De Laurentiis incorona Mazzarri: «Merito suo il 90% dei nostri successi»

Il patron fa il punto sulla partenza della nuova stagione

Prima di volare a Venezia alla Mostra del cinema e immergersi nell’altro ambiente che ama tanto, Aurelio De Laurentiis consegna il suo personale «Leone d’oro»: «La crescita del Napoli è dovuta alla continuità, e Mazzarri è un allenatore che si dedica totalmente al lavoro che fa. Il 90% del merito per quello che stiamo facendo va a lui». Il patron azzurro incorona il suo tecnico (che una volta paragonò a Sean Penn) al termine di una settimana in cui il suo Napoli ha conquistato due vittorie in campionato, ha blindato il suo campione-simbolo (Cavani) e ha visto, per la prima volta, il suo campione-bambino (Insigne) rispondere alla convocazione della Nazionale.
De Laurentiis non si nasconde: è sedotto da Walter Mazzarri. Le vittorie sono sue. «Il mio merito? Magari è stato quello di averlo tenuto alla guida della squadra. Mazzarri è un grande professionista che si dedica giorno e notte al gruppo ed è sempre spalla a spalla a lavorare con me. Il suo operato è fondamentale per i risultati della squadra».
Il presidente ieri mattina ha sommerso di elogi il suo tecnico durante l’intervento a Radio Anch’io su Radiouno. Quello che ha colpito sinceramente il patron è la continuità nei progressi del gioco del team azzurro. Mazzarri sta affascinando tutti, certo. Ma, soprattutto, sta ottenendo risultati con una personalità di squadra ben definita: «Lo scudetto? Quando parte un campionato tutti hanno in animo di voler fare il meglio che si può, e lo stesso vale per noi – spiega ancora De Laurentiis – Abbiamo allestito una doppia squadra, con due ruoli di identica qualità. Quest’anno abbiamo fatto lunghi ragionamenti con Mazzarri e Bigon, abbiamo fatto innesti che non escludessero investimenti precedenti come quelli di Vargas e di Insigne».
Innesti mirati, dunque. «Perché questa è una squadra senza solisti, neppure Cavani lo è – dice ancora – Basta guardare al lavoro che fa anche in difesa. Il mio motto è diventato anche il loro: tutti per uno e uno per tutti». Non snobba l’Europa League: «Non è la Champions ma abbiamo voglia di onorare l’impegno anche se giochiamo di giovedì e ci saranno settimane in cui affronteremo tre partite in sette giorni e magari qualche trasferta molto scomoda. Ma non la snobbiamo di sicuro». Da qui la scelta: «Abbiamo due squadre, due giocatori bravi per ruolo. Mesto? È bravo, ha esperienza e sa quale sarà la sua parte». Meglio di così. Parla di Uvini. «Resta con noi. Non ha senso mandare un giovane bravo a giocare altrove. Se uno è un cavallo di razza non farà fatica a dimostrarlo anche stando nella Primavera. Lui ha accettato con grande umiltà». Non crede alla crisi finanziaria nel mondo nel pallone: «Quello che si spende nel calcio è sempre una enormità. Le cifre sono mostruosamente alte».
Sul mancato arrivo del top player: «Con la Fiorentina ha stento ha giocato Vargas, investimento da 12 milioni di euro. Se avessimo comprato un altro attaccante Insigne, lo scugnizzo che ha già sostituito nel cuore dei napoletani lo scugnizzo Lavezzi, quando sarebbe andato in campo? Facile per i tifosi dire ”accatt accatt” ma così facendo si fa solo confusione». Infine mostra solidarietà al patron dell’Udinese, Giampaolo Pozzo. È anche l’occasione, elegante, per tornare a parlare della Juventus (senza mai nominarla). «Ho un carattere terribile, vado fuori misura e dopo cinque minuti ho dimenticato tutto. Ieri si è lamentato Pozzo? Mi sento sempre solidale con chi in quel momento soffre».

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.

Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.