RILEGGI LA DIRETTA- Napoli-Palermo 3-1: Ottima prova degli azzurri!

Cori ed applausi per il Pampa Sosa, nelle vesti d'opinionista Sky

Termina la gara del San Paolo; abbiamo visto un ottimo Napoli, capace nella ripresa anche di metabolizzare i cambi. Infatti, anche nella seconda frazione di gioco il Napoli contiene tranquillamente i rosanero e si propone costantemente in fase offensiva con ripartenze veloci e pericolose. Da una di queste, imbastita da un immenso Cavani, nasce il gol del 3-1, realizzato da Maggio, tra i più in forma degli uomini di Mazzarri. I segnali più positivi arrivano dalla fluidità della manovra e dalla crescita generale riguardo alla condizione atletica. In ottime condizioni anche Lavezzi, che ha mostrato però anche stasera i suoi limiti sotto porta, non riuscendo a concretizzare le sue entusiasmanti cavalcate. Si attende solo l’inizio di campionato e Champions League per vedere all’opera questo bel Napoli nelle competizioni importanti. Il Palermo è apparso spento e senza l’organizzazione di gioco, la concretezza e l’attenzione ai dettagli che abbiamo visto finora nelle squadre di Pioli. Clima da amichevoli o crepe d’inizio stagione, dopo l’eliminazione dall’Europa League?

88′- Ammonito Aronica.

86′- Santana ci prova dalla distanza, il pallone termina abbondantemente alto.

85′- Il Napoli va vicino al gol, cross basso di Mascara, Cetto (ex Tolosa) però anticipa Lucarelli.

79′- Quattro sostituzioni nel Palermo; entrano Gonzalez, Munoz, Aguirregaray e Lores, escono Hernandez, Zahavi, Nocerino e Pisano. Lores è l’ultimo arrivato nella multinazionale di Zamparini.

77”- Il Napoli tenta il contropiede; splendido lancio di Gargano per Mascara, che però non riesce a concludere a rete.

65′- Sostituzioni per il Napoli: entrano Grava, Dezi e Lucarelli per Campagnaro, Maggio e Cavani. Mazzarri sposta Zuniga sull’out destro e Dezi va a sinistra. Il ragazzo classe ’92 in Primavera giocava come esterno destro; Mazzarri nel precampionato l’ha provato nel ruolo di trequartista e stasera il nuovo test, schierandolo sulla corsia sinistra alla “Dossena”.

63′- Fernandez va due volte vicino al gol; prima di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il Palermo viene salvato da Acquah nei pressi della linea di porta. L’azione continua: Fernandez prova la conclusione da posizione ravvicinata, si salva la difesa rosanero. Le due conclusioni sono state intervallate da un colpo di tacco tentato da Mascara su cross basso di Santana, ma Brichetto ha respinto il pericolo.

61′- GOOOOOOOOOOL del Napoli! Cavani costruisce l’ennesimo contropiede, s’invola verso la difesa avversaria e serve Maggio davanti al portiere. Il terzino partenopeo fulmina Brichetto!

59′- Quattro sostituzioni per il Napoli: escono De Sanctis, Inler, Cannavaro, Lavezzi per Rosati, Gargano, Fernandez e Mascara. Due cambi per il Palermo: entrano Acquah e Cetto per Migliaccio e Balzaretti. Pioli ridisegna la difesa: Cetto va al centro con Silvestre e sposta sulla sinistra Mantovani.

58′- Ci prova il Palermo; Maggio però anticipa Hernandez e manda il pallone sul fondo. Il corner viene neutralizzato da De Sanctis, che blocca in uscita.

57′- Ancora un’accelerazione del Pocho Lavezzi, che dopo aver seminato il panico in area di rigore non concretizza. La conclusione viene neutralizzata da Brichetto. L’azione nasce da un ottimo tackle di Zuniga, che ha bloccato la manovra offensiva del Palermo.

56′- Scuote ancora gli azzurri il Pocho Lavezzi. Prova l’uno-due con Donadel, che è un mediano aggressivo e valido, ma non è Iniesta. Infatti, il pallone è lungo e viene bloccato da Brichetto.

55′- Conclusione di Lavezzi dalla distanza, dopo una triangolazione con Zuniga. Brichetto devia in corner; sugli sviluppi di quest’ultimo ci prova Inler, ma il pallone finisce alto. E’ il primo acuto della ripresa, cominciata con ritmi molto blandi.

23:05- Comincia il secondo tempo. Cambio nel Palermo: esce Ilicic ed entra Miccoli, che però si schiera sulla sinistra nel tridente d’attacco, esce Benussi ed entra Brichetto. Sostituzioni nel Napoli: escono Dossena e Dzemaili ed entrano Zuniga e Donadel.

E’ un bel Napoli quello visto nei primi quarantacinque minuti. Autoritario, spavaldo, vivace, ha chiuso per buona parte del match il Palermo nella propria metà campo. In grande spolvero il Matador Cavani, che lavora in difesa, imabstisce le ripartenze, serve assist filtranti e conclude anche a rete. Gli azzurri pagano l’unica distrazione, giunta nel finale della prima frazione, con il gol di Migliaccio, che accorcia le distanze. Si attende con ansia di conoscere le condizioni di Hamsik, uscito per una botta subita al ginocchio destro; comunque dalla tribuna non sembrava un infortunio grave.

Finisce il primo tempo

44′- GOL del Palermo, che accorcia le distanze. Hernandez prova il contropiede e guadagna un calcio d’angolo. Sugli sviluppi di quest’ultimo svetta Migliaccio, napoletano di Mugnano, che di testa trafigge De Sanctis

43′- Ancora un numero di Cavani che supera agevolmente due avversari con un pallonetto ed imposta l’ennesima azione partendo dalla sua metà campo. Immenso Matador!

40′- Triangolazione tra Dzemaili e Lavezzi; il Pocho s’incunea in area di rigore, Benussl ferma Lavezzi, che chiede il calcio di rigore. E’ solo calcio d’angolo.

38′- Sostituzione nel Napoli; Hamsik ha subito una botta al ginocchio destro e fa spazio a Santana. Il vice-medico D’Andrea ha provato a risolvere con il ghiaccio, ma non è bastato per evitare l’uscita dal campo.

37′- Tiro dalla distanza di Nocerino dopo un contropiede imbastito da Ilicic ed Hernandez, il pallone termina abbondantemente alto.

36′- Numero di Hamsik in area di rigore, serve Cavani che non riesce a concludere a rete.

35′- Ennesima chiusura difensiva di Cavani, che gioca davvero a tutto campo. L’uruguagio sembra in splendida forma, infatti fa partire il contropiede bloccato fallosamente da Pisano che stende Lavezzi. Il pubblico risponde con un “Olè, olè Pocho”

31′- GOOOOOOOOOOOOOL! Cross di Hamsik dalla destra, splendida acrobazia di Christian Maggio ed il pallone s’infila nell’angolino destro della porta difesa da Benussi.

Il Napoli si schiera con il classico 3-4-2-1, il Palermo con il 4-3-3. In porta Benussi, i due terzini nella linea difensiva sono Pisano e Balzaretti con al centro Mantovani e Silvestre, a centrocampo Migliaccio, Nocerino e Bacinovic, il tridente offensivo è Ilicic, Zahavi ed Hernandez. Lo sloveno e l’uruguagio dovrebbero fare movimento e creare gli spazi agli inserimenti di Zahavi, finora il Napoli ha contenuto bene.

26′- Scatenato Cavani! Ci prova ancora dalla distanza, ma il pallone termina a lato.

23′- Cannavaro a terra dopo un’entrata di Hernandez; Paolo si rialza, applausi del San Paolo per scongiurare la paura.

22′- Cavani spreca l’occasione del raddoppio; la conclusione dell’uruguagio è bloccata da Benussi.

21′- Fischi per Pioli, che protesta con l’arbitro.

20′- GOOOOOOOOOOOOL! Cross di Dossena dalla sinistra, lo raccoglie Marek Hamsik che controlla di sinistro, e poi scaraventa una conclusione rasoterra che s’infila nell’angolo sinistro della porta difesa da Benussi.

18′- Capovolgimento di fronte; calcio d’angolo, respinge Benussi. Sugli sviluppi prende palla Cavani, che prova un tiro dalla distanza, respinge Benussi.

17′- Tiro di Zahavi dal limite dell’area, blocca tranquillamente De Sanctis.

16′- Cross di Maggio per Cavani, che non riesce a correggere in rete.

9′- Cross di Dossena, Benussi anticipa il colpo di testa del Pocho. Si aprono le due squadre, continui capovolgimenti di fronte.

3′- buon inizio del Palermo, ma il Napoli tiene bene

2′- Nocerino prova la giocata, si porta il pallone fuori dal campo. Bordate di fischi per il calciatore di Santa Lucia.

22.02- L’arbitro Baratta di Salerno dà il fischio d’inizio. Da registrare il tutto esaurito nel catino di Fuorigrotta.

21:54- Lo speaker annuncia le formazioni, manca poco all’inizio del match.

21:27- Il Napoli è in campo per il riscaldamento, in questo momento entra anche il Palermo.

21:23- De Laurentiis dà il via a Napoli-Palermo, salutando anche il presidente Zamparini, che non è potuto essere presente, e ringraziandolo per la disponibilità.

21:20- La Curva A canta: “Noi vogliamo vincere”

21:19- Il sindaco De Magistris: “Il Napoli dimostra che ogni impresa è possibile. Il mio consiglio a Walter Mazzarri è di avere passione e determinazione, con questo pubblico tutto è possibile”

21:14- Siani con un “Forza Napoli, Napoli forza!” lascia la parola prima a De Laurentiis, poi al cardinale Sepe, chiamato dal patron a benedire la squadra, che invita gli azzurri ad essere “campioni anche nella vita” e si complimenta con il presidente del Napoli per essersi aperto alla città.

21:12- Siani chiama a centrocampo “Kung Fu Pandev”

21:11- Striscione in Curva A: “Vergogna. Scritto semplicemente. Scioperi chi lavora realmente”.

21:08- Siani chiama il Pocho Lavezzi e gli dice: “A Milan chiv’fa”. Il pubblico canta: “Chi non salta è rossonero”. Siani interviene: “De Laurentiis è stato straordinario, il Milan diceva 30, io dicevo 50. Allora il presidente replicava 80, fino a 100. Hamsik è andato a fare l’esame del Dna. A chi gli diceva perchè rispondeva: “Fors sonc o figl e Maradon”.

21:00- Sono arrivate anche le formazioni ufficiali del match Napoli-Palermo:

NAPOLI (3-4-3): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Inler, Dzemaili, Dossena, Hamsik, Lavezzi, Cavani. All.: Mazzarri. A disp: Rosati, Colombo, Grava, Fernandez, Dezi, Zuniga, Gargano, Donadel, Mascara, Lucarelli, Santana, Bogliacino, Chavez.

PALERMO (4-4-2): Benussi, Mantovani, Silvestre, Pisano, Balzaretti, Migliaccio, Bacinovic, Nocerino, Ilicic, Zahavi, Hernandez. All.: Pioli. A disp:: Brichetto, Cetto, Munoz, Miccoli, Aguirrregaray, Bertolo, Gonzalez, Acquah, Di Matteo, Lores.

E’ da sottolineare che Ruiz non è neanche una panchina; Bigon deve trovare un’alternativa valida prima di far partire lo spagnolo verso il Valencia, che ha offerto 8 milioni di euro più bonus.

20:55- Parte nuovamente il rullo di tamburi per presentare quello che viene definita “la squadra da Champions”. Partono anche i fuochi d’artificio. Ogni giocatore che entra in campo saluta, oltre a De Laurentiis, il sindaco De Magistris ed il cardinale Sepe. Grandissimi applausi per capitan Cannavaro. Presentato anche il numero 32 Christian Gabriel Chavez. Il pubblico invoca a gran voce il nome di Cavani, mentre continuano ad arricchire l’atmosfera i fuochi d’artificio. Giubilo anche per Marek Hamsik e Walter Mazzarri. Lo speaker chiama a gran voce il comico Alessandro Siani, che introduce il suo show dicendo: “Il cardinale Sepe ci deve benedire tutti, visto che i napoletani, quando hanno visto le squadre del girone di Champions, qualche parolina l’hanno detto”. Straordinaria anche la battuta su Inler: “Inler ha tolto la maschera, Mascara quann s’ a lev”.

20:47- Rullo di tamburi ed entra in grande stile il presidente De Laurentiis. Applausi da parte del popolo del San Paolo. La Curva A canta: “Napoli, siamo noi.”. Ecco le parole del patron: “Ho voluto vivere al San Paolo questo momento perchè questa è la nostra casa. A Dimaro non potevate esserci tutti, non c’erano neanche Lavezzi, Cavani ed i nuovi arrivati Chavez e Pandev. E’ la stagione della Champions, sarà per noi un’esperienza di crescita giocare nei più grandi palcoscenici internazionali. Andremo su quei campi con la forza di chi si presenta per apprendere, ma anche consapevole della forza del proprio lavoro. Ci impegniamo perchè Napoli sia stabilmente negli alti livelli che merita, ma soprattutto che voi napoletani meritate. Napoli deve essre sinonimo di cultura, bellezza ma anche solida concretezza. Vogliamo preservare il più grande patrimonio che esiste al mondo: il vostro amore, la grande fede azzurra. Auguriamoci che sia un anno ricco di soddisfazioni. In questa giornata di festa permettemi di lasciare un messaggio ai quattro marinai di Procida, tenuti sotto sequestro in Somalia. L’augurio è che possano venire al più presto al San Paolo.” De Laurentiis chiama in mezzo al campo il cardinale Sepe. Entra anche il sindaco De Magistris, vestito per l’occasione d’azzurro. In Curva A partono i cori contro la tessera del tifoso.

20:45- Arriva il benvenuti al San Paolo dello speaker Daniele Decibel Bellini e si scatena la folla sulle tribune.

20:30- Tutto pronto in campo. Gli striscioni con gli sponsor Lete ed Msc preparano il centrocampo, dove ci sono le tre ragazze madrine dell’evento con le divise del Napoli. Il pubblico accompagna la manifestazione cantando “Napule”. Completamente gremita anche la Tribuna Nisida.

20:26- Entrano in campo per tastare il terreno di gioco alcuni giocatori del Palermo. Si è riempita la Curva A; adesso il San Paolo prevede un bellissimo colpo d’occhio, spazi vuoti solo in Curva B.

20:06- Entra in tribuna il Pampa Sosa, che stasera sarà l’opinionista di Sky in compagnia del telecronista Gianluca Di Marzio. I tifosi cantano “Pampa, Pampa”. L’affetto per uno dei protagonisti della cavalcata azzurra resta immenso.

19:54- Foto di rito a bordo campo, mentre il pubblico si fa trascinare dalla musica. Clima di festa al San Paolo. Si stanno riempiendo anche i Distinti Inferiori e, anche se molto lentamente, comincia a crescere anche la presenza nelle Curve.

19:43- Hanno fatto il loro ingresso in campo tre madrine dell’evento, giovani ragazze che indossano le tre divise del Napoli: azzurra, grey carbon e gialla. A bordo campo anche il ds Bigon ed i colleghi di Sky Modugno, Ugolini e Gianluca Di Marzio.

19:33- Non c’è ancora il tutto esaurito al San Paolo, sono gremite solo Tribuna e Distinti, ma manca più di un’ora all’inizio della festa e quindi è probabile che anche le curve possano riempirsi. Si è scatenato l’entusiasmo quando tutto il pubblico a rtimo di cumbia, la musica preferita dai sudamericani, compreso l’argentino Chavez, che stasera assaporerà per la prima volta il calore del catino di Fuorigrotta. E’ da notare anche il settore ospiti senza la gabbia, spostata al livello inferiore.

Il campionato non inizia a causa dello sciopero indetto dall’Associazione Italiana Calciatori per il mancato accordo sul rinnovo del contratto collettivo. Al San Paolo c’è però un aperitivo di campionato con l’amichevole contro il Palermo.

Dal nostro inviato al San Paolo Ciro Troise

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.