RILEGGI IL LIVE – Benitez: ”Il presidente è attivo sul mercato. Higuain e Mertens stanno bene, sul gap con Juve e Roma…”

Domani alle 12:30 la gara contro l'Empoli

Termina la conferenza stampa di Rafa Benitez

Su Fiorentina-Juventus: “Ogni partita deve essere la sfida della vita, se siamo concentrati sempre possiamo fare grandi cose. E’ questa la chiave per avere una mentalità vincente, chi è abituato a vincere lo sa fare bene, noi dobbiamo crescere in tal senso. Ho fiducia nella squadra, contro la Sampdoria negli ultimi venti minuti abbiamo dimostrato carattere e intensità, mi dispiace non vederlo per novanta minuti in tutte le partite”

Sulla capacità dell’Empoli nelle palle inattive: “Fanno tanti blocchi, dovrebbe cambiare il regolamento in tal senso, fischiando più falli. L’Empoli è la squadra che ha segnato più reti sui calci piazzati, dobbiamo stare attenti”

Sul gap con Juventus e Roma: “Sono arrivato al Chelsea e sono stato l’unico ad allenatore a chiudere il bilancio in attivo con Abramovich, con cinque milioni d’euro in attivo. Anche al Liverpool e al Valencia non avevo la squadra più forte, con Roma e Juventus c’è differenza su fatturato, strutture e monte ingaggi. Non è la stessa cosa se hai in panchina un giocatore da 3 milioni di euro e uno che guadagna un milione. Chi capisce di calcio sa che siamo il quinto fatturato d’Italia, per risolvere il gap dobbiamo lavorare di più come ho fatto con Liverpool e Valencia. Per vincere dobbiamo essere uniti senza essere sotto pressione ogni settimana. Se Real Madrid e Barcellona danno il massimo, l’Atletico non può fare nulla. Con il Liverpool ho fatto il record di punti del club, 82, e sono arrivato terzo, poi con 86 siamo giunti al secondo posto perchè il Manchester United ha raggiunto 90 punti. Nel calcio vince la squadra che spende di più, se ad ogni partita dobbiamo criticare tutto, possiamo farlo, ma sicuramente non facciamo il bene della squadra. Commettiamo errori ma stiamo seguendo la strada giusta, la stessa che l’anno scorso ci ha fatto vincere la Coppa Italia, totalizzare dodici punti in Champions League e settantotto in campionato. Il Napoli in dieci anni ha fatto un lavoro straordinario ma c’è ora lo step più difficile, dove contano le risorse economiche. Oggi non puoi comprare più giocatori di valore per il tuo club con diciassette milioni di euro, adesso conta ogni punto per vincere. Per ridurre il gap, dobbiamo lavorare di più, fare un mercato perfetto, avere un ambiente tranquillo. Non sempre puoi trovare un centravanti come Cavani che realizza trentacinque gol a stagione”

Su Hamsik: “E’ indiscutibile il suo valore, può e deve dare di più”

Sui gol nei minuti finali: “E’ sicuramente un passo avanti riguardo ad intensità e mentalità ma io preferirei distribuire i gol durante la partita e farne soprattutto all’inizio, così è più facile gestire la partita”

Sulla violenza in Spagna: “Vengo dal calcio inglese dove se uno dice parolacce in tribuna viene cacciato dallo stadio. In Italia si è fatto un passo indietro quando si è deciso che per i cori razzisti non si chiudono più le curve ma si risolve tutto con una multa. Le società devono essere aiutate, serve il governo, la legge. Ricordo un’intervista di Di Vaio dove diceva che non poteva andare allo stadio con la sua famiglia, è un peccato”

Su Zapata: “E’ la sua sfida, non è facile stare dietro ad Higuain, facendosi trovare pronto quando viene chiamato in causa”

Sul peso politico del Napoli rispetto ad altre squadre: “Non ho detto questo, non girate le parole. Dico solo che sarebbe d’aiuto se voi ne parlaste di più visto che si tratta di rigori netti”

Sui rigori non dati: “Non voglio trovare scuse con gli episodi ma mi sorprende che, quando succede ad altre squadre, la stampa ne parla tantissimo. Vediamo se il campionato ci darà i punti persi, se saremo più fortunati”

Su Mertens: “Mertens è a posto, può giocare dall’inizio, non ci dovrebbero essere problemi”

Sui punti persi: “Non tutto si può controllare, lavoriamo, analizziamo i problemi. Siamo la prima squadra del campionato per tiri in porta, dobbiamo migliorare la fase offensiva”

Su Jorginho: “E’ un ottimo giocatore ma non può fare tutte le partite, in campionato ha perso una giornata per squalifica, in Europa League ha giocato da trequartista, quindi non nel suo ruolo, e il campo era molto pesante. Inler, Gargano e David Lopez stanno giocando bene, cerchiamo di sfruttare la rosa”

Sulla fase difensiva: “Tutte le squadre commettono errori, dobbiamo imparare a gestire meglio le partite. Koulibaly? Risolveremo la sua assenza con Albiol, Henrique e Britos”

Sulla continuità durante le partite: “Ci manca la continuità in alcune partite, l’abbiamo conservata contro Roma e Fiorentina. Soffriamo a tenere un certo livello soprattutto quando siamo in vantaggio, ci manca un po’ di maturità”

Sui gol subiti in casa: “Facciamo meno errori dell’anno scorso, subiamo meno ripartenze”

Sull’Empoli: “Mi piace l’atteggiamento della squadra di Sarri, fanno molte cose in maniera positiva, va detto. L’Empoli è diversa dal Cagliari, è più organizzata, lavorano bene sul palleggio e sulla fase difensiva. Il Cagliari attacca molto e concede di più, l’Empoli non dà grandi possibilità di giocare”

Sul mercato: “Il presidente ha capito subito che con l’infortunio di Insigne abbiamo un problema e lo vedo molto attivo, parlo spesso con Riccardo e stiamo cercando di far qualcosa. Gabbiadini? Non ho sentito”

Sul momento del Napoli: “Abbiamo finito molto bene l’ultima partita, pareggiare in dieci uomini e finire la partita attaccando è molto positivo, il bicchiere è pieno”

Su Higuain: “Gonzalo sta bene, è disponibile, vediamo se giocherà dal primo minuto. Si è allenato bene negli ultimi due giorni, è pronto”

12:47 – E’ tutto pronto per l’inizio della conferenza stampa, entra in sala stampa Rafa Benitez

Benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di Rafa Benitez alla vigilia di Napoli-Empoli, gara valida per la quattordicesima giornata di Serie A in programma domani alle 12:30 allo Stadio San Paolo.

 

Dai nostri inviati a Castelvolturno Ciro Troise e Antonio Balasco

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.