Aurelio De Laurentiis: ”Concerti al San Paolo? Giocheremo la prima fuori casa. Valdifiori? Era da tempo che volevo un regista. Su Reina…”

Aurelio De Laurentiis: ”Concerti al San Paolo? Giocheremo la prima fuori casa. Valdifiori? Era da tempo che volevo un regista. Su Reina…”

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Radio Gol in onda sulle frequenze di Radio Kisskiss Napoli: “Sarri? Ho avuto l’impressione che sia un uomo molto attaccato al suo lavoro e di grande esperienza. Juve e Milan hanno utilizzato allenatori da categorie inferiori, Sarri ha già fatto un anno di A. La sua tipologia di gioco mi ha intrigato. Storicamente mi è sempre rimasto tra la gola ed il palato il desiderio di avere un regista. Non lo abbiamo mai avuto, e mi capitò anche dopo l’acquisto di Verratti. Credo Valdifiori sia l’acquisto giusto, è arrivato a 29 anni in serie A ed in Nazionale dopo una lunga gavetta e dopo un duro lavoro. Reina? Ho un appuntamento con lui domani per le visite mediche, se tutto andrà per il meglio, il contratto sarà firmato. Concerti al San Paolo? L’ho presa piuttosto male questa decisione. Ho un grande rispetto ed ammirazione per Vasco Rossi, così Jovanotti è un grandissimo. Ma ci sono delle location idonee e non idonee. Lo stadio San Paolo serve a fare calcio. La convenzione mi permetteva di organizzare dei concerti ed avrei potuto chiamare le migliori star internazionali, ma non voglio distruggere il manto erboso. Ricordo che Mazzarri e Cavani spesso si lamentavano del campo, successivamente l’agronomo ha fatto un lavoro eccelso. In Lega viene definito il miglior campo della Serie A. Non sapevo come sarebbe finito il campionato, e se avessi dovuto giocare un preliminare? Abbiamo già comprato le zolle per il post concerto, abbiamo chiesto anche al Coni un sostegno. Prima della fine di agosto non avremmo un campo perfetto, la nostra prima partita dovrà essere giocata fuori casa. Quest’anno siamo bloccati e non possiamo invitare nessuna squadra. Adesso a trovarle le squadre per giocare fuori, è difficile trovare la disponibilità dato che spesso i campionati nelle altre nazioni cominciano prima. Ed ecco perchè mi serviva il campo pronto per i primi di agosto. Lo stesso agronomo della Lega ha confermato che il campo subirà dei danni causa concerti. Avendo un nuovo allenatore abbiamo portato il ritiro da due a tre settimane per dare il tempo di lavorare, ma ci sarebbe piaciuto giocare al San Paolo. Per quanto riguarda lo stadio, abbiamo preso l’architetto dello Juventus Stadium ma mi chiedo se sia il caso di incontrare l’amministrazione o meno. Forse mi conviene aspettare il nuovo sindaco, è tutto terribilmente lento. Abbiamo perso 10.000 posti quest’anno in curva A. E’ stato rimesso a posto? Assolutamente no, e ci si nasconde dietro alle lunghezze burocratiche. E se ci dovesse essere un incidente durante il concerto, di chi sarà la responsabilità. Non ho fatto concerti per 10 anni, ci sarà un motivo. Perchè non spostarli a Piazza del Plebiscito. Francamente sono cose che non capisco, perchè così poco a cuore le sorti di una città. Diamo “la pazziella n’man e’ creatur”, ma che i sindaci sono tuttologi? Conoscono tutto di traffico, o di ingegneria?”.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google