VIDEO – Napoli-Shakthar Donetsk con Skomina, attenti al “ritardatario”…

l Fischietto sloveno conta tre precedenti con gli azzurri, preoccupa il rosso "ritardatario"

L’UNICA STRADA – Vittoria o declassamento automatico. Non ci sono alternative con lo Shakthar Donetsk, penultima uscita nel girone F di Champions League. Al San Paolo la “truppa” di Sarri è costretta ad accaparrarsi i tre punti, con una buona differenza reti, per scavalcare nuovamente gli ucraini al secondo posto e mantenere ancora integre le possibilità di qualificazione. Le redini del confronto sono affidate allo sloveno Damir Skomina, volto non nuovo all’ambiente napoletano.

CHI È SKOMINA? – Nato nel 1976 a Koper, l’operatore turistico Skomina guadagna la promozione ad arbitro internazionale già nel 2003, anno nel quale viene scelto per la direzioni di match tra Nazionali ed impiegato con frequenza nell’Europeo Under 17. Tra il 2004 e il 2007 si compie il suo corposo percorso di formazione per entrare stabilmente nel giro “caldo” delle maggiori competizioni per clubs. Si destreggia bene tra preliminari della vecchia Coppa Uefa e turni di qualificazioni agostani in Champions, fino ad arrivare alla stagione di esordio nella fase a gironi di Champions League: 2008-2009, PSV-Marsiglia 2-0. Da allora sono ben 51 le presenze di Skomina nel più prestigioso torneo tra squadre di clubs, alle quali si aggiungono i 25 gettoni di Europa League e Coppa Uefa. La presenza nella Supercoppa europea Chelsea-Atletico Madrid del 31 agosto 2012 e nella finale di Europa League tra Ajax e Manchester United del 24 maggio 2017 sono per ora i punti più alti della sua carriera.

CONTINUA IL ROSSO RITARDATARIO! – La media disciplinare del Fischietto sloveno ci dice che estrae circa quattro cartellini gialli a partita, un rosso ogni cinque gare e che concede un rigore ogni parimenti ogni cinque uscite. Il dato preoccupante in tal senso è la duratura permanenza del cartellino rosso nel taschino di Skomina in un match tra clubs. Le ultime espulsioni risalgono infatti alla stagione 2013-2014Viktoria Plzen-CSKA Mosca 2-1, fase a gironi della Champions League (provvedimenti comminati entrambi ai danni della compagine russa). Nelle tre direzioni stagionali (compreso il precedente con gli azzurri) ha continuato infatti sulla scia che abbassa ulteriormente la media dell’estrema sanzione. Barcellona-Juventus 3-0 del 12 settembre 2017 e Chelsea-Roma 3-3 del 18 ottobre 2017 hanno visto complessivamente sette ammonizioni (6 per la prima ed 1 per la seconda) ma nessun cartellino rosso.

TRE PRECEDENTI STELLARI – Tre i precedenti di “lusso” tra Skomina ed i partenopei. Il primo è Napoli-Manchester City 2-1 del 22 novembre 2011, fase a giorni. La squadra matricola di Mazzarri fa un brutto scherzo agli sceicchi milionari, segnando di fatto la storica qualificazione agli ottavi di finale. Di ottimo livello nella circostanza la prestazione dello sloveno, sempre vicino all’azione e pronto a respingere con autorità le proteste dei calciatori. Corrette anche le decisioni negli episodi chiave del confronto. Per il secondo si parla di Real Madrid-Napoli 3-1 del 15 febbraio 2017, andata degli ottavi di finale di Champions League. I cuori dei tifosi napoletani palpitano come non mai al momento della rete del vantaggio di Lorenzo Insigne da quasi metà campo. La rimonta dei Blancos per mano di Benzema, Kroos e Casemiro aprono la squadra alla qualificazione degli spagnoli e al futuro trionfo di Cardiff…Skomina non convince a pieno, ma non si segnalano particolari strafalcioni. Le pecche principali riguardano il criterio delle ammonizioni. L’ultimo precedente coincide con il “pass” per la fasi a gironi di Champions: Nizza-Napoli 0-2 del 22 agosto 2017, ritorno del playoff. Lezione di calcio ai francesi, con risultato e mole di gioco nettamente superiore. Callejon ed Insigne suggellano la qualificazione e non c’è spazio per concrete rimostranze nei confronti dell’arbitro. Leggere proteste si alzano solo al 60′, quando Albiol devia con il braccio un tiro dal limite dall’area di Sneijder: l’arto è però attaccato al corpo, giusta quindi la non assegnazione del calcio di rigore. Qualche piccolo “fuoco” si accende anche in occasione di sanzioni minime per falli di gioco, ma si tratta di ordinaria amministrazione.

LO SCORE “ITALIANO” – Allargando il raggio d’analisi alle altre compagini nostrane, si contano altre tredici direzioni di Skomina con squadre italiane. Il bilancio in questo caso è di cinque vittorie, due pareggi e sei sconfitte. 

 

Ecco le sintesi di Napoli-Manchester City 2-1Real-Madrid-Napoli 3-1 e Nizza-Napoli0-2: i tre precedenti tra Skomina ed i partenopei:

VD

 

 

Servizio a cura di Antonio Fusco

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.