Sconcerti: “Insigne deve imparare ad essere meno prevedibile”

L’opinionista di Sky Mario Sconcerti, intervenuto ai microfoni di Radio Marte ha rilasciato alcune dichiarazioni. Ecco quanto evidenziato da IamNaples.it:

“Non penso che sarà facile rinunciare alle comproprietà per le squadre italiane. Credo che ci inventeremo qualcosa per coprire questa perdita di possibilità sul mercato. Convocazioni mondiali? Insigne è considerato in rimonta. È uno di quelli che sta meglio. Insigne certamente sarà punto fermo della nazionale del dopo-mondiale. Mascherano? È uno dei giocatori più forti in circolazioni. Credo che alla fine conterà molto la volontà del calciatore. Pochi gol di Insigne? In un 4-2-3-1 le ali devono partire a 40 metri dalla porta altrimenti lasci il centrocampo con soli due uomini. Insigne ha comunque soli 23 anni, è ancora giovane, ed è nel piano della maturazioni. Può benissimo giocare sia in maniera offensiva che in maniera difensiva. Per larghi tratti del campionato è stato prevedibilissimo. Deve riuscire ad arrivare sul fondo con la stessa facilità con cui rientra e prova il tiro a giro. Tra migliori del Napoli? Higuain, al di la dei gol che ha fatto. Poi Callejon, che ha fatto cose sorprendenti. Il terzo nome è Inler, anche se pure Fernandez è stata una bella sorpresa”

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.