IN CASA DELL’AVVERSARIO – Inter al San Paolo, si prevede turnover. Torna Melo

Momento non eccezionale per l'Inter, il Napoli vuole andare avanti anche in Coppa Italia

Nemmeno il tempo di continuare a godersi il primato e pensare alla splendida prestazione offerta contro il Sassuolo che il Napoli è di nuovo a lavoro. Nemmeno un minuto di sosta per gli azzurri che domani alle 20.45 sfideranno l’Inter al San Paolo, nel remake dei quarti di finale di Coppa Italia della passata stagione, vinta dagli azzurri di Benitez per 1-0 grazie ad una zampata di Higuain, imbeccato da una furbissima rimessa laterale di Ghoulam al minuto di gioco numero 93. Il Napoli spera di ottenere il pass per le semifinali, Sarri tiene a tutte e tre le competizioni e non farà calcoli: vuole andare avanti anche in Coppa Italia ed Europa League, oltre al primo posto in campionato, sempre più da difendere. Chi vince la gara secca sfiderà la vincente di Lazio-Juventus, mentre il Milan, che mercoledì ha battuto il Carpi con la spettacolare rabona di Bacca, aspetta di conoscere il suo avversario: stasera alle 20 c’è Spezia-Alessandria, Serie B contro Lega Pro per un quarto di finale storico.

COME ARRIVA L’INTER – La squadra di Mancini è in un momento difficile. La stagione era cominciata nel migliore dei modi, con tantissime vittorie di misura, alcuni pareggi e l’unica pesante sconfitta contro la Fiorentina. Il primo posto non sembrava in discussione fino alla sconfitta con il Napoli che ha fatto perdere temporaneamente il primato alla squadra di Mancini, allontanatosi dalla prima piazza per colpa delle sconfitte interne con Lazio e Sassuolo e del pareggio con l’Atalanta. Il gioco mostrato dai nerazzurri non è mai stato del tutto convincente, ma la solidità difensiva, un pizzico di fortuna e la qualità degli attaccanti avevano coperto le lacune, ma i nodi sono venuti al pettine nelle ultime giornate. Le mancanze dell’Inter si erano già viste nella pesante debacle in campionato contro la Fiorentina: adesso in campionato i milanesi sono distanti quattro punti dal Napoli capolista e sono stati superati dalla Juventus, lontana due lunghezze. Tra le delusioni di questa prima metà di stagione c’è sicuramente Kondogbia, acquistato per poco meno di 40 milioni, ma che fino ad ora non si è riuscito ad imporre nel centrocampo di Mancini. Bene Brozovic, ad intermittenza Guarin, indispensabile un rubapalloni come Medel. Il punto forte è sicuramente la difesa, che ha subito solo 13 gol (tre in meno del Napoli), dove Miranda e Murillo stanno rispettando ampiamente le aspettative, ha guadagnato il posto D’Ambrosio, molto più avanti nelle gerarchie rispetto a Montoya, con Telles che a sinistra sta facendo bene. Male Nagatomo, in avanti Mancini si affida ai gol di Icardi (otto marcature) e all’estro di Liajic, Perisic e Jovetic, ma i problemi principali provengono proprio dall’attacco che ha messo a segno solo 25 gol in venti partite, appena cinque in più rispetto al fantastico score di Higuain. In Coppa Italia Mancini ha superato il Cagliari ai sedicesimi di finale con un secco 3-0 maturato grazie a Palacio, Brozovic e Perisic.

PROBABILI FORMAZIONI: NAPOLI – Sarri vuole andare avanti anche in Coppa Italia e forte della spinta del San Paolo può ottenere un altro gran risultato. Il mister opterà per un turnover ragionato, rientrerà dal primo minuto Koulibaly che rileva Chiriches, mentre ci dovrebbero essere due o tre cambi rispetto alla formazione titolare. In porta Reina è intoccabile, sulle fasce Maggio (in ballottaggio con Hysaj) e Strinic dovrebbero partire dal primo minuto, mentre al centro ci saranno Albiol e Koulibaly. Difficile non vedere il terzetto di centrocampo composto da Allan, Jorginho e Hamsik, mentre avanti ci potrebbe essere spazio per Mertens a sinistra con Callejon e Higuain.

INTER – Mancini dovrebbe confermare il portiere di coppa Carrizo, mentre in difesa ci sarà spazio per uno tra Santon e Montoya a destra con Miranda e Juan Jesus (in ballottaggio con Murillo) al centro e Nagatomo a sinistra. A centrocampo tornano Kondogbia e Felipe Melo con Brozovic a sinistra (difficile vedere in campo il partente Guarin). In attacco non si tocca Icardi, ai suoi fianchi uno tra Biabiany e Palacio con Perisic a sinistra.

A cura di Dario Gambardella

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.