Scugnizzeria in the world: l’Empoli di Dumitru frena la corsa del Verona

Aglietti trova un punto d'oro nella sua amata Verona

L’Empoli, orfana del napoletano Dumitru, rimasto a casa per infortunio, cerca punti preziosi allo stadio Bentegodi, dove affronta la seconda forza del campionato, che vince, ininterrottamente tra le mura amiche, da ben 6 mesi.

Padroni di casa e del campo, gli uomini di Mandorlini impongono subito i loro ritmi di gioco, rendendosi pericolosi prima con Lepiller e poi con Jorginho. Al 41’ il centrocampista brasiliano ha la palla buona per portare i suoi in vantaggio:sfruttando una respinta con i pugni di Dossena, ci prova dai 35 m con un pallonetto che sibila di un niente all’incrocio.

Ripresa più viva, col Verona che sembra voler fare sua la partita. Gomez al 58’schiaccia di testa a colpo sicuro ma trova la grande risposta di Dossena, migliore in campo. Ancora Gomez al 70’ ci prova con un contro balzo di sinistro che si spegne sul fondo. Jorginho, Galli e Mareco ci provano ma il risultato non cambia. Nel finale si accendono gli animi, con i padron idi casa che reclamano un rigore e a farne le spese è il difensore Mareco, che si becca un giallo pesante per un duro fallo su Ze Eduardo.

 

Francesco Gambardella

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.