IN CASA DELL’AVVERSARIO – Cagliari, Rastelli deve fare a meno di Di Gennaro. Padoin in cabina di regia?

Il Napoli ha sempre faticato in terra sarda, in 36 partite ha ottenuto solo 7 vittorie e 20 pareggi con 9 vittorie del Cagliari

Dopo l’importante e bella vittoria di Lisbona contro il Benfica che ha sancito per il Napoli la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, è già tempo di campionato. Il Napoli affronta il Cagliari domani nel lunch match domenicale delle ore 12.30 al Sant’Elia e vuole continuare a vincere dopo aver battuto l’Inter in campionato nell’ultimo impegno della sedicesima giornata per sfruttare lo scontro diretto tra Roma e Milan e magari approfittare di un eventuale passo falso della Juventus nella stracittadina con il Torino. Assente il solo Milik per gli azzurri, quella sarda per gli azzurri è una trasferta storicamente difficile, in un ambiente che vive la partita come un derby e con una squadra sempre molto carica contro i “rivali” napoletani. Il Napoli ha sempre faticato in terra sarda, in 36 partite ha ottenuto solo 7 vittorie e 20 pareggi con 9 vittorie del Cagliari.

COME ARRIVA IL CAGLIARI – Il Cagliari si trova attualmente a metà classifica, occupa il dodicesimo posto con 20 punti conquistati in 15 partite. Sei le vittorie, due i pareggi e sette le sconfitte per la squadra di Rastelli, che dall’ottavo all’ultimo posto ha il miglior attacco (23 i gol segnati, uno in più anche di Inter e Fiorentina), ma la peggior difesa del campionato, con ben 32 gol subiti, più di due a partita. Il miglior marcatore della squadra è bomber Borriello con sei reti segnate, i sardi hanno un gran rendimento casalingo quasi perfetto (cinque vittorie, un pareggio con la Roma e una sconfitta contro la Fiorentina), mentre fuori casa sono arrivate sei sconfitte, un pareggio a Pescara nell’ultima giornata di campionato e una sola vittoria a Milano con l’Inter: un’eventuale vittoria contro gli azzurri bilancerebbe perfettamente il numero di vittorie, pareggi e sconfitte tra casa e fuori.

LE DICHIARAZIONI – Marco Storari (Portiere): “Contro il Napoli ci vorrà il Cagliari formato casalingo. Solo così potremmo metterli in difficoltà. Sappiamo che i tifosi ci tengono, speriamo di potergli fare un bel regalo. Ho sempre accettato serenamente le critiche. Il portiere è un ruolo delicato, quest’anno ho subito tanti gol e preso insufficienze in pagella. La mia reazione è stata quella di intensificare gli allenamenti, erano anni che non lavoravo con questa determinazione. Mi assumo le mie responsabilità. Rapporto con Giulini? Siamo coetanei e forse diventa normale che tra noi ci sia confidenza, ma sempre nel rispetto dei ruoli. Ci lega il fatto che lui sia stato un portiere, questo ci fa vedere le cose nello stesso modo. Qualche volta chiede consigli, ma devi stare attento a ciò che dici perché ti confronti con un presidente che capisce di calcio. Futuro? Una volta smesso di giocare, farò l’allenatore. Fra sette-otto anni potrei essere io a guidare il Cagliari. La Società è seria, amata dai tifosi. Non scorderò mai le sensazioni che ho provato nel 2008 per una salvezza incredibile. Più forti di quelle per la vittoria di uno scudetto”.

Daniele Dessena (Centrocampista): Cagliari–Napoli è una partita molto importante, sentita da noi e dai nostri tifosi: dovremo mettere in campo un grande cuore. Io sono arrivato a Cagliari l’anno successivo a quel famoso gol di Conti al 92°, quella gara è rimasta nella memoria di tutti. Poi pensiamo anche alla classifica, veniamo da due risultati positivi e vogliamo continuità anche se sappiamo che non sarà facile. Ho visto il Napoli in Champions League, hanno un attacco micidiale e non potremo concedergli neanche un metro. La partenza di Higuain ha fatto salire in cattedra tanti giocatori come Insigne e Mertens che stanno dando di più, sono diventati una squadra ancora più completa”.

PROBABILI FORMAZIONI: CAGLIARI – Rastelli deve fare i conti con molte assenze: non saranno del match Capuano, Bittante, Murru e Ionita, oltre a Joao Pedro che sta lavorando parzialmente con il gruppo ma che non dovrebbe farcela. Squalificato Di Gennaro, in cabina di regia dovrebbe agire Padoin (favorito su Tachtsidis) per un match incentrato più sulla distruzione della manovra avversaria che sulla ricerca del gioco. In porta ci sarà Storari, in difesa Isla, Ceppitelli, Bruno Alves e Pisacane, a centrocampo Dessena, Padoin e Barella, mentre alle spalle del duo composto da Sau e Borriello agirà Farias.

NAPOLI – Sarri opterà sicuramente per qualche cambio rispetto alla formazione che ha staccato il pass per gli ottavi di finale di Champions League. In porta ci sarà Reina, in difesa è ballottaggio a destra tra Maggio e Hysaj, a sinistra Ghoulam è nettamente favorito su Strinic, mentre Albiol e Koulibaly formeranno al 90% la coppia centrale. A centrocampo Jorginho è favorito su Diawara con Allan a destra e Hamsik a sinistra (non è da escludere l’impiego dal primo minuto di Marko Rog), mentre in attacco potrebbe riposare Insigne con Callejon a destra, Gabbiadini al centro e Mertens a sinistra

L’ARBITRO – Giampaolo Calvarese, quarantenne di Teramo, dirigerà il match del Sant’Elia tra Cagliari e Napoli. Sono cinque i precedenti tra il direttore di gara abruzzese e la squadra azzurra: tre vittorie e due pareggi. Ultimo incrocio in occasione di Napoli-Atalanta 1-1 del  22 marzo del 2015. Ad assistere Calvarese ci saranno i guardalinee Posado e Paganessi, il quarto uomo Tegoni e gli assistenti di porta Doveri e La Penna. Sotto, la designazione completa dell’Aia.

A cura di Dario Gambardella

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.