Youth League, Feyenoord-Napoli 4-3: le pagelle di IamNaples.it

Youth League, Feyenoord-Napoli 4-3: le pagelle di IamNaples.it

Dopo l’addio alla Coppa Italia per la sconfitta contro il Benevento, la Primavera del Napoli saluta anche la Youth League. Bisognava vincere a Rotterdam per continuare l’avventura europea, il Napoli è andato in vantaggio con Zerbin ma ha subito la rimonta olandese. Encomiabile la reazione fino al 3-3 ma nel finale il Feyenoord porta a casa la vittoria con un rigore di El Bouchataoui. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

SCHAEPER 6,5: Può farci poco sui due gol subiti ma sullo 0-1 salva due volte i suoi, la parata sulla conclusione dal limite di Burger è un miracolo. Sulla punizione del 3-1 ha delle responsabilità perché il gol arriva sul suo palo, però, anche nel finale in più occasioni riesce a metterci il suo zampino.

SCHIAVI 6: E’ quello più lucido del reparto arretrato, sia in copertura che nel ripartire. Zwarts è un cliente scomodo, scappa spesso a Mezzoni ma Schiavi in varie occasioni riesce a rimediare. E’ ingenuo nel finale a commettere il fallo da rigore sul dribbling di Bangura

ESPOSITO 5,5: Sbanda nei lanci a scavalcare la linea, soffre la pressione di Vente. Commette un errore di leggerezza nella ripresa che poteva costare il 4-1, l’uscita di Schaeper e il rimpallo favorevole hanno impedito un altro gol olandese.

SENESE 5,5: Deve contenere spesso anche le avanzate dalla fascia destra del Feyenoord aiutando Scarf, come Esposito va in difficoltà quando è chiamato a scappare dietro sui lanci dalle retrovie

MEZZONI 5,5: Prova ad attaccare lo spazio in più occasioni, è poco lucido al momento della scelta della giocata, cross o assist che sia. Gli sfugge spesso Zwarts, dovrebbe aiutare di più la fase difensiva, si espone spesso lui o porta Schiavi all’uno contro uno con l’ottimo numero 11 del Feyenoord. (Dal 59’ Sgarbi 6,5: Ottimo impatto sulla partita, si muove tanto e mette in difficoltà la difesa avversaria, è suo l’assist per il gol di Palmieri)

OTRANTO 5,5: E’ una partita a due facce, nella prima mezz’ora col pallone tra i piedi illumina la scena, al 24’ mette Zerbin a tu per tu con Bijlow ma soffre quando si tratta di agire in fase d’interdizione. Il gol del pareggio del Feyenoord nasce da un suo duello perso a metà campo.

BASIT 5,5: Nella prima mezz’ora mette in campo l’intelligenza tattica, intercetta spesso le linee di passaggio, poi cala al cospetto dell’intensità del Feyenoord e subentra anche il nervosismo con l’ammonizione rimediata.

SCARF 4,5: Balbetta quando Huijgen lo punta, è spesso attaccato anche alle spalle e commette l’ingenuità che regala la punizione da cui arriva il gol del 3-1. Si fa buttare fuori con un intervento inopportuno, essendo già ammonito, su Zwarts.

PALMIERI 6: Fa tanto movimento ma non riesce mai ad essere incisivo, a produrre la giocata giusta negli ultimi venti metri per circa un’ora di gioco. Segna su assist di Sgarbi la rete del 3-2, che riaccende le speranze azzurre, è il suo primo gol europeo. (Dall’85’ Energe s.v.: Entra nel finale, cerca di far male sulla destra dopo il gol del 3-3)

GAETANO 6,5: Nella prima mezz’ora è il più ispirato, si rende subito pericoloso, poi inventa l’assist per il gol di Zerbin e sullo 0-1 è anche spesso propositivo. Con la rimonta del Feyenoord cala e insiste eccessivamente nella ricerca della giocata personale, ma dopo il 3-2 prende fiducia, si procura e segna il rigore del 3-3

ZERBIN 6,5: Segna il gol del vantaggio, spreca al 24’ purtroppo la palla del possibile 0-2 ma è l’ultimo a mollare e i tentativi di rialzare la testa nascono dalle sue scorribande sulla fascia sinistra. (Dal 77’ Bartiromo 6: Si cala nella battaglia con ordine e applicazione)

BEONI 6,5: Ottimo l’approccio alla gara, la squadra mette in mostra personalità nella prima mezz’ora, c’è tanto da lavorare sulla fase difensiva, come per esempio sulle palle inattive. All’andata Geertruida segnò il gol del 2-2 sugli sviluppi di un corner, ci è riuscito di nuovo al ritorno. Buona anche la capacità di non deprimersi dopo il 3-1, di restare in partita nonostante ormai l’impresa fosse complicata e di riuscire a chiudere il match sul 3-3 in dieci uomini prima di subire la rete del 4-3 all’ultimo istante.

Ecco il tabellino del match:

FEYENOORD (4-3-3): Bijlow 6,5; Reith 5,5, Lewis 6, Geertruida 6,5, Smeulers 6; Burger 6,5, Kokcu 7,5 (dall’80’ Wehrmann 6), El Bouchataoui 6,5; Zwarts 7 (dall’88’ Bangura 6,5), Vente 5,5 (dal 46′ Toure 6,5), Huijgen 6,5. Panchina: Van Leeuwen, Tourè, Wehrmann, Butler, Bangura, Van Mullem, Van Wetten. All. Adriaanse 6

NAPOLI (3-4-3): Schaeper; Schiavi, Esposito, Senese; Scarf, Otranto, Abdallah, Mezzoni (dal 59’ Sgarbi); Zerbin (dal 77’ Bartiromo), Gaetano, Palmieri (dall’85’ Energe). Panchina: D’Andrea, Micillo, Bartiromo, Marino, Energe, Pizza, Sgarbi. All. Beoni

Marcatori: 10’ Zerbin (Na), 32, 49’’ Kokcu (Fe), 37’ Geertruida (Fe), 69’ Palmieri (Na), 85’ Gaetano su rig., 93’ El Bouchataoui

Ammoniti: Burger (Fe), Kokcu (Fe), Basit (Na), Esposito (Na), Otranto (Na)

Note: espulso Scarf (Na) per doppia ammonizione al 74’, circa 3000 spettatori

 

Dal nostro inviato a Rotterdam Ciro Troise


Ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in “Televisione, Cinema e New Media” presso l’Università IULM di Milano, dopo il percorso triennale di studi concluso con la lode a Napoli al Corso di Laurea “Culture Digitali e delle Comunicazioni” all’Università Federico II. Editorialista de “Il Corriere del Pallone”, è giornalista pubblicista da Gennaio 2010. Lavora nell’Ufficio Comunicazione di Reach Italia Onlus.

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google