Alfonso De Nicola: “Defibrillatori, c’è superficialità. A Castelvolturno tre macchinari”

L’opinione del medico sociale del Napoli:

“Gli stadi italiani sono attrezzati per le emergenze, ma la confusione e la superficialità rischiano di vanificare tutto». Alfonso De Nicola, che ieri ha preso parte alla conferenza-stampa di presentazione del progetto Pad (Public Access Defibrillation). Chiamato ad intervenire sull’uso del defibrillatore, De Nicola ha evidenziato che il tempestivo uso di questo strumento avrebbe potuto salvare la vita sia al Morosini che al nuotatore norvegese Dale Oen. «Ho voluto l’installazione di tre defibrillatori sui campi di allenamento di Castelvolturno – ha raccontato – Quando giochiamo in trasferta, inoltre, mi preoccupo di conoscere personalmente i rianimatori e di concordare con loro le modalità di gestione dell’ emergenza. La prevenzione va fatta con visite di idoneità medico-sportiva più accurate».

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.