Reina: “Dobbiamo combattere come leoni! La Juve è favorita, ma quest’anno…”

L'estremo difensore spagnolo rilascia una lunga intervista, diversi i temi trattati

Il portierone spagnolo Pepe Reina ha concesso un’intervista al portale britannico Joe.co.uk, soffermandosi in particolare sull’approdo di Hart in Serie A, il metodo Guardiola ed il momento dello spogliatoio azzurro:Trasferimento di Hart al Torino? Non è facile da portiere approdare sempre in squadre di alto livello, discorso diverso per i giocatori di movimento. Hart è un grande portiere, nessuno dovrebbe dubitare delle sue qualità. Ha vinto grandi trofei al City, offrendo un contributo non indifferente. Quando c’è u cambio di allenatore bisogna però mettere in conto un addio in caso di diversa visione. Per questo rispetto la scelta di Joe, dovrebbero farlo tutti! Il ruolo del portiere oggi p cambiato, i tecnici non richiedono staticità ma capacità non indifferenti di movimento ed abilità nell’inizio dell’azione dalle retrovie. Questo accade soprattutto in una squadra di Guardiola, il quale non a caso ha scelto Claudio Bravo tra i pali. Differenza di gioco in Serie A per un portiere? Il gioco in Italia è più tattico r mrno fisico che in Inghilterra, i portieri sono favoriti e protetti maggiormente dagli arbitri. Dopo il Napoli, Il Torino è stata una delle squadre che ha coinvolto maggiormente l’estremo difensore nella costruzione iniziale del gioco, qualcosa magari cambiera con il passaggio da Ventura a Mihajlovic. Non mi aspetto comunque grandi problemi per Hart. Guardiola? È stato il mio primo capitano al Barcellona e già allora gli si poteva tranquillamente pronosticare un futuro da top manager. Era un leader in campo e fuori, guidava la squadra e la spronava a migliorare sempre più. MI ha introdotto con naturalezza in uno spogliatoio ricco di campioni come Luis Enrique, Sergei Barjuán, Abelardo Fernandez e Rivaldo. Ha capito il Barcellona, da catalano, in ogni sfaccettatura. Oggi tutti i tecnici lavorano sodo per la grande pressione che circonda il calcio. Non credo che esistano però al mondo altri allenatori che pensano e vivono il gioco come Pep. Ha tante idee e sa trasmetterle con carisma al gruppo, il modo in cui ha rivoluzionato l’apporto offensivo dei terzini è ormai noto a tutti. Obiettivo del Napoli? Semplice, combattere come leoni! La Juventus è come al solito la favorita per la vittoria dello scudetto, sappiamo che è molto difficile batterli per le tante risorse che possiedono. Ora però siamo più completi, quello che possiamo fare è spingere sempre al massimo. Vedremo poi i risultati alla fine”.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.