IN CASA DELL’AVVERSARIO – Maran con il 4-3-1-2. Unico assente Pellissier

Ricominciare in campionato dopo la sconfitta di Champions League. E’ questo l’obiettivo del Napoli a Verona, glia azzurri domani pomeriggio alle 15 saranno ospiti del Chievo di Maran, impegno sulla carta non impossibile, ma mai agevole per un Napoli che ha sempre sofferto contro i veronesi. Sarri metterà mano al turnover e potrebbe vedersi Pavoletti dal primo minuto, con Mertens inizialmente in panchina. Serve una bella risposta da parte del Napoli dopo le dichiarazioni di De Laurentiis e l’occasione per gli azzurri è propizia.

COME ARRIVA IL CHIEVO – Il Chievo di Maran è attualmente undicesimo in classifica, i gialloblu stanno conducendo una buona stagione, con qualche alto e qualche basso, ma con 32 punti ottenuti in partite. L’attacco ha messo a segno 25 reti, mentre la difesa è il punto forte, con sole trentuno reti subite, la migliore dall’ottava posizione in poi. Il Chievo ha ottenuto sette punti nelle ultime tre partite, con gli exploit esterni di Roma (con la Lazio) e Sassuolo grazie alla tripletta di Inglese, in grande spolvero.

LE DICHIARAZIONIValter Birsa (Centrocampista): “Gli azzurri hanno affrontato il Real, una grande squadra in uno stadio unico. Il Real è la squadra più forte al mondo, ma al ritorno il Napoli può contare sul fattore San Paolo. Gli azzurri possono metterti sempre in difficoltà con molti inserimenti. Senza una punta vera sono ancora più forti e imprevedibili. Mertens ha grande tecnica, Callejon e Insigne tagliano sempre. Personalmente ho un debole per Hamsik e per Jorginho che non perde mai palla. Sul nostro periodo? Veniamo da 7 punti in tre gare. Abbiamo sbagliato atteggiamento solo con l’Atalanta, mentre Roma e Inter erano decisamente più in forma. Con la Lazio abbiamo saputo soffrire, poi ci vuole anche fortuna così come è stato con Lazio e Sassuolo”.

Sergio Pellissier (Attaccante): “Gara con il Napoli? Sono indisponibile, spero sia solo per questa. Dipenderà anche dal dottore, questa la dovrei saltare. Troverà una squadra diversa da quella affrontata in Champions ma deve stare attento. Ogni partita può risultare complicata se la si affronta in modo sbagliato, è una partita bella da giocare contro una squadra importante che gioca un gran calcio. Vorremmo fare altri punti anche sapendo che non è la partita più semplice da affrontare. Non sarà facile nemmeno per gli azzurri anche se nelle ultime trasferte hanno fatto parecchi gol e vinto agevolmente. Spero non sia così anche contro di noi. Di tattica non posso parlare, il mister mi potrebbe “picchiare”. Sicuramente sarà una partita da affrontare nel modo giusto, se affronti il Napoli con poca determinazione è come scendere in campo con la bandiera bianca. Non è il nostro modo di giocare, appena molliamo un attimo e non diamo il 100% andiamo incontro a brutte figure. Sarebbe bello riuscire a finire il campionato con altri risultati importanti. Il Napoli ora gioco in modo diverso, con un altro allenatore. Gioca bene, non ha punti di riferimento. Non ha l’attaccante fisso lì davanti, ma giostra su tutto il fronte. Sono attaccanti difficili da affrontare per una squadra come la nostra. Il Napoli ha provato a giocare con una punta fissa lì davanti, ora gioca senza punta di riferimento e sta facendo altrettanto bene. Una partita persa contro il Real a Madrid ci può stare, non bisogna ricominciare tutto daccapo per questa sconfitta. Giocavi contro una delle squadre più forti al mondo. Il Napoli in Europa è una delle squadre che gioca meglio, bisogna capire i momenti e le partite e che il Napoli si è trovato a giocare a Madrid dopo anni di digiuno da partite del genere. Il Napoli sta facendo una grandissima stagione a prescindere da tutto. I tre piccoletti lì davanti sono straordinari, non per una sconfitta bisogna cambiare tutto. Il Real con semplicità ha battuto una delle squadre più forti d’Italia. Chi critica il Napoli per aver perso a Madrid non capisce nulla di calcio. Bisogna capire i limiti della propria squadra. Il 2-0 in casa con il Real può succedere, il Napoli ha saputo dimostrare di poter fare partire ad alti livelli. Perdere 3-1 a Madrid non è un disonore. Abbiamo fatto sconfitte contro squadre importanti, forse non meritavamo di perdere. Questo è il calcio. Poi abbiamo vinto a Roma con la Lazio dove non meritavamo assolutamente. Non ci accontentiamo della salvezza, è un campionato particolare. Ci si diverte, vogliamo raggiungere più punti possibili per fare un bel campionato. È la dimostrazione che stiamo dando noi e altre squadre che vogliono battere le squadre più forti. Mio ultimo anno? La voglia è sempre quella di un ragazzino, voglio dimostrare di poter competere con i più giovani. Finchè ne ho la possibilità e la voglia, vorrei continuare. Ho ancora un anno di contratto, spero di divertirmi ancora e di riuscire a fare gol. Voglio ancora dare un contributo importante a questa società, ci sarà tempo per smettere. Mi dispiace vedere la partita con il Napoli dalla tribuna e non poter scendere in campo.”

Roberto Inglese (Attaccante):Gli azzurri giocano un calcio piacevole, efficace, sia in casa che fuori e non è facile prendere delle contromisure. Speriamo di trovare una squadra un po’ stanca dopo la partita contro il Real Madrid, ma non sottovalutiamo la loro voglia di rivincita. Tripletta al Sassuolo? Secondo me tutti quelli che mi avevano schierato al fantacalcio mi hanno mandato tante maledizioni che inconsciamente mi è arrivata la scossa per reagire e mi sono fatto perdonare. Maran? Gli devo molto, è stato il primo a darmi una chance al Chievo, l’anno scorso. La Nazionale? Confesso che quando mi hanno detto che ero stato convocato, la prima volta, ho pensato a uno scherzo. Essere in azzurro è un sogno, ma so che in Italia c’è gente fortissima nel mio ruolo”.

PROBABILI FORMAZIONI: CHIEVO – 4-3-1-2 per Rolando Maran. L’unico assente sarà l’infortunato Sergio Pellissier. Due i ballottaggi: in difesa Cesar è favorito sull’ex Napoli Gamberini, mentre a centrocampo Izco è in leggero vantaggio su Rigoni. Questa la probabile formazione: Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Gobbi; Izco, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Castro, Inglese.

NAPOLI – Sarri potrebbe optare per un turnover leggero dopo la sconfitta di Madrid. In porta non si tocca Pepe Reina, in difesa Maggio potrebbe rilevare Hysaj, mentre Albiol, Koulibaly e Ghoulam dovrebbero essere titolari. A centrocampo si rivedranno Allan e Jorginho con Hamsik, mentre in attacco occasione dal primo minuto per Pavoletti che darà un turno di riposo a Mertens. Sulle fasce Callejon e Insigne.

L’ARBITRO – Sarà l’arbitro Irrati a dirigere la partita tra il Chievo ed il Napoli, in programma domani pomeriggio alle ore 15. Assieme al fischietto fiorentino, ci saranno Vuoto e Tegoni, quarto uomo sarà Alassio, mentre gli addizionali saranno Doveri e Mariani.

A cura di Dario Gambardella

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.