CdS – Mazzarri: “Servirà un Napoli straordinario”

«Mi sembra troppo af­fermare che il Napoli possa esse­re l’antagonista del Milan. Qui vo­gliamo far passare lo straordina­rio per ordinario. L’anno scorso siamo andati al di là di ogni aspetta­tiva. E già ripetersi avrebbe ancora di più dello straordi­nario. Ci provere­mo, certo. Ma a me piace sottolineare la crescita del gruppo».

Realista più che prudente, Walter Mazzarri.«Va bene l’en­tusiasmo che regna tra i nostri tifosi– dice –ci mancherebbe. Ma occorre fare sempre un di­stinguo: il Napoli, a livello di monte ingaggi, è ancora lonta­no da Milan, Inter, Juve e qual­che altro club. Ora se riusciamo ad arrivare prima di loro in clas­sifica vuol dire che abbiamo compiuto un’impresa, come quella di arrivare in Champions dopo ventuno anni. Questa so­cietà ha compiuto passi da gi­gante se in sette anni è riuscita a balzare dalla C1 all’Europa che conta. Sembra quasi un so­gno. Ed io sono soddisfatto delle operazioni di mercato, sempre nell’ambito di un monte ingaggi complessivo che è stato oggetto di studio anche da parte degli inglesi. Abbiamo lavorato bene in questo precampionato ed ora ci accingiamo alla verifica del campo».

ATTENTI AL CESENA– C’è tempo per pensare al Manchester, per ora c’è il Cesena ed il debutto in campio­nato:

 «Le incognite sono tante. A partire dall’avversario che si è rin­forzato rispetto allo scorso anno quando riuscì a piegare sul pro­prio campo il Mi­lan che poi ha vin­to lo scudetto. Re­sta un’incognita anche il manto in sintetico. Noi cer­cheremo di con­servare lo spirito battagliero che ci ha contraddi­stinto nella scorsa stagione. Cer­cheremo di mantenere la nostra identità di gioco. Ed al contrario di quanto afferma qualche addetto ai lavori ormai fuori dal giro (Sac­chi, ndi), il Napoli non imposta la propria manovra esclusivamente sulle ripartenze. Basta andare a vedere il possesso palla in ogni ga­ra. Noi e L’Udinese siamo le forma­zioni che si sono espresse meglio. Aveva visto giusto, invece, Pran­delli che è uno che allena la nazio­nale ed è nel pieno dell’attività: questo Napoli pratica un gioco moderno ed efficace. E di questo devo ringraziare i giocatori che so­no stati i veri protagonisti. Ringra­zio Cavani per le belle parole avu­te per me. Gli attori sono loro. Ma se i ragazzi pensano questo del lo­ro allenatore può essere solo moti­vo di soddisfazione. Intanto rispet­teremo il Cesena e cercheremo di riprendere il discorso interrottomesi fa». Parla delle uniche novi­tà di rilievo, quelle a centrocampo, con Inler e Zemaili, gli innesti ope­rati in estate: «Guardate che Pa­zienza lo scorso campionato è sta­to davvero bravo tanto che è pas­sato alla Juve. Noi abbiamo pun­tato su elementi altrettanto validi ma occorre del tempo prima di no­tare gli stessi risultati».

PRIMO TURN OVER– In precampiona­to Mazzarri aveva spiegato che que­st’anno non ci saranno «titolarissi­mi ». E così potrebbe riposare Ham­sik, impegnato con la Slovacchia in due gare molto tirate. In questo ca­so, il favorito sembra Santana dal momento che Pandev si è allenato poco con i nuovi compagni.

«Ci so­no ragazzi come Zuniga che si alle­nerà solo oggi con noi, altri che han­no giocato due partite in una setti­mana, dovrò valutare se far riposa­re qualcuno anche perchè sappia­mo benissimo cosa ci attende mer­coledì(il Manchester City, ndi)», aggiunge Mazzarri che a proposito della mancata convocazione di Lu­carelli, precisa: «Scelta tecnica».

Sul pugno duro di De Laurentiis a proposito di eventuali ammonizioni e squalifiche, il tecnico sottolinea:

«Sono stato io ad invitare la società a parlare ai ragazzi. E’ giusto far ca­pire che si può fare un danno alla squadra se ci si comporta male. Lo scorso anno ci abbiamo rimesso dei punti per delle sciocchezze. Ha fat­to bene il presidente a tenere tutti sulla corda». E poi, via a verificare il sintetico del «Manuzzi» insieme con Lavezzi e soci.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.