Alla scoperta delle “aspirine” di Leverkusen, i prossimi avversari al San Paolo

Domenica 29 Luglio alle 21 al San Paolo Napoli e Bayer Leverkusen si giocano l'"Acqua Lete Cup"; scopriamo i prossimi avversari degli azzurri

Avversario importante per la prima al San Paolo del Napoli 2012/13. Gli uomini di Mazzarri affronteranno, dopo il Bayern Monaco, un’altra compagine tedesca di alto livello. Si tratta del Bayer Leverkusen, celebre per essere la squadra del colosso farmaceutico Bayer. Gli avversari di quest’oggi, soprannominati le “aspirine”, nonostante una potenza economica non indifferente e la presenza costante ai vertici della Bundesliga, non sono mai riusciti a vincere il campionato tedesco e nella loro bacheca vantano solo una Coppa Uefa e una Coppa di Germania, tanto da aver conquistato la nomea di eterni secondi. In particolare, nella stagione 2001/02, il Leverkusen sfiorò un clamoroso triplete, arrivando secondo in campionato e perdendo le finali di Champions League e di Coppa di Germania, guadagnandosi il soprannome di “Neverkusen” (dall’inglese never = mai).

Portieri

Bernd Leno: estremo difensore classe ’92, stabilmente nel giro delle giovanili tedesche, dove vanta al momento 15 presenze, è considerato uno dei migliori giovani portieri d’Europa. Dotato di discreta agilità, nonostante i suoi 192 centimetri, comincia la sua carriera a Stoccarda prima di passare in prestito al Leverkusen nell’estate del 2011. Nonostante la pochissima esperienza gli viene subito data fiducia, conquistando in breve tempo la maglia da titolare, soffiata ad Adler, e il riscatto dell’intero cartellino. Al momento ha un contratto recentemente rinnovato fino al 2017 e una valutazione attorno ai 9 milioni.

David Yelldell: rappresenta il classico numero 12. Esperienza e affidabilità, con l’importante compito di farsi trovare sempre pronto. Una carriera, quella del 30enne tedesco, ma con passaporto americano, spesa tra la provincia calcistica tedesca, le divisioni inferiori inglesi e i mille infortuni che lo hanno afflitto nel corso degli anni. L’occasione della carriera?  Nel 2010 il passaggio al Duisburg, dove si mette in evidenza, tanto da suscitare l’interesse del Leverkusen. Nel 2011 il trasferimento al Bayer dove diventa il sostituto di Leno.

Difensori

Daniel Schwaab: possente centrale classe ’88 ed ex colonna portante della Germania Under 21. Scwaab esordisce nel Friburgo, mettendo in mostra un eccellente senso della posizione ed una prorompente forza fisica che gli valgono l’immediata chiamate nelle giovanili della nazionale tedesca. Con l’Under 21 vince anche l’Europeo del 2009, pochi giorni prima di passare al Bayern Leverkusen. Riesce subito conquistarsi una maglia da titolare, divenendo un breve tempo il perno difensivo delle “aspirine”

Philipp Wollscheid: appena arrivato dal Norimberga per 7 milioni, è un altro esponente della bella gioventù tedesca. Un difensore ambidesto, classe 89’, alto, forte fisicamente e che non disdegna sortite offensive. Ha già alle spalle una discreta esperienza in Bundesliga con la casacca del Norimberga e un valore di mercato che sale esponenzialmente di stagione in stagione. Attualmente ha un contratto in essere con il Leverkusen per i prossimi 5 anni.

Manuel Friedrich: prossimo ai 33 anni rappresenta l’usato sicuro, il giocatore in grado di coniugare esperienza e intelligenza tattica. Cresciuto nel Mainz, ebbe anche una poco fortunata parentesi nel Werder Brema, prima di tornare nel suo primo club ed esplodere ad alto livello diventando il primo giocatore del club di Magonza ad essere convocato in Nazionale. Nel 2007 il passaggio al Leverkusen dove, nonostante qualche problemino fisico di troppo ed una frattura alla spalla, riesce ad imporsi, superando abbondantemente le 100 presenze con la maglia rossonera.

Omer Toprak: 23enne tedesco con passaporto turco, è il quarto centrale della formazione rossonera. Esordisce nel Friburgo, squadra nella quale ha fatto tutta la trafila giovanile, mostrandosi agli occhi della critica come uno dei migliori giovani difensori di Germania. Frenato da una brutta operazione al ginocchio nel 2009, riesce in breve tempo a rimettersi in forma, tanto da riconquistare la maglia da titolare (precedentemente appartenuta all’attuale compagno Shwaab)  e suscitare l’interesse dei grandi club tedeschi. Il passaggio al Leverkusen per la cifra di 3 milioni avviene la scorsa stagione. Con le aspirine ha disputato finora 34 incontri, non riuscendo però ad andare mai in gol.

Michael Kadlec: terzino sinistro titolare sia del Leverkusen che della nazionale della Repubblica Ceca, esordisce in patria giovanissimo con la maglia dello Slovacko. Dopo 4 anni passati nella periferia del calcio ceco viene notato dallo Sparta Praga che se lo aggiudica per la modesta cifra di 1 milione di euro. Le prime annate sono tribolate e le presenze in campo centellinate. Nel 2007 la svolta e la sua consacrazione, con una serie di impressionanti prestazioni Kadlec riesce a guadagnarsi la maglia da titolare sia col club che con la nazionale. Il passaggio al Leverkusen l’anno successivo lo proietta nel grande calcio europeo. Lo scorso Aprile è stato inoltre protagonista involontario di uno spiacevole episodio. Durante una serata a Colonia è stato riconosciuto da alcuni tifosi locali e brutalmente aggredito, riportando la frattura del setto nasale, cosa che lo ha costretto a giocare l’ultima parte di stagione con una maschera protettiva.

Daniel Carvajal: terzino destro spagnolo classe ’92. Cresciuto nella cantera del Real Madrid, dove si è messo in mostra con il Castilla, squadra riserve dei blancos, è stato acquistato quest’estate dal Leverkusen per 5 milioni. Dotato di una discreta spinta e di un buon piede, è considerato da molti come uno dei terzini spagnoli più promettenti.

Gonzalo Castro: cresciuto nelle giovanili del Leverkusen, è il terzino destro titolare. Con le aspirine vanta la bellezza di più di 250 presenze e 15 gol. Punto fermo dell’out destro può essere schierato anche più avanti, o, in caso di necessità come centrocampista centrale. A soli 25 anni è già un bandiera per i tifosi. Al momento la sua valutazione si aggira attorno ai 10 milioni di euro, ma difficilmente cambierà squadra.

Centrocampisti

Stefan Reinartz: mediano classe ’89, è cresciuto nelle giovanili del Leverkusen. Dopo tutta la trafila tra U19 e squadra riserve viene prestato al Norimberga dove riesce a mettersi in mostra a livello professionistico. Nonostante qualche problema iniziale, ben presto conquista una maglia da titolare con la formazione bavarese, tanto che l’anno successivo viene richiamato alla base e gli vengono affidate le chiavi del centrocampo. Vanta inoltre 17 presenze con le nazionali giovanili tedesche.

Simon Rolfes: è il capitano delle “aspirine”. Mediano 30enne dalla grandissima esperienza e dalla grinta impareggiabile, incarna il tipico calciatore tedesco che non molla mai. Una carriera cominciata nel Werder Brema e proseguita all’Alemania, prima del trasferimento nel 2005 al Bayer.  Diventa immediatamente il faro di centrocampo, coniugando quantità e qualità, senza disdegnare un ottimo fiuto del gol. Fino ad oggi vanta ben 260 presenze con la casacca rossonera, condite da 33 marcature. È stato inoltre per moltissimo tempo nel giro della nazionale tedesca, con la quale ha disputato gli Europei del 2008 da titolare.

Lars Bender: cresciuto nella seconda squadra di Monaco, il Monaco 1860, questo ragazzo si mette subito in mostra nel panorama calcistico tedesco. Dotato di un’ottima tecnica e di una buona visione di gioco diventa subito la stella della squadra bavarese. Di fronte alla tantissime offerte ricevute decide nel 2009 di firmare con il Leverkusen. Qui, nonostante la concorrenza spietata di un certo Ballack, riesce a ritagliarsi il suo spazio e la giusta continuità. Adesso a 23 anni è considerato come uno dei centrocampisti centrali più promettenti. La sua valutazione si aggira attorno ai 15 milioni (clicca qui per leggere la sua scheda prodotta dalla nostra rubrica “Talent scout” l’8 Dicembre 2010).

Hajime Hosogai: 26enne centrocampista tuttofare, può giocare sia come centrocampista centrale che come esterno, non disdegnando la posizione di terzino di spinta su ambo le fasce. Esordisce in patria, in Giappone, con gli Urawa Red Diamonds, dove, grazie alle sue prestazioni, riesce a suscitare la curiosità degli osservatori europei. Si svincola nel gennaio del 2011 e viene subito ingaggiato dal Leverkusen. Con le “aspirine” fatica, però, a trovare spazio, tanto da essere prestato all’Augusta. A fine stagione gli viene rinnovato il prestito. Al momento, scaduto anche questo altro periodo all’Augusta è tornato a Leverkusen, ma il suo futuro è ancora incerto.

Jens Hegeler: trequartista classe ’88 è cresciuto nelle giovanili del Leverkusen. Conosciuto più per la sua altezza (193 cm) che per le sue doti tecniche, non riesce quasi mai a trovare spazio nelle “aspirine”, tanto da essere andato in prestito prima all’Augusta e poi per due anni a Norimberga. Attualmente è tornato a Leverkusen, ma come per il compagno giapponese Hosogai il suo trasferimento è solo questione di tempo.

Renato Augusto: trequartista brasiliano classe ’88, è considerato un grande talento. Comincia la sua carriera in patria, nel Flamengo dove in 3 stagioni colleziona 55 presenze e 12 gol. Nel 2008 l’occasione di misurarsi col calcio europeo gli viene offerta dal Leverkusen. Qui dopo una brillante prima stagione (8 assist e 3 reti all’attivo) comincia ad avere problemi ad un ginocchio, cosa che lo ha molto condizionato la sua carriera fino ad oggi. Dopo un secondo anno tribolato, disputa nel 2010/11 la sua migliore stagione con le “aspirine” con 27 presenze, 7 gol e 6 assist. L’anno scorso, però, i problemi al ginocchio sono tornati a tormentarlo, tanto da costringerlo ad un’operazione ed una lunga riabilitazione. Adesso spera di essere tornato a pieno ritmo per dimostrare finalmente tutto il suo talento.

Sam Sidney: scattante ala destra di 24 anni, comincia la sua carriera nell’Amburgo dove però colleziona solo 4 presenze in prima squadra. Chiuso dall’eccessiva concorrenza viene mandato a farsi le ossa al Kaiserlsautern dove riesce a trovare la giusta continuità nei 2 anni di prestito. Scaduti i termini viene riportato all’Amburgo e successivamente girato al Bayer Leverkusen per la cifra di 2 milioni. Con le “aspirine” si mette in mostra nelle ultime 2 stagioni con 65 presenze e 18 gol.

Karim Bellarabi: nato a Berlino da genitori tunisini, la 22enne  ala destra cresce nel Werder Brema prima di essere scartato e costretto a farsi le ossa nella provincia calcistica tedesca. Giovanissimo si afferma nell’ Eintracht Braunschweig, rendendosi autore di 8 gol in 36 presenze. Quest’estate al termine del suo contratto si svincola e viene ingaggiato dal Bayer Leverkusen.

Attaccanti

Andrè Schurrle: attaccante ambidestro classe ’90  con un innato senso del gol, è stato protagonista della straordinaria stagione del Mainz, culminata con la qualificazione in Europa League. In quella occasione si mise in mostra con 15 reti e 5 assist, scatenando un’asta di mercato vinta dal Bayer Leverkusen grazie all’esborso di 8 milioni di euro. Con le “aspirine” ha fin ora disputato una stagione di buon livello, riuscendo a coniugare una discreta spietatezza sotto porta con un importante lavoro per il gioco della squadra.

Jùnior Fernandes: attaccante classe ’88, stabilmente nel giro della nazionale cilena si mette in mostra nel campionato di Apertura del 2011 col Palestrino. Autore di 9 reti tra apertura e clausura, viene acquistato nel gennaio del 2012 dall’Universidad de Chile in previsione della partenza di Edu Vargas, finito proprio al Napoli. In soli 6 mesi riesce a ripetere le belle prestazioni fornite col Palestrino, tanto da suscitare l’interesse del Leverkusen. I quasi 5 milioni spesi per lui sono stati definiti un’esagerazione dai media tedeschi, nonostante il giocatore abbia tutte le potenzialità per sfondare anche in Europa.

Stefan Kiessling: possente punta centrale con un curriculum di tutto rispetto. A 28 anni, con la giusta maturazione, si candida a diventare ancora più un punto fermo ed imprescindibile nella rosa del Leverkusen. Esploso nel Norimberga dove, dopo alcune stagioni da comprimario, disputa un’annata straordinaria nel 2005/06, viene acquistato nella successiva sessione di mercato dal Bayer Leverkusen. Diventa in breve tempo uno degli attaccanti più letali della Bundesliga, collezionando 72 gol in 6 stagioni. Ha fatto anche parte della nazionale tedesca ai mondiali sudafricani del 2010, non riuscendo però ad andare in rete.

Samed Yesil: giovanissimo attaccante tedesco di origini turche, rappresenta al momento una delle migliori promesse del Leverkusen. Fino ad ora ha collezionato una sola presenza in Bundesliga, ma ha già strabiliato nelle categorie giovanili. Con l’U19 ha infatti siglato 19 reti la scorsa stagione.

Allenatori

Sami Hyypia e Sascha Lewandowski: quattro mani sono meglio di due. Almeno è ciò che avrà pensato il colosso farmaceutico Bayer nel vedere i risultati della sua squadra calcistica. Subentrati a fine campionato a Robin Dutt sono riusciti, con una serie di 6 risultati utili consecutivi a centrare l’Europa League e a guadagnarsi la riconferma. Entrambi sono alla loro prima esperienza in una panchina di Bundesliga. Hyypia, pilastro per lungo tempo del Liverpool e della nazionale finlandese, ha concluso la sua carriera proprio con il Leverkusen, prima di essere scelto come allenatore. Lewandowski invece può vantare una certa esperienza maturata nei settori giovanili del Bochum e dello stesso Leverkusen.

Direttore Sportivo

Rudi Völler: un passato speso tra la Germania e Roma quello dell’attuale ds dei tedeschi. Ricordato per la sua letalità sotto porta che gli ha consentito di collezionare più di 250 reti in carriera, ha anche tentato la carriera di allenatore prima di sedersi dietro la scrivania. In particolare di lui si ricorda una poco fortunata esperienza a Roma e due parentesi al Leverkusen, ma soprattutto uno straordinario mondiale alla guida della Germania, culminato con il secondo posto a Giappone-Corea 2002. Nel 2005 infine accetta la proposta di diventare dirigente delle “aspirine”, rinnovando recentemente il suo contratto fino al 2017

Servizio a cura di Giancarlo Di Stadio

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.