Analisi Tattica Napoli Calcio

SPAL – Napoli, l’analisi tattica: Semplici concede libertà agli esterni bassi del Napoli, ma chiude le linee di passaggio

Lazzari e Costa aiutano i compagni nei raddoppi a centrocampo, impedendo agli azzurri di impostare l’azione

VERSO LA GARA – Allo stadio “Paolo Mazza” di Ferrara, il Napoli affronta i padroni di casa della SPAL nell’ambito della sesta giornata del campionato di Serie A: visti i numerosi impegni delle ultime settimane e tenendo anche conto della gara di Champions League col Feyenoord di martedì prossimo, Sarri attua un parziale turnover, schierando Maksimovic al centro della difesa al posto di Albiol e Zielinski e Diawara a centrocampo insieme a capitan Hamsik (Jorginho e Allan restano dunque in panchina); in attacco, però, il tecnico toscano conferma il tridente composto da Insigne, Callejon e Mertens. In casa SPAL, Semplici affronta gli azzurri con un 3-5-2 che vede Felipe, Vicari e Salomon in difesa, Mora, Viviani e Schiattarella in mediana, con Costa e Lazzari esterni di centrocampo; in attacco, il tecnico fiorentino ripropone dal 1’ Borriello, che farà coppia con Antenucci (Paloschi parte dunque dalla panchina).

LE CHIAVI DEL MATCH – Dopo un avvio di gara equilibrato, nel quale però i padroni di casa dimostrano di non essere affatto intimoriti, è proprio la SPAL a portarsi in vantaggio al 13’ con Schiattarella: il centrocampista napoletano viene servito da Antenucci e trova uno splendido tiro dalla distanza, battendo batte Reina. Va sottolineato come la marcatura di Koulibaly su Antenucci in questa circostanza sia inefficace e approssimativa: il difensore senegalese infatti bracca l’attaccante della SPAL in maniera blanda, consentendogli di girarsi in tutta tranquillità e servire Schiattarella.  La reazione del Napoli non si fa attendere: dopo appena un minuto, infatti, Insigne sigla il goal del pareggio per gli azzurri: il fantasista di Frattamaggiore viene servito spalle alla porta da Callejon, si gira e deposita il pallone in rete con una conclusione di sinistro. In fase di non possesso, la SPAL attende il Napoli per poi ripartire rapidamente in contropiede, mettendo più volte in affanno la difesa azzurra. Semplici consente al Napoli di impostare l’azione soltanto sugli esterni, che infatti non vengono pressati dai corrispettivi avversari di corsia: in tal senso, Lazzari e Costa aiutano i compagni nei raddoppi a centrocampo, chiudendo tutti gli spazi e impedendo agli azzurri di impostare al meglio l’azione e di alzare il baricentro. Nella ripresa, la gara stenta a sbloccarsi e sembra seguire lo stesso canovaccio dei primi quarantacinque minuti: al 60’, Allan entra al posto di Hamsik e, successivamente, Sarri decide di tentare il tutto per tutto, sostituendo Zielinski con Milik: il Napoli si dispone dunque con un 4-2-3-1 che vede Allan e Diawara in cabina di regia, con Mertens trequartista centrale e Milik prima punta. Il Napoli completa la rimonta al 71’ con Callejon, che viene servito meravigliosamente in area da Ghoulam e batte di testa Gomis, partendo da posizione regolare. Subito dopo il goal, il tecnico dei partenopei spende l’ultimo cambio a sua disposizione per mandare in campo Rog al posto di Mertens e riequilibrare l’assetto. La SPAL però non si dà per vinta e al 78’ sigla il goal del 2-2 con Viviani su calcio da punizione: in questa circostanza, Reina non è affatto posizionato nel migliore dei modi, visto che lascia sguarnito il proprio palo. Il Napoli si riporta definitivamente in vantaggio al 82’ con Ghoulam, che si proietta verso l’area di rigore avversaria in progressione e va alla conclusione col destro, piazzando il pallone alla sinistra del portiere e impreziosendo così una splendida azione individuale. La gara termina con la vittoria degli azzurri, che però hanno affrontato una squadra ben messa in campo e che ha creato non pochi problemi dal punto di vista tattico alla manovra azzurra.

 

A cura di Mariano Menna

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.