Mario Rui: “Sarri perfezionista, dobbiamo continuare su questa strada. Qui grazie ad una telefonata di De Laurentiis”

Mario Rui: “Sarri perfezionista, dobbiamo continuare su questa strada. Qui grazie ad una telefonata di De Laurentiis”

Intervenuto ai microfoni di Kiss Kiss Napoli ha parlato così il calciatore azzurro Mario Rui. Ecco le sue parole:

“Esordio con il Cagliari? E’ stato molto bello, anche se per pochi minuti è stata una bella emozione. C’era molta gente allo stadio, avevamo giocato una bella partita”.

Su Sarri: “Ho ritrovato la stessa identica persona di Empoli. Prova a fare il suo calcio, giocando bene e cercando di migliorarsi ogni giorno. Non è molto contento della sosta e lo posso anche capire, visto che ci alleniamo molto poco a causa dei molti impegni in settimana. Quelli che sono qui però proveranno a soddisfare il mister”.

Sul gruppo azzurro: “L’impatto è stato molto positivo. Prima di arrivare qui avevo sentito il mister ed il direttore, anche le vecchie conoscenze con Tonelli o Hysaj. Tutto quello che mi hanno raccontato era vero, un gruppo umile. Ad Empoli anche avevamo una bella mentalità, c’era questo staff tecnico che si amalgamava bene con il gruppo. Eravamo molto più giovani ma la società ci aspettava e poi sono arrivati i risultati”.

Sul primo posto e lo scudetto: “Vuol dire che stiamo facendo bene, il massimo, avendo vinto 7 partite su 7. Speriamo di continuare su questa strada il più a lungo possibile. Nello spogliatoio ne parliamo, ma l’importante è dare continuità alle prestazioni. Solo così potremmo arrivare lassù a fine stagione, adesso è troppo presto”.

Sui prossimi impegni: “Saranno partite importanti, cercheremo di vincerle tutte. Proveremo a vincerle tutte, i conti si faranno alla fine. Roma? Lo scorso anno mi ha condizionato la stagione, le cose stavano andando per il verso giusto fino a quel momento. Poi non sono mai riuscito a riprendermi, mentalmente, ed ho pensato che la cosa migliore fosse quella di cambiare aria. Mi ha telefonato il presidente De Laurentiis, è stata una spinta in più per arrivare qui a Napoli”.

Sull’infortunio di Milik: “Al primo impatto è stata veramente dura, dal suo sguardo avevo già capito che qualcosa non andava ma non volevo dirlo ad alta voce. Arek però è un campione, già ci è passato e recupererà alla grande”.

Sui Mondiali: “Penso prima a recuperare la forma al 100%, se farò bene con il Napoli la Nazionale sarà una conseguenza”.

Su Guardiola: “Insieme a Sarri sono due grandissimi tecnici, sarà una partita davvero spettacolare”.

Mertens o Cristiano Ronaldo? Sono entrambi forti (ride, ndr). Dries quest’anno posso vederlo da vicino, fa delle cose davvero impressionanti, spero possa continuare così”.

Sul Var: “Cerca di dare una mano a tutti. Se c’è disponibilità di dare una mano porterà benefici a tutti”.

“L’ex gruppo di Empoli? Vado d’accordo con tutti, abito vicino Zielinski, è con lui che passo la maggior parte del tempo”.

Siparietto con un tifoso: “Non giochi perchè sei scarso?” “Si, sono scarso”. “Puoi giocare sulla fascia destra?” “Se gioca Christian (Maggio, ndr) possono tutti (ride, ndr)”. Il tifoso era proprio Maggio: “Siamo un bel gruppo, lavoriamo sodo per arrivare a grandi obiettivi”.

Sulla città: “Esco poco, spero di poter viverla maggiormente”


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google