetto del continente africano, è qualcosa di eccezionale. Edou (Mendy) ha ragione. Vinci qualcosa in club, puoi farlo con più club, d’altra parte, vinci un trofeo con la tua nazionale, puoi farlo solo con la tua selezione. Sentire la forza e il fervore del Paese quando siamo tornati in Senegal è stato magico. Non l’avevo mai sperimentato. A volte chiudo gli occhi e ripenso a quelle migliaia di persone che erano lì, correndo dietro al nostro autobus, perdo le parole”.

 

Secondo Milik sei il miglior difensore: “Non sono d’accordo con nessuno su questo. Le persone danno la loro opinione e io cerco di dare il meglio di me in campo. Cerco di fare il mio lavoro al meglio, cerco di essere uno dei migliori difensori del mondo. (…) Ascoltare le parole di Arek su di me mi ha reso felice. È un attaccante di qualità, sapevo che avrebbe fatto bene al Marsiglia. Ho avuto la possibilità di giocare con lui, è un grande marcatore. Sapevo che avrebbe segnato i suoi gol a Marsiglia, alcune persone sono rimaste sorprese. Ma sapevo che avrebbe fatto il suo lavoro. È un grande attaccante, con un grande sinistro, un profilo alto, completo. Sa attaccare, difendere, segna da destra, da sinistra, di testa. È un attaccante molto importante. Quando era qui ad allenarsi, ci sfidavamo continuamente per galvanizzarci a vicenda”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kalidou Koulibaly (@kkoulibaly26)

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.