Al “Barbera” tocca ad Orsato, bilancio in chiaroscuro con il Napoli

Al “Barbera” tocca ad Orsato, bilancio in chiaroscuro con il Napoli

Si ricomincia, domani alle 18 Fiorentina-Udinese dà il via al campionato di Serie A 2012-13. Il Napoli inizia al “Renzo Barbera”; arbitrerà Orsato di Schio. Una partita difficile per il fischietto veneto, viste le recenti polemiche per la Supercoppa, un pessimo prodotto in termini d’immagine per il calcio italiano. L’ha capito il “furbo” Sannino che in una delle tante interviste rilasciate in settimana ha dichiarato che sarebbe profondamente dispiaciuto se il Palermo dovesse “pagare” gli errori di Mazzoleni a Pechino. Al “Barbera” arbitrerà Orsato, un direttore di gara che evoca qualche brutto ricordo per i tifosi partenopei ma che è in crescita riguardo al rendimento offerto nelle partite in cui ha incrociato gli azzurri.

Orsato, internazionale dal 2009, ha fatto il suo esordio in Serie A nel dicembre del 2006 e da allora ha diretto ottantotto partite con una media di circa un rigore ogni cinque partite ed una espulsione ogni tre. Quest’anno l’arbitro di Schio ha avuto un inizio di stagione poco brillante e solo negli ultimi tempi ha offerto delle buone prestazioni.

In totale i precedenti di Orsato con il Napoli sono diciannove con un bilancio di sette vittorie, nove pareggi e tre sconfitte. Nella prima in Serie B con gli azzurri Orsato lascia il segno; in Napoli-Frosinone 1-1 del dicembre 2006, l’arbitro dopo vari richiami decide d’interrompere la gara per un fitto lancio di petardi, alla ripresa del gioco viene assegnato un rigore al Frosinone trasformato da Lodi, il Napoli riacciuffa la partita con Bogliacino ma nel finale l’arbitro fischia inspiegabilmente la fine della partita senza assegnare recupero; c’è da sottolineare che il lancio di petardi era ampiamente circoscritto, infatti la partita riprese dopo dieci minuti, con il comportamento di Orsato che andò ad alimentare le polemiche sulla condotta violenta che circondavano i tifosi del Napoli. Nella partita seguente il San Paolo viene squalificato con il Napoli che ottiene uno sterile pareggio con il Mantova sul “Curi” di Perugia. Nella prima in A, Catania-Napoli 3-0, Orsato non porta fortuna agli azzurri, nulla da dire sulla sua direzione di gara, ma gli azzurri sembrano non essere mai scesi in campo, così come nelle due partite seguenti: Napoli-Udinese 0-0 e NapoliGenoa 0-1, gare che segnano il momento poco felice del Napoli che culminerà con l’esonero di Reja. Anche se legato a ricordi poco positivi c’è da dire che l’operato di Orsato è positivo, almeno fino a Napoli-Palermo 0-0 del gennaio 2010, contatto in area tra Rinaudo e Cavani, con il Matador ancora in maglia rosanero che cade a terra, l’arbitro di Schio fischia un calcio di rigore inesistente, ci metterà una pezza De Sanctis che parerà il rigore a Miccoli. Ma Orsato si riprende in Lazio-Napoli 1-1 dell’aprile 2010 e continua nel suo percorso positivo in Napoli-Atalanta 2-0 del maggio 2010, prima vittoria degli azzurri con Orsato. Altra buona prestazione del fischietto di Schio giunge in Chievo-Napoli 2-0, ma ancora una volta sono gli azzurri a deludere in campo. Altro precedente risale all’aprile scorso, Bologna-Napoli 0-2; di fronte ad un Dall’Ara tinto d’azzurro i partenopei non deludono le aspettative dei tifosi e anche Orsato sfodera una prestazione che va al di sopra della sufficienza. Altra partita diretta da Orsato con il Napoli è di questo campionato, Atalanta-Napoli 1-1, Cigarini autore di numerosi interventi duri riceve l’ammonizione solo al 78′ ma dall’altra parte il direttore di gara è giusto nel concedere altro extra time per una sostituzione effettuata dall’Atalanta, consentendo così a Cavani di acciuffare all’ultimo istante il pareggio. L’ultima partita degli azzurri arbitrata dal fischietto di Schio risale al febbraio scorso, Fiorentina-Napoli 0-3, una partita senza grosse difficoltà per l’arbitro che va sicuramente al di sopra della sufficienza, così come quel Napoli che si apprestava alla doppia sfida con il Chelsea e presentandosi ai Blues nel modo migliore. L’ultimo incontro con Orsato è una ferita per i “cuori azzurri”: la sconfitta del 1 Aprile per 3-0 allo “Juventus Stadium”. Il Napoli capitolò nettamente, il fischietto veneto non incise più di tanto sul match, anche se, soprattutto quando la partita era ferma sullo 0-0, si è fatto coinvolgere dal clima “di casa” ed è stato fin troppo clemente nell’uso dei cartellini per i falli commessi dai calciatori della Juventus, Vidal in particolare

Sono pochi gli episodi di moviola quando Orsato arbitra gli azzurri, ma il suo esordio con il Napoli e le molte prestazioni sottotono dei partenopei non lasciano un buon ricordo del fischietto di Schio ai tifosi. Ma Orsato è un arbitro in netta ripresa e nelle sue ultime apparizioni ha sempre gestito le gare in modo impeccabile, forse in questo momento è il più in forma tra gli arbitri italiani.

Ciro Troise


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google