Ciro Esposito, lo zio: “Mio nipote ucciso dal proiettile e dal ritardo nei soccorsi”

Ciro Esposito, lo zio: “Mio nipote ucciso dal proiettile e dal ritardo nei soccorsi”

Nel corso della trasmissione “Attacco a Napoli” in onda su piuenne, è intervenuto Vincenzo Esposito, zio di Ciro

“Uno dei motivi scatenati della morte di Ciro è stato il ritardo dei soccorsi e questo è palese. Ci sono due elementi che lo hanno ucciso: i frammenti del proiettile e il ritardo dei soccorsi. Alfano decida la data, l’ora ed il luogo per un confronto televisivo, è questo il mio invito. Mio nipote è andato a Saxa Rubra e gli è stato detto di andare a Tor di Quinto e ciò significa che il pericolo per i tifosi del Napoli non è stato preso in considerazione. La famiglia Esposto è ormai conosciuta da tutti, ma mi chiedo: a Roma nessun giornalista indaga sull’aggressore così come accade a Napoli? Possibile che nessuno discuta su un presunto assassino? E dico presunto sol perché sono garantista. E poi, le poche immagini che circolano sul del De Santis girano sul web perché noi napoletani le stiamo pubblicizzando, non perché se ne parli nella capitale. Tra i tanti messaggi, ne ho ricevuto uno che mi ha toccato tanto, da un ragazzo napoletano che vive in Russia e che si è scusato per non essere stato presente ai funerali di Ciro perché precario e non poteva permettersi di pagare il viaggio. Questo per dire che la solidarietà è stata tantissima. De Laurentiis è stato molto delicato ai funerali, ha chiesto se la sua presenza fosse gradita prima di arrivare a Scampia. Lui ha dimostrato grande umanità nei nostri confronti anche perché ci è stato vicino in tutto il percorso. Saremo in grado di urlare anche quando non avremo più voce: vogliamo giustizia. La memoria di Ciro resterà intatta e la frase più bella è stata quando ha detto alla madre: “Proprio ad un fesso come me dovevano sparare?” Noi abbiamo un’opportunità unica e la morte di Ciro può servire a qualcosa. Un quartiere intero ci chiede giustizia, un popolo intero ce lo urla e gli stessi tifosi romanisti ce lo chiedono”.

Fonte: piuenne


Iscritto alla Facoltà di Scienze della Comunicazione, presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, collabora con Iamnaples.it dal 2011. In particolare cura la rubrica settimanale “I Temi dela Serie A” e il format inedito di Iamnaples .it “Scugnizzeria in the World”. Durante le sessioni di calciomercato inoltre si occupa di fare un panoramica sul mercato della Serie A e Serie B con la rubrica “I Temi del Mercato”.

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google