Juventus e calciomercato, è la settimana della verità

Il Napoli travolge il Genoa ma, tra la campagna trasferimenti e la sfida alla Juventus, è iniziata la settimana della verità

Il Napoli travolge il Genoa dando la sensazione di poter indossare anche un abito spregiudicato, valorizzando le tante bocche di fuoco a propria disposizione. Gli equilibri vanno ancora registrati, ieri il Genoa nel primo tempo dava la sensazione di poter far male quando recuperava palla e Lerager, infatti, ha sprecato l’occasione per arrivare al pareggio.

Si fa fatica a pensare al 4-2-3-1 iper-offensivo nei big-match ma ciò che conta è che il Napoli sembra aver metabolizzato l’idea di poter essere duttile, di non essere ancorato alle certezze del 4-3-3 ma di avere le risorse per trasformarsi in campo, avendo organizzazione tattica e forza nelle gambe. Il gruppo acquisisce fiducia, si diverte nel proporre gioco, nell’inseguire l’idea di allungare il campo, moltiplicare gli spazi, andare al tiro con maggiore frequenza e nelle condizioni giuste per essere pericolosi.

Il mercato volge al termine, il Napoli sfrutti la settimana della verità

È iniziata la settimana della verità, le prove da affrontare dentro e fuori dal campo possono dire tanto sulle ambizioni del Napoli in questa stagione con un campionato che sta dimostrando la sua crescita e soprattutto il livello di complessità più alto. Il ricorso ai cinque cambi aumenteranno il divario tra le due parti della classifica, ma in alto c’è più equilibrio e concorrenza. Juventus ed Inter vanno registrate ma hanno rose importanti, l’Atalanta è una certezza, la Lazio dovrà reggere l’esame Champions League ma ha giocatori di grande spessore, il Milan ha intrapreso il sereno giusto e la Roma contro la Juventus ha dimostrato che è troppo presto per fare il funerale sportivo. Ci sono poi la Fiorentina, il Sassuolo e il Verona che con armi diverse possono disturbare le grandi in varie occasioni.

La permanenza di Koulibaly è sempre più probabile, vanno messe a posto le situazioni di Hysaj e Maksimovic, entrambi in scadenza di contratto, per fare in modo che l’armonia sul terreno di gioco non venga disturbata. Per Maksimovic non c’è l’accordo sul rinnovo, il Napoli si sta guardando intorno per capire se ci sono delle potenziali acquirenti, Sokratis potrebbe arrivare anche al suo posto. Hysaj ha la fiducia di Gattuso, c’è un’offerta dello Spartak Mosca ma i dialoghi per il rinnovo sono in corso, ci sono buone chances che l’accordo possa essere raggiunto anche dopo il 5 ottobre.

Centrocampista cercasi: le idee low-cost

Gattuso ha bisogno di un centrocampista con fisicità che abbia il passo lungo, la capacità di coprire campo, un profilo che possa giocare sia a tre che a due per dare più equilibrio alla squadra quando c’è bisogno. Dopo la sosta si torna a giocare ogni tre giorni, inizia l’Europa League, il Napoli ha il dovere di essere attrezzato in una stagione che può regalare soddisfazioni nell’auspicio che quanto prima l’incubo Covid si faccia parte e si possano riaprire gli stadi. Mille spettatori sono meglio di niente ma il calcio così è ancora un corpo senza anima.  Ci sono varie opzioni low-cost: Midtsjo dell’Az Alkmaar, Vecino se l’Inter accetterà il prestito con diritto di riscatto, Duncan che a Firenze non trova spazio soprattutto se dovesse arrivare Torreira in maglia viola, con Pulgar che va verso il recupero. Senza cessioni importanti è comprensibile che il Napoli non possa fare un colpo di grande spessore come per esempio Veretout ma è fondamentale che venga coperta la casella lasciata libera da Allan.

L’esame Juve e le scelte forti di Gattuso

Il mercato s’intreccia con il campionato, domenica per il Napoli c’è l’esame Juve con la sfida per Gattuso di miscelare pericolosità, capacità di mettere in ansia la difesa bianconera con l’equilibrio. Bisognerà fare scelte forti in ogni caso, sulla coesistenza tra Mertens e Osimhen per esempio, e sarà interessante come il Napoli riuscirà a gestire le forze e a modificare il suo assetto tattico anche a gara in corso a Torino.

Ciro Troise

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.