IN CASA DELL’AVVERSARIO – Quante assenze per Oddo, difesa falcidiata per il Pescara

Esordio per Gilardino, Oddo potrebbe passare dal 3-5-2 al 4-2-3-1 per l'emergenza difensiva

Terza partita consecutiva in casa per il Napoli, che dopo aver battuto Sampdoria e Spezia accoglie al San Paolo il Pescara di Massimo Oddo. Sarri vuole riscattare il 2-2 della prima giornata di Serie A e il Napoli ha tutte le carte in regola per battere gli abruzzesi, falcidiati dagli infortuni e con pochissimi difensori arruolabili. Non partirà dal primo minuto Leonardo Pavoletti, che potrebbe fare il suo esordio in campionato nella ripresa, come successo contro lo Spezia. Match non semplicissimi per Juventus (in trasferta a Firenze) e Milan (ospite del Torino), Lazio-Atalanta e Udinese-Roma gli altri incontri delle prime classificate.

COME ARRIVA IL PESCARA – La squadra di Massimo Oddo, dopo un buon inizio di campionato (pareggio contro il Napoli, vittoria a tavolino contro il Sassuolo, pareggio a Torino contro il Toro alla quarta di campionato e altri due pareggi contro le genovesi entro l’ottava), si è persa. Il Pescara ha vinto una sola partita (a tavolino) e ottenuto sette dei suoi 9 punti nelle prime otto partite, pareggiando solo con Cagliari e Palermo nelle successive dieci giornate (compresa quella da recuperare contro la Fiorentina). Gli abruzzesi sono ultimi a pari punti con il Crotone e sono il secondo peggior attacco del campionato dopo l’Empoli con 14 reti segnate. I problemi principali arrivano però dall’instabile difesa, che ha subito ben 33 gol (gli stessi di Crotone e Sassuolo, tre in meno del Palermo). E’ Gianluca Caprari il miglior marcatore della squadra, con Oddo che spera di avvalersi dei gol di Gilardino, appena arrivato. Il mercato di gennaio ha portato giocatori importanti come Stendardo e Bovo in difesa, il campione del mondo in attacco, il promettente centrocampista Cubas e l’attaccante Alberto Cerri.

LE DICHIARAZIONIDaniele Sebastiani (Presidente): “Che tipo di Pescara vedremo al San Paolo? Noi siamo il Pescara e non abbiamo molte alternative, dobbiamo fare il solito lavoro e sperare che paghi. Verre? Al momento non mi risulta un interessamento del Napoli, il ragazzo ovviamente ha attirato club di Serie A ma ora deve concentrarsi sul Pescara. Roberto Insigne? Non è il profilo che cercavamo ma è chiaro che il Napoli è pieno di giocatori che non trovano spazi che farebbero comodo a noi e a tanti altri club di serie A. Napoli? E’ una squadra forte, domenica hanno incontrato una Sampdoria che ha un tecnico molto bravo a preparato come Giampaolo e hanno fatto una grande partita. Il Napoli gioca e fa giocare, chi vede giocare gli azzurri si diverte, in questo momento è una squadra diversa rispetto all’inizio del campionato, gli azzurri hanno giocatori di alto livello ed un allenatore bravo. Vogliamo provare a giocarci la partita, gli azzurri cercano sempre di giocare lasciandoti il modo se hai qualità di fare la tua partita. Napoli-Pescara sarà una trasferta certamente proibitiva ma vogliamo fare bene. Non ho ancora sentito il presidente De Laurentiis, ho parlato con Giuntoli ma di altre cose. Sarò al San Paolo per assistere alla partita. El Kaddouri? Con il Napoli c’è sempre stato un bel rapporto, a volte si parla di capire se c’è qualche giocatore azzurro in uscita che possa interessarci e viceversa. Prenderei e porterei in braccio sia El Kaddouri che Gabbiadini a Pescara, purtroppo non sono giocatori da Pescara. Oddo? A Pescara ho sempre voluto sostenere determinati programmi, l’ho difeso contro tutto e tutti in un periodo non buonissimo nel quale altre società avrebbero certamente cambiato allenatore, abbiamo fiducia in lui. Poi dobbiamo essere prima di tutto coscienti per vedere cosa possiamo fare”.

Luca Leone (Direttore Sportivo): “Noi abbiamo cercato di lavorare in anticipo per portare i nuovi calciatori subito a disposizione. Se abbiamo fatto le scelte giuste, ce lo dirà il campo. Accettare di venire a giocare a Pescara nonostante la nostra posizione in classifica, ci ha resi felici e abbiamo apprezzato le loro scelte. Per la partita di domani abbiamo tante defezioni, è stata una settimana difficile. Abbiamo chiesto El Kaddouri ma al momento è un’idea che non si è concretizzata. Grassi l’avremmo preso se Verre fosse andato alla Sampdoria, ma non era legato all’operazione Aquilani”.

Andres Cubas (Centrocampista): “Debutto al San Paolo? Devo conoscere bene i miei compagni e aspetto il visto ufficiale. Se tutto sarà a posto, volontà dell’allenatore compreso, sarò felice di debuttare nello stadio che fu di Maradona”.

Alberto Gilardino (Attaccante): “200 gol in Serie A? Preferirei che il Pescara si salvasse senza raggiungerli. Vogliamo costruire mattone dopo mattone l’impresa, dobbiamo coltivarla solo noi in allenamento. Oddo? Ho giocato con lui, la scorsa stagione ha riportato la squadra in A giocando grande calcio e voglio ripagare la sua fiducia sul campo facendo felici i tifosi del Pescara”.

PROBABILI FORMAZIONI: NAPOLI – Recuperati Chiriches e Strinic, che dovrebbero partire dal primo minuto (il difensore romeno è in ballottaggio con Tonelli per un posto al fianco di Albiol), i dubbi principali provengono dal centrocampo dove Zielinski e Diawara sono in ballottaggio con Allan e Jorginho. In porta ci sarà Reina, in difesa Hysaj, Albiol, Chiriches e Strinic; a centrocampo Hamsik è l’unico sicuro del posto da titolare, mentre in attacco torna Mertens al centro con Callejon e Insigne ai lati e Pavoletti e Gabbiadini pronti ad entrare a partita in corso.

PESCARA – Oddo dovrebbe partire con il 3-5-2, ma non è da escludere il 4-2-3-1, scelta meno probabile. Ben sei gli assenti in difesa: out lo squalificato Biraghi e gli infortunati Zampano, Campagnaro, Gyomber, Bovo e Vitturini, fuori anche Brugman, Pepe e Bahebeck. In porta ci sarà Bizzarri, in difesa Delli Carri è favorito su Fornasier, al fianco di Stendardo e Coda, a centrocampo Crescenzi e Benali occuperanno le corsie esterne con Memushaj, Cristante e Verre al centro. Attacco a due composto da Caprari e dal neo acquisto Gilardino.

L’ARBITRO – L’arbitro di Napoli-Pescara sarà il signor Claudio Gavillucci di Latina, guardalinee Marrazzo e De Meo. Quarto uomo Costanzo, arbitri di porta Massa e Abisso.

A cura di Dario Gambardella

 

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.