Miccoli: “Insigne il mio erede, del Palermo non parlo. Scudetto alla Juve ma dispiace per il Napoli”

Miccoli: “Insigne il mio erede, del Palermo non parlo. Scudetto alla Juve ma dispiace per il Napoli”

“Insigne mi assomiglia un po’”. Fabrizio Miccoli, in onda su TMWRadio, ha toccato diversi temi. “Lui parte da sinistra, si accentra. Fa meno gol, ma aiuta molto di più in fase difensiva. È ancora giovanissimo, può migliorare”.

Sul Palermo.
“È una situazione particolare, ma io del club non voglio parlare. Lo farò a tempo debito, spero che per la città e i tifosi, straordinari, che si salvi. Non vorrei nemmeno pensare a un Palermo in Serie B. Sono stato amato non perché regalavo cannoli o cassate, o perché leccavo il culo alle persone, bensì perché sono una leggenda in quella squadra. Ho tirato un rigore con il crociato rotto”.

Sulla Juventus.
“Ha un passo in più e lo sta facendo vedere. Lo Scudetto sarebbe meritato, sebbene mi dispiaccia per il Napoli, credevo che potesse rimanere in cima fino alla fine. Mi sarebbe piaciuto, la piazza se lo meriterebbe. Anche contro la monotonia e lo strapotere bianconero. Questione di mentalità? Sì, indossare quella maglia ti porta a fare di più di quel che sei”.

 


Si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università Federico II di Napoli. La letteratura e la storia spesso prendono corpo negli articoli che egli scrive per Iamnaples.it: numerosi sono le citazioni ed i riferimenti ai personaggi legati ad epoche passate che rivivono in quelli di oggi; il suo motto è “La storia ritorna e si rinnova”. Iamnaples.it è la sua prima collaborazione e il direttore Ciro Troise, è stata la prima persona a dargli una concreta possibilità di cimentarsi nel mondo dell’informazione.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google