Castelli, agronomo Lega Calcio: “Ecco i danni a cui va incontro il manto erboso del San Paolo con i concerti in programma”

L’agronomo della Lega Calcio Giovanni Castelli è intervenuto ai microfoni di Radio Goal in onda sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di IamNaples.it: “Sui concerti in programma al San Paolo? I terreni di gioco, per come sono fatti, non sono adatti al calpestio ma soprattutto all’allestimento e disallestimento di un concerto. Il terreno del San Paolo è tra i migliori d’Italia, è un terreno da cinque stelle e di lusso. I danni possono essere contenuti, ma sempre di danni si parla, perchè non c’è la possibilità di far riposare il prato per lungo periodo. L’unica possibilità, come avviene in molti stadi, è il rifacimento dei pezzi o dell’interezza del manto erboso, la cosiddetta rizollatura. Sarebbe però un peccato, visto che è da tre anni che non si rizolla il prato del San Paolo e che ormai si è assestato nella sua omogeneità. Ciò determina anche una performance di gioco ottimale oltre ad un’estetica da cinque stelle. Con un’eventuale rizollatura, non si raggiungerebbe in tempi brevi la stessa qualità estetica e prestazionale. Si stanno valutando varie soluzioni per non alterare la qualità del prato.”

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.