IN CASA DELL’AVVERSARIO – Atalanta al San Paolo, tre dubbi di formazione per Gasp

IN CASA DELL’AVVERSARIO – Atalanta al San Paolo, tre dubbi di formazione per Gasp

Seconda giornata di campionato, prima al San Paolo, che si scalda per l’esordio in casa in campionato. Archiviata la pratica Nizza e conosciuto il girone di Champions League il Napoli si rituffa nel campionato prima della sosta per le Nazionali. Saranno in trentamila circa domani sera a Fuorigrotta per assistere a Napoli-Atalanta: 23 mila i biglietti venduti fino a ieri mentre sono già più di cinquemila gli abbonati. Il numero dei fedelissimi è aumentato in maniera esponenziale appena dopo la vittoria sul Nizza perché l’acquisto del carnet dà diritto alla prelazione sui biglietti per le partite di Champions. Sarà un match molto difficile al San Paolo, nella passata stagione una doppietta di Caldara ha regalato i tre punti ai bergamaschi che espugnarono Fuorigrotta senza difficoltà. Partirà titolare Pepe Reina, nonostante le sirene parigine.

COME ARRIVA L’ATALANTA – Nonostante la sconfitta alla prima in casa contro la Roma, Gasperini ha cominciato bene il campionato con la sua Atalanta. Il gioco è rimasto lo stesso, nonostante siano cambiati molti degli interpreti più importanti (Conti su tutti, passato al Milan) e nel match contro la Roma le certezze non sono mancate. I nerazzurri hanno messo in gran difficoltà la squadra di Di Francesco, fortunata a vincere grazie a un gol su punizione di Kolarov: il perno principale resta il Papu Gomez,sul quale la fase offensiva fa grande affidamento per la sua imprevedibilità. La difesa non ha mostrato lacune, con Toloi e Masiello confermati a buoni livelli e Palomino che ha sostituito degnamente Caldara. Mancano i gol di Petagna, attaccante dallo score realizzativo molto basso, ma fondamentale per il gioco offensivo con le sue sponde e il suo possesso spalle alla porta. In alternativa c’è Andreas Cornelius, danese dalle buone qualità, non espresse ancora del tutto. Il centrocampo ha buoni interpreti con Freuler, Cristante e De Roon, mentre Spinazzola a breve riprenderà il suo posto sulla sinistra.

LE INTERVISTE – Antonio Percassi (Presidente): “Europa? È stato un sorteggio tosto, ma partecipare serve a far crescere il club. Speriamo di far un’ottima figura, dopo 26 anni siamo tornati nelle competizione europee e dobbiamo festeggiare. Spinazzola? Per noi è perdonato, resta all’Atalanta. Però dobbiamo recuperarlo su tutti gli aspetti. Non giocare a Bergamo? Questo è un problema, ma sono certo che ci seguiranno tanti tifosi. Il nostro primo obiettivo è il campionato e l’Europa ci dà esperienza”.

Mattia Caldara (Difensore): “Sarà una stagione piena di partite importanti, non avremo tempo di preparare bene le partite. Dovremo essere forti mentalmente. L’obiettivo è passare il turno sia per noi che per i tifosi che lo scorso anno ci hanno dimostrato quanto volevano l’Europa. Abbiamo una base molto solida e una squadra con l’impronta di Gasp. L’Atalanta è completa, possiamo far fastidio a molti. Siamo tutti possibili titolari, l’allenatore avrà alternative e potremo far bene anche in Europa League. Coi ragazzi dell’Atalanta cresciuti con me c’è amicizia vera. Questo club un ambiente ideale. Ma è giusto così, essere ambiziosi sognando di vincere trofei: i miei compagni hanno seguito la loro strada. Spinazzola? E’ molto forte e chiunque vorrebbe giocare con lui ma non voglio entrare nello specifico di una vicenda che non mi coinvolge direttamente. C’era tantissimo entusiasmo dopo i due gol al Napoli, anche se non mi aspetto così tanto. Quella del San Paolo è stata una notte incredibile che ricorderò per tutta la vita. A parte i gol, riuscire ad imporsi al San Paolo è un’impresa difficilissima che ci diede molta carica. Napoli? È complicato. Il Napoli è in grandissima forma e propone un calcio divertente ed efficace, ma noi ce la giocheremo. Serie A? Juve favorita, Napoli e Roma subito sotto”.

PROBABILI FORMAZIONI: NAPOLI – Sarri non dovrebbe cambiare molto rispetto alla squadra che martedì ha espugnato l’Allianz Riviera di Nizza. In porta ci sarà Pepe Reina nonostante le sirene parigine, in difesa Maggio rileverà lo squalificato Hysaj, con Ghoulam a sinistra. Al centro Albiol è favorito su Chiriches, in coppia con Koulibaly. A centrocampo Zielinski è favorito su Allan, con Jorginho in vantaggio su Diawara per comporre il terzetto con Hamsik. In attacco il solo Milik insidia Mertens (più probabile che parta titolare il belga). Callejon e Insigne esterni.

ATALANTA – Gasperini non dovrebbe cambiare la formazione che ha perso, ben figurando, contro la Roma alla prima giornata. Ma ci sono almeno tre ballottaggi: in difesa Palomino è favorito su Caldara, a centrocampo Gosens sul “perdonato” Spinazzola”, mentre Kurtic ha più chanches di Ilicic. Il probabile 3-4-1-2 di Gasperini: Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, Cristante, Freuler, Gosens; Kurtic; Gomez, Petagna.

L’ARBITRO – Sarà Di Bello l’arbitro di Napoli-Atalanta, coadiuvato dagli assistenti signori Crispo e Tasso e dal quarto uomo Di Paolo. Al V.A.R. ci sarà il signor Damato di Barletta, suo assistente il signor Chiffi, impegnato da quarto uomo anche nell’anticipo Benevento-Bologna.

A cura di Dario Gambardella


Laureando in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, diplomato al Liceo Classico Jacopo Sannazaro. Dal 2011 collabora con la Redazione del programma TV Golden Gol di Mario Cacciatore, visibile su Tele A+ e Tv Capital e con IamNaples.it, cura l’organizzazione del torneo universitario di calcio a 8 “UniConfederation League”. Appassionato di tutti gli sport, in particolare calcio, tennis e pallacanestro, ama particolarmente il calcio minore, soprattutto quello campano. Il suo obiettivo massimo è formarsi nel giornalismo sportivo.

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google