Casertana-Aversa 2-2: pareggio normanno in extremis. Niente vittoria per i ragazzi di Gregucci

Carbonaro ammutolisce il Pinto. In rete l'ex azzurro De Vena

La seconda giornata di Lega Pro prevede il derby di “Terra di lavoro” tra Casertana ed Aversa. I padroni di casa, reduci dal pareggio di Reggio Calabria, vogliono a tutti i costi i tre punti e festeggiare con una vittoria l’esordio casalingo. C’è grande entusiasmo a Caserta, ci si attende molto dalla squadra di Angelo Gregucci decisamente meglio attrezzata dei Normanni che partono decisamente sfavoriti. Partono subito forte i padroni di casa alla ricerca della rete del vantaggio. I falchetti spingono, chiudono l’Aversa nella propria metà campo e dopo appena 9′ passano grazie a Murolo che, con un portentoso stacco aereo, supera il portiere aversano Forte. Dopo il vantaggio, cala l’intensità del match. I ragazzi di Gregucci si limitano a controllare la partita approfittando anche del timido atteggiamento degli ospiti. Al 36′ l’episodio chiave del match; su un confusa azione da corner, un difensore dell’Aversa colpisce il pallone con un braccio e l’arbitro non può che assegnare il penalty ai rossoblù. Sul dischetto va il numeo 10 Mancino che si lascia iprotizzare dal portiere normanno. La Casertana spreca l’occasione d’oro del raddoppio, Forte consente ai suoi di andare a risposo scon un solo gol di scarto.

LA RIPRESA – Il secondo tempo inizia subito in salita per i padroni di casa che dopo appena quattro minuti restano in dieci. Un errore dell’intera difesa casertana obbliga Idda a fare fallo da ultimo uomo in area di rigore. Penalty ed espulsione per il centrale rossoblù. Sul dischetto si presenta il numero 9 dell’Aversa, l’ex conoscenza del Napoli De Vena. L’attaccante classe ’92 rimane freddo e supera Fumagalli con estrema freddezza. Grande gioia in capo tra i calciatori aversani e sugli spalti per i supporters arrivati a sostenere la propria suadra. L’uomo in meno non scoraggia i rossoblù che subito si riportano avanti grazie alla conclusione di Diakitè; il giovane attaccante firma il gol del 2-1 facendo esplodere la gioia del Pinto che chiede a gran voce la vittoria finale. Gli ospiti fanno fatica a rendersi pericolosi ed a capitalizzare la superiorità numerica. La Casertana controlla con disinvoltura ma la beffa è dietro l’angolo; al terzo dei tre  minuti di recupero concessi dal direttore di gara arriva il pareggio dell’Aversa. Il corner di Papa pesca sul secondo palo Carbonaro, l’attaccante normanno mette a terra il pallone e trafigge Fumagalli con un diagonale chirurgico che ammutolisce il Pinto, regala ai suoi tifosi una gioia incredibile e porta alla sua squadra un punto d’oro in chiave salvezza.

Niente da fare per la Casertana che, dopo il 2-2 di Reggio Calabria, impatta anche alla prima casalinga. Un’altra rimonta subita dagli uomini di Gregucci che dovrà lavorare sulla testa dei suoi ragazzi.

Ecco il tabellino del match:

CASERTANA: Fumagalli, Bruno, Bianco, Carrus, Idda, Murolo, Alessandro, Mancosu (51’ D’Alterio), Diakitè (72’ Cunzi), Mancino (56’ Alvino), Cruciani. In panchina: D’Agostino, Antonazzo, Chiavazzo, Marano. Allenatore: Angelo Adamo Gregucci

AVERSA NORMANNA: Forte, Spessato, Pippa, Zaine, Giovannini, Cardinale, Muro (80’ Ndiaye), Capua (54’ Cardore), De Vena, Papa, Carbonaro. In panchina: Savelloni, Scognamillo, Forino, Gattoni, Cardore, D’Ursi, Ndiaye. Allenatore: Raffaele Novelli

RETI: Murolo 13’ (C), De Vena 50’ su rig. (A), Diakitè 52’ (C), Carbonaro 93’ (A)

ARBITRO: Paolini di Ascoli Piceno (assistenti: Giacomozzi di Fermo e Vitaloni di Jesi)

NOTE: Ammoniti: Cruciani (C); Capua, Cardore, Carbonaro (A). Espulso: Idda (C). Rigore sbagliato al 37’ da Mancino che viene ipnotizzato da Forte (C). Angoli: 9-6 per la Casertana. Recupero: 2 nel primo tempo; 3 nel secondo tempo. Spettatori: 4.700 di cui 250 provenienti da Aversa

Dal nostro inviato allo Stadio Pinto Luigi De Magistris

 

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.