A Benitez piace Michu. Lo Swansea potrebbe cederlo in prestito con diritto di riscatto

A Benitez piace Michu. Lo Swansea potrebbe cederlo in prestito con diritto di riscatto

Il centrocampo è il regno dei colpi di scena, questo ormai è assodato, però per trovare un po’ di equilibrio, facciamo di stabilità, non serve andare poi troppo lontano: è sufficiente avanzare un tantino il raggio d’azione. Che succede in attacco? Beh, semplice: la chiave di tutto si chiama Goran Pandev, è lui che sbloccherà il mercato del reparto, però una volta che la storia del macedone sarà chiarità, il Napoli saprà dove affondare. O meglio, allo stato attuale sono due i nomi più gettonati. Con tanto di riscontri: Miguel Perez Cuesta, meglio conosciuto come Michu, e Ivan Perisic. Con un fattore che, per il momento, sembra facilitare le operazioni in direzione dello spagnolo dello Swansea: la formula.

JOLLY. E allora, è proprio dalla valutazione degli aspetti contrattuali, che parte il racconto: perché Perisic piace molto, davvero molto, però Michu oltre alla duttilità ha dalla sua una carta mica da poco: può arrivare in prestito. In prestito con diritto di riscatto. Sì, il Napoli sta valutando proprio questa soluzione, per il 28enne attaccante di Oviedo che può agire da prima punta e alle spalle del centravanti. Un jolly: Rafa non chiede di meglio.

test clinici. Caratteristiche gradite, tecniche ed economiche, ma anche qualche perplessità dovuta a una stagione trascorsa più che altro in panchina: l’esplosione di Bony e soprattutto un intervento in artroscopia di pulizia alla caviglia destra, le cause di un’istantanea parabola discendente che, dopo lo scoppiettante esordio in Premier (43 partite e 22 gol), nessuno avrebbe immaginato. Capita. Fatto sta che a Benitez il giocatore piace e le informazioni relative alla tenuta fisica sembrano rassicuranti: informazioni, sia chiaro, che poi andrebbero valutate con il conforto di tutti i test medici di routine.

DAL GALLES. Lo Swansea, che ha acquistato dal Lione Gomis e confermato Bony, nel frattempo attende. Soprattutto il colloquio chiarificatore tra Michu e il tecnico Monk, a quanto pare in programma domani: «Sì, il nostro manager e il ragazzo parleranno molto presto di tutte le questioni in ballo: c’è grande interesse nei confronti del giocatore, però posso assicurare che al momento non è arrivata alcuna richiesta, alcuna offerta». Parola del presidente gallese, Huw Jenkins.

PERISIC. Ieri, nel frattempo, il diesse Bigon è tornato a Milano. Ed è proprio nella capitale italiana del mercato, che continuerà a tessere le fila e a gestire tutti i contatti utili alla causa: compresi quelli relativi a Perisic. Il 25enne jolly offensivo della Nazionale croata e del Wolfsburg è già stato al centro di un colloquio tra il d.s. azzurro e il suo manager, Tonci Martic: il gradimento è parso fuori discussione, ma altrettanto sono le problematiche con il club tedesco. La valutazione è alta: di almeno 15 milioni di euro. Soprattutto alla luce della bella figura (personale) rimediata al Mondiale.

Fonte: Corriere dello Sport


Iscritto alla Facoltà di Scienze della Comunicazione, presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, collabora con Iamnaples.it dal 2011. In particolare cura la rubrica settimanale “I Temi dela Serie A” e il format inedito di Iamnaples .it “Scugnizzeria in the World”. Durante le sessioni di calciomercato inoltre si occupa di fare un panoramica sul mercato della Serie A e Serie B con la rubrica “I Temi del Mercato”.

Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google