Affare stadio San Paolo, c’è una società offshore

La società che ha proposto il progetto del nuovo stadio al Comune di Napoli è di proprietà di una offshore con sede a Lussemburgo, paradiso fiscale dell’Unione europea. Questo significa che l’Amministrazione non potrà sapere chi mette realmente i soldi nell’impresa. Ma quella della Idis Srl, per ora, resta solo una proposta. La stessa azienda, tuttavia, ha già realizzato con il Comune il progetto della conversione urbanistica dell’ex area industriale Breglia di Ponticelli. E alla società anonima lussemburghese è riconducibile anche la società che ha realizzato il progetto del Palaponticelli. Nulla di illegale, ma certamente contro l’etica della giunta arancione che ha fatto della trasparenza un principio fondante. Perplessità sul piano del Comune è stata espressa dalla commissione Urbanistica.

Fonte: Il Roma

La Redazione

M.V.

Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.